Il viaggio come esperienza di una vita intera: l’insegnamento di Paulo Coelho

Il viaggio non è una semplice vacanza ma un'esperienza di vita unica e preziosa

Viaggiare per imparare, viaggiare per divertirsi, viaggiare per conoscere e conoscersi. Sono tanti i significati del viaggio a seconda di come lo viviamo ma per Paulo Coelho, come si evince dal suo libro “Hippie”, il viaggio è principalmente una profonda esperienza di vita, persino uno stato mentale.

Protagonisti del libro sono Paulo e Karla, un Magic Bus, un viaggio da Amsterdam a Kathmandu sulle orme del cosiddetto sentiero hippie, e tanti amici incontrati lungo il percorso. Non un itinerario come tanti, ma un viaggio di scoperta interiore, di libertà e ricerca.

Proprio attraverso l’arrivo ad Amsterdam, città per eccellenza hippie a quei tempi, Paulo accede infatti a una progressiva e nuova consapevolezza di se stesso e delle proprie aspirazioni di vita. Vuole diventare uno scrittore e ora finalmente, anche grazie all’incontro con la meravigliosa Karla, è pronto per lasciare andare le incertezze che lo avevano bloccato.

Il viaggio verso Kathmandu diventa parte integrante di questo percorso di scoperta all’insegna di valori come l’amore, la condivisione, la pace, caratteristici degli hippie. Perché Coelho considera fondamentale l’esplorazione del mondo esterno per apprendere a conoscere se stessi con autenticità.

Cosa significa? Che viaggiare a cuore aperto, in modo non eccessivamente programmato, permette di riscoprire le meraviglie che abbiamo intorno insegnandoci a osservare le cose da una prospettiva diversa. E questo cambio di prospettiva favorisce la consapevolezza interiore e la conoscenza di sé, al di là del socialmente accettabile.

Il viaggio qui non è inteso quindi come semplice vacanza turistica per ritrovare un po’ di relax ma come un’esperienza unica e speciale, grazie alla quale ogni viaggiatore ha la possibilità di accedere a risorse interiori a volte totalmente sconosciute e inaspettate.

Ma il viaggio è anche occasione di condivisione, amore, conoscenza, scambio con persone diverse, e quindi occasione di crescita. Ed è anche utile per mettere in discussione le proprie certezze, per imparare nuovi modi di stare al mondo, per diventare più flessibili e mettersi alla prova. Purché ovviamente lo si viva fino in fondo, lasciandosi andare, senza voler tenere tutto sotto controllo.

Insomma, come si evince dal libro di Paulo Coelho, il viaggio come esperienza di vita è quanto di più prezioso ci sia.

Viaggio come esperienza di vita

Viaggio come esperienza di vita – Fonte:iStock

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il viaggio come esperienza di una vita intera: l’insegnamento di...