Consigli per una splendida vacanza a Colombo in Sri Lanka

I consigli per una vacanza da sogno a Colombo in Sri Lanka. Gli alberghi migliori, le feste più belle e le escursioni da favola tra templi e spiagge

Gli alberghi migliori, le feste più belle e le escursioni da favola tra templi e spiagge: i consigli per una vacanza da sogno a Colombo in Sri Lanka. Colombo è la ex capitale dello Sri Lanka, trasferita a Sri Jayawardenapura Kotte nel 1978 (a 8 chilometri) ma resta la città più popolata e più importante (anche dal punto di vista economico) del paese.

La città è un mix di cultura. Già frequentata migliaia di anni orsono da romani e cinesi, fu conquistata prima dagli arabi, poi dai portoghesi, quindi dagli olandesi e infine dai britannici, fino all’indipendenza raggiunta nel 1948. Le varie dominazioni hanno lasciato tracce nell’anima, nella cultura e nell’architettura della città che oggi è una metropoli di quasi 2 milioni di persone.

Il periodo migliore per un viaggio a Colombo è tra febbraio e aprile, nella stagione secca. Febbraio in modo particolare è l’ideale quando le temperature si attestano attorno ai 22 gradi, mentre nei mesi successivi superano i 30. Da maggio ad agosto c’è la stagione delle piogge come il periodo che va da ottobre a gennaio. Le escursioni di temperatura non sono mai rilevanti, ma il tasso di umidità può essere particolarmente fastidioso in certe stagioni.

Ci vogliono 14 ore di volo dall’Italia per raggiunge Colombo. Arrivare in aereo è possibile al Bandaranaike International Airport, l’unico aeroporto internazionale del paese a 35 km dal centro di Colombo. Per i trasferimenti il taxi è il mezzo di trasporto più sfruttato, ma c’è anche l’opzione autobus che fanno capolinea nel rione di Pettah ad est della stazione ferroviaria. Tra le compagnie che operano a Colombo ci sono Eurofly, Royal Jordanian e Emirates Airlines oppure si può scegliere la Fist Choice. La compagnia nazionale è la Srilankan Airlines.

I treni sono forse un po’ lenti ma i panorami sono di una bellezza indimenticabile. Su tutti il viaggio fino a Badulla nella provincia di Uva tra cascate, piantagioni di tè e foreste.

In città è meglio spostarsi in taxi; non considerate i bus pubblici. Costituiscono invece un’alternativa valida i tuk tuk (tipico taxi locale a tre ruote) nettamente più economici anche se spesso i conducenti chiedono ai turisti la tariffa tripla rispetto ai locali. Se avete fretta e volete rivolgervi a una guida, la Colombo City Tour organizza i giri per la città coi bus aperti panoramici a due piani.

Tanti gli eventi: come la Navam Perahera, la festa buddista del plenilunio di febbraio con processioni di elefanti che partono dal monastero di Ganagaramaya sulle rive del lago Beira. Il 4 febbraio è il giorno dell’Indipendenza con l’organizzazione delle parate. E il capodanno è celebrato il 13 e il 14 aprile dalle comunità cingalesi e Tamil. Tra luglio e agosto c’è la festa del Vel in onore del dio Skanda coi carri trainati dai buoi.

Per lo shopping non c’è che l’imbarazzo della scelta. Nel rione Forth c’è il centro commerciale Laksala dove potrete trovare artigianato, anche di pregio, e poi tessuti, ricami e gioielli. Cose che potrete trovare anche al Barefoot in Galle Road, oppure l’Arena per l’abbigliamento. O il Duty Free Complex all’interno dell’aeroporto, dove troverete sigarette, alcolici, profumi e giocattoli: ricordatevi che qui è possibile fare acquisti solo con valuta straniera.

Altra zona indicata per lo shopping è la Galle Road, la zona del lungomare dove si trovano 4 centri commerciali (Liberty Plaza, Crescat Boulevard, Unity Plaza e Majestic City) dove potrete acquistare anche il famoso tè di Ceylon. Ci sono poi note gioiellerie come Careems, Zam Gems e Agasti Jewels.

La vita notturna si svolge nei bei night club dei grandi alberghi del Fort dove si trovano anche i grandi ristoranti di cucina occidentale.

Alloggiare è possibile. Ci sono stanze per tutte le disponibilità economiche. Prezzi modici al Sansu, Sapphire, Ottrey Tourist Inn, Colombo Ymca, Parisare e Chanuka Guest Hose. Prezzi medi al Renuka. Tantissime anche la possibilità per chi ha maggiori disponibilità finanziarie. C’è Galle Face, albergo d’epoca (risalente al 1864) con la sua facciata ad archi che si affaccia sull’oceano Indiano; l’Hilton Colombo (ben 10 ristoranti), il Galadari (col locale notturno e le esibizioni dei gruppi musicali), il Ceylon Continental, il Grand Oriental, il Cinnamon Grand Colombo (ristorante italiano, centro termale e la sera pub che si trasformano in discoteche) il Taj Samudra, il Trans Asia e il bellissimo Mount Lavinia, ex villa del governatore britannico Maitland costruito su uno sperone di roccia su due arenili, il fascino del coloniale ma con tutti i comfort (ristoranti, piscina, business center e negozi). Infine l’Airport Garden e l’Havelock Place Bungalow.

Da Colombo è possibile anche effettuare bellissime escursioni. Come Kalanya a 9 chilometri dal centro dove potrete visitare il Raja Maha Vihara (il grande monastero reale) distrutto dai portoghesi nel XVI secolo. Di originale c’è la grande cupola che risale al XIII secolo.

C’è la città di Kandy dove si trova lo Sri Dalada Maligawa, tempio del XVIII secolo che custodisce la reliquia del dente del Buddha e il giardino botanico ricco di orchidee e alberi di palma. Altre escursioni per le spiagge di Galle, Matara e Hambantota, le più famose e frequentate dello Sri Lanka.

Consigli per una splendida vacanza a Colombo in Sri Lanka