Questa è la vera storia di Gotham City e dei suoi abitanti folli

Gotham City esiste davvero e i suoi abitanti si finsero pazzi per ingannare il re

Non è una cupa metropoli americana e nemmeno il quartiere dove risiedono i più pericolosi criminali del mondo, Gotham city, in realtà, è un piccolo paesino situato nella campagna inglese, nel Nottinghamshire.

Il villaggio di Gotham è conosciuto per essere accogliente e tranquillo, ma in pochi sanno che alcuni secoli fa gli abitanti del territorio avevano la reputazione di essere pazzi. La storia vuole, infatti, che il Re Giovanni d’Inghilterra, famoso per essere stato il cattivo nella leggenda di Robin Hood, dovesse giungere proprio a Gotham prima di recarsi a Nottingham.

Questa è la vera storia di Gotham City e dei suoi abitanti folli

Il Villaggio di Gotham a Nottinghamshire – Fonte Wikimedia/Asterion

Non si trattava di una visita disinteressata però, Re Giovanni d’Inghilterra, in effetti, voleva costruire nel villaggio un casino di caccia, notizia che sconvolse letteralmente gli abitanti di Gotham che non volevano rinunciare alla loro indipendenza per servire il Re.

Da qui, l’idea di fingersi folli: le persone del posto iniziarono ad assumere comportamenti strani, al limite dell’ossessivo compulsivo come ad esempio la costruzione improvvisa di recinti per impedire all’inverno di arrivare, tentare di annegare le anguille e ancora far rotolare forme di formaggi giù dalle colline. Ai tempi la follia era considerata una malattia contagiosa, questi comportamenti quindi fecero cadere il Re in una vera e propria psicosi. Non ci volle poi molto affinché, per paura di essere contagiato, Giovanni d’Inghilterra andò via da Gotham per non fare più ritorno.

Questa è la vera storia di Gotham City e dei suoi abitanti folli

Il Villaggio di Gotham a Nottinghamshire – Fonte Wikimedia/Andy Jamieson

E in tutto questo Batman dov’è? Questa storia in realtà, seppur poco conosciuta, è stata tramandata nei secoli attraverso diversi testi. È stato però l’autore americano Washington Irving a paragonare per la prima volta il villaggio Gotham in Inghilterra con New York. Si riferì ripetutamente a Manhattan come Gotham nel 1807, un appellativo satirico che derideva i newyorkesi.

Batman fece il suo debutto nel 1939, nel numero 27 di DC Comics. La città dove le avventure del Cavaliere Oscuro erano ambientate inizialmente non fu geolocalizzata, solo più avanti i creatori fecero un chiaro riferimento a New York.

Che i creatori di Gotham City si siano ispirati al villaggio di Nottinghamshire? Sembra proprio che un certo collegamento ci sia, in particolare con il fatto che il nome della città farebbe riferimento a un luogo dove gli abitanti erano tutti pazzi. La conferma arriva anche dal fatto che diversi anni fa, alcuni membri del cast Batman Live, arrivarono proprio nel villaggio inglese per un set fotografico. All’interno del paesino di Gotham inoltre è presente anche una scultura dove è narrata la leggenda di Batman.

Questa è la vera storia di Gotham City e dei suoi abitanti folli

Scultura dedicata a Batman nel villaggio di Gotham – Fonte Wikimedia/John Beniston

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Questa è la vera storia di Gotham City e dei suoi abitanti folli