Volare in gravidanza: le regole Airberlin

Per volare in gravidanza con AirBerlin non servono autorizzazioni mediche o altri documenti di sorta. Esistono però delle limitazioni temporali

Volare in gravidanza con Airberlin è possibile solo prima delle 32 settimane. Una volta superate, sarà impossibile per la cliente viaggiare utilizzando il servizio offerto dall’azienda tedesca. La restrizione serve a garantire un viaggio sicuro alla donna e agli altri passeggeri presenti a bordo dell’ aereo . Per quanto riguarda le scadenze dopo il parto, queste non hanno limiti. Una viaggiatrice può volare usufruendo dei mezzi Airberlin anche il giorno dopo aver partorito. Lo stesso discorso vale anche per quanto riguarda i neonati, che possono viaggiare insieme alla mamma subito dopo il giorno del parto.

Per volare in gravidanza con Airberlin è necessario comprare il biglietto e assicurare gli impiegati dell’azienda sul proprio stato di salute. L’azienda tedesca non richiede certificazioni o autorizzazioni mediche, basandosi esclusivamente sulla fiducia riposta nella cliente. Inoltre, una donna incinta deve seguire alcuni piccoli consigli perché il suo viaggio sia comodo e rilassante. Innanzitutto, prima d’intraprendere un viaggio in aereo, è meglio consultare un medico specialista.

Il volo comporta sempre un’alternarsi di pressioni da quota che possono influire negativamente sul feto, motivo per cui una piccola consultazione con uno specialista è d’obbligo. Per volare in gravidanza con Airberlin, si consiglia, inoltre, di arrivare all’aeroporto di partenza con un largo anticipo. Avere del tempo extra da sfruttare è oltremodo utile per non dover fare tutto all’ultimo secondo e come conseguenze subire degli enormi stress fisici. Eseguendo le operazioni d’imbarco con serenità e calma, la salita a bordo dell’aereo sarà più rilassante.

Una volta sull’aereo la donna incinta deve bere molta acqua liscia, preferibilmente a piccoli sorsi. Durante il viaggio le donne incinta devono evitare di mangiare cibi grassi o troppo pesanti. La pietanza preferibile per loro sarebbe qualche insalata leggera con del formaggio. Inoltre, è da evitare il consumo delle bibite gassate. Questo poiché i gas contenuti in esse potrebbero influire negativamente sull’intestino della donna, avendo ripercussioni anche sul feto. Un altro consiglio consiste nel portare con sé una crema idratante, da utilizzare per rendere la pelle maggiormente umida. L’insieme di questi consigli può aiutare la donna incita a vivere il viaggio in maniera migliore.

Volare in gravidanza: le regole Airberlin