L’Islanda è il Paese dove si vive meglio

L'isola supera per la prima volta quelle Nazioni storiche che dominano tutte le classifiche. Ecco perché

La rivista britannica Lancet attribuisce all’Islanda la medaglia d’oro e la incorona migliore Paese al mondo dove vivere. L’Islanda sorpassa per la prima volta quelle Nazioni storiche che dominano tutte le classifiche, come sono i Paesi del Nord Europa, Svezia e Danimarca in primis. La Svezia però occupa un gradino del podio, il terzo, mentre sul secondo si posiziona la città-Stato di Singapore, già prima nella classifica delle migliori città dove andare a vivere se si hanno dei bambini.

I motivi del primato dell’Islanda derivano da fatto che quest’isola risponde perfettamente ai canoni richiesti dalle Nazioni Unite in materia di salute. Per definire il verdetto finale sono stati coinvolti più di 1.870 ricercatori provenienti da 124 Paesi che hanno compilato i dati in base a 33 indicatori di progresso decisi dall’Onu. L’Islanda ha superato ampiamente gli obiettivi come la povertà, l’acqua pulita, l’istruzione, ma anche la disuguaglianza sociale e l’innovazione. L’Islanda si è distinta anche per le politiche anti-tabacco e per un efficiente sistema sanitario finanziato con fondi pubblici.

L’Islanda non è l’unica sorpresa. Gli autori della ricerca hanno lodato Timor Est, nel Sud-Est asiatico, per aver rimesso in piedi il servizio sanitario dopo anni di guerra. Anche il Tagikistan, nell’Asia centrale, ha riformato il proprio sistema sanitario e sta vincendo la battaglia contro la malaria. Plauso anche alla Colombia per il programma di assicurazione sanitaria che copre sempre più malattie, compresi i più gravi casi di tumori.

E l’Italia? Il nostro Paese occupa solamente il 20° posto, ma ancora peggio sono gli Stati Uniti che si piazzano in 28esima posizione.

L’Islanda è il Paese dove si vive meglio