Trasferirsi all’estero: i migliori Paesi dove far crescere i figli

Secondo una ricerca condotta dall'Happiness Research Institute alcuni Paesi , rispetto ad altri, sono migliori per far crescere i propri figli. Ecco quali sono

Secondo una ricerca condotta dall’Happiness Research Institute alcuni Paesi, rispetto ad altri, sono migliori per far crescere i propri figli. Lo studio ha analizzato alcuni fattori come i diritti umani, l’uguaglianza di genere, la sicurezza, il sistema scolastico all’avanguardia e il sistema sanitario e ha stilato la classifica dei cinque Paesi dove trasferirsi a vivere se si ha una famiglia.

5. Al quinto posto troviamo il Canada. Quando si tratta di sentirsi a casa, è questo il Paese che dà il migliore benvenuto agli stranieri che si trasferiscono a vivere, con due terzi degli immigrati convinti che sia anche più amichevole del proprio Paese. In Canada la maternità per chi ha o adotta un bambino dura 37 settimane e per chi  avesse bisogno di assentarsi ulteriormente dal lavoro esiste un’assicurazione sul lavoro.

4. Al quarto posto c’è la Finlandia. Qui le donne in stato interessante possono lasciare il lavoro già sette settimane prima del termine. Il governo concede, inoltre, 16 settimane di licenza pagata alle mamme e otto settimane di paternità.

3. Al terzo posto c’è la Norvegia. Le mamme possono usufruire di un permesso per la maternità di 35 settimane pagate al cento per cento oppure 45 settimane pagate all’80%. I padri, invece, possono richiedere fino a dieci settimane di permesso di paternità a seconda del salario della mamma.

2. Al secondo posto troviamo la Svezia, che l’anno precedente occupava la prima posizione. Tre quarti dei genitori expat sostengono di aver notato un forte miglioramento della qualità della vita dei loro figli dopo essersi trasferiti nel Paese nordico. L’infanzia in Svezia è presa in grande considerazione e i bimbi cresciuti qui sono trattati molto meglio che nei loro Paesi d’origine. La Svezia, infatti, offre i migliori servizi per l’infanzia. Nonostante i lunghi inverni freddi e le poche ore di luce giornaliere, sette genitori su dieci sostengono che la salute dei loro figli è migliorata da quando si sono trasferiti. In Svezia i genitori possono prendere un permesso pagato di 480 giorni, che possono essere divisi a metà tra mamma e papà o trasferiti dall’uno all’altro indistintamente.

1. Ma il Paese migliore per avere dei figli è la Danimarca. Secondo quanto riportato dal sito ufficiale dell’Unione europea, il sistema di permesso parentale danese è il migliore dell’Ue, il più generoso e il più flessibile. Entrambi i genitori hanno un permesso di 23 settimane e le mamme possono lasciare il lavoro quattro settimane prima del termine.

Trasferirsi all’estero: i migliori Paesi dove far crescere i&nbs...