Il mistero di Jarvis Island, l’isola sperduta percorsa da ciclisti invisibili

Un'isoletta corallina disabitata, in uno tra i più sperduti luoghi al mondo, sarebbe percorsa ogni giorno da migliaia di ciclisti. Ma da dove nasce questo mistero?

Nell’Oceano Pacifico del Sud, c’è un isola che ha in sé un vero e proprio mistero: è l’isola corallina di Jarvis, poco più di quattro chilometri quadrati di terra disabitata. Siamo nelle Sporadi equatoriali, in un territorio che non fa parte degli Stati Uniti ma che è amministrata dal loro Servizio della Pesca e della Fauna Selvatica, come riserva naturale. Scoperta nel 1821 da una nave britannica, non accoglie più insediamenti umani da tempo. Nel 1879 fu abbandonata per la prima volta; trasformata in stazione meteo dal 1935 al 1945, fu ripopolata da un gruppo di scienziati nel 1957, per poi essere nuovamente lasciata l’anno successivo.

Eppure, l’applicazione per il fitness Strava – che tiene traccia degli spostamenti e degli esercizi fisici degli utenti che la scaricano – considera l’isoletta di Jarvis come un vero e proprio hotspot per i ciclisti: secondo i suoi calcoli, migliaia di biciclette solcherebbero ogni giorno il suo territorio. Una cosa del tutto impossibile dal momento che, oltre che disabitata, quest’isola è pressoché impossibile da raggiungere (e, ammesso che ci si arrivi, è comunque vietato calpestare il suo suolo). Gli unici spostamenti che vi possono avvenire, al massimo, sono quelli degli animali. Del resto, il suo soprannome è Guano Island: i tantissimi uccelli che la popolano l’hanno completamente ricoperta di escrementi, negli scorsi anni più volti eliminati.

Ma come fa quindi Strava, a vedervi tutta quella presenza di ciclisti? La “colpa” è di Zwift, un programma che – collegando la ruota posteriore della propria bicicletta a dei rulli – permette di pedalare tra le mura di casa come se si fosse all’aria aperta, con il solo ausilio di uno schermo tv (oppure di un pc o di uno smartphone). I circuiti sono ricostruiti dalla App mediante l’impiego di coordinate GPS di luoghi reali, tra cui appunto quell’isoletta di Jarvis posta tra le Hawaii e le Isole Cook. Da qui, il mistero. E la possibilità di pedalare – senza richiedere alcun permesso – su di un luogo il cui accesso è riservato solo al personale accademico e agli scienziati.

Il mistero di Jarvis Island, l'isola sperduta percorsa da ciclisti invisibili

Il mistero di Jarvis Island, l’isola sperduta percorsa da ciclis...