Come aprire un glamping: costi e burocrazia

Il glamping è un nuovo trend turistico, ma è anche un’opportunità di business: ecco tutti i costi per aprirlo e le procedure da seguire

La parola glamping deriva dall’unione di glamour e camping: si tratta di un tipo di campeggio di lusso che permette di vivere a stretto contatto con la natura, ma con tutti i comfort e i servizi di un hotel. Negli ultimi anni ha avuto un’esplosione in numerosi paesi del mondo come modalità di viaggio alternativa e chic. Oltre a tutto questo però, il glamping è anche un’opportunità di business per tutti quelli che vogliono intraprendere un percorso imprenditoriale nel mondo del turismo.

La prima cosa che bisogna procurarsi per aprire un glamping è lo spazio, sembra scontato ma non lo è: le persone che scelgono questa tipologia di alloggio infatti, cercano un contatto diretto con la natura e la possibilità di immergersi in scenari unici. Il glamping segue a livello italiano, la normativa dei campeggi e pertanto dovranno essere rispettate tutte le leggi e la regolamentazione in merito. Ogni regione però ha la sua normativa, ma alcuni degli adempimenti di base sono: l’apertura di una Partita Iva, l’iscrizione al Registro imprese turistiche della Camera di Commercio, la trasmissione automatica Inps e Inail, la domanda di autorizzazione comunale, la valutazione di impatto ambientale e acustico, l’autorizzazione sanitaria ASL, la valutazione del rischio e l’autorizzazione per la somministrazione alimenti.

I costi da sostenere inoltre sono svariati e bisogna tenere conto della realizzazione e dell’allestimento di ogni singola tenda che può arrivare anche a 30-40 mila euro se realizzate con materiali di pregio, affidandosi a produttori specializzati. Oltre a questo costo di base, bisogna tenere conto anche della corrente elettrica, dell’acqua, dei lavaggi stagionali e dei trattamenti da fare alle tende, compresa la manutenzione.  Oltre a questo possono esserci anche ulteriori costi aggiuntivi, a seconda dei servizi che si vogliono offrire agli ospiti. È importante sottolineare che il costo di una notte all’interno di una tenda glamping non equivale di certo a quello di una normale tenda. Le tariffe possono arrivare anche a oltre 500 euro a notte, per gli alloggi di lusso, garantendo quindi una copertura dei costi sostenuti. Il glamping può essere quindi un business di successo, qualora risponda alle esigenze dei clienti, sempre più alla ricerca di ambienti naturali unici, di alloggi ricercati e lontani dalla standardizzazione dei classici hotel.

Come aprire un glamping: costi e burocrazia