Cosa a vedere a Pescara, 8 meraviglie tra mare e d’Annunzio

Viaggio a Pescara: cosa vedere tra ponti e suggestioni dannunziane. Una città che non è solo mare e spiagge, ma propone tante alternative per ogni stagione.

Affacciata sul mare Adriatico, Pescara è il centro più popoloso dell’Abruzzo e oltre ad essere un’apprezzata località balneare durante le vacanze estive, la città vi sorprenderà con tante proposte per ogni stagione. Per aiutarvi a scegliere, ecco otto cose da vedere a Pescara che non possono mancare nel vostro itinerario…

Ponte del mare
Futuristico nell’aspetto, il Ponte del Mare è la prima cosa da vedere a Pescara tanto che ha saputo diventare uno dei simboli della città fin dalla sua inaugurazione nel 2009. Il suo compito è quello di raccordare due tratti della ciclovia Adriatica che una volta completata unirà Trieste con la Puglia e, per questa ragione, può essere affrontato a piedi o in bicicletta.

Lungo 466 metri, il Ponte del Mare regala una splendida vista non solo sul porto di Pescara, ma anche sulla Majella e sul massiccio del Gran Sasso. Di notte, il suo inconfondibile tracciato curvilineo alla fine del lungomare di Pescara è illuminato da led che cambiano colore ed è protagonista indiscusso di tutti i selfie.

Museo Cascella
Se amate la cultura e volete prendervi una pausa dalla vita da spiaggia, dedicate qualche ora alla scoperta del Museo Cascella che ne suoi locali ha visto passare intellettuali come D’Annunzio, Grazia Deledda, Luigi Pirandello e Giovanni Pascoli. Per mezzo secolo è stato al centro di un’intensa produzione artistica e grafica e ospita le opere di cinque generazioni di artisti della famiglia Cascella con 12 sale e oltre 500 tra mattonelle in ceramica, tele, dipinti e riviste d’arte che in questo edificio – un tempo importante stabilimento cromolitografico di Pescara – venivano stampate agli inizi del secolo scorso.

Casa di D’Annunzio
Tra le cose da vedere a Pescara non possono mancare le sale al primo piano dell’edificio in cui Gabriele D’Annunzio nacque e trascorse la sua infanzia in città perché è come fare un salto indietro nel tempo con interni e mobili ottocenteschi perfettamente conservati. Al suo interno sono conservati, inoltre, libri, foto e cimeli che raccontano la storia di uno dei più grandi scrittori italiani, ma vengono organizzate anche mostre ed esposizioni di artisti di fama internazionale. Il Museo casa natale Gabriele D’Annunzio si trova in corso Manthoné, 111 e potrete visitarlo tutti i giorni dell’anno dalle 8.30 alle 19.30.

Il lungomare
Città vivace dove il divertimento continua fino a tarda notte, Pescara è conosciuta anche per il suo lungomare che dal Ponte sul Mare prosegue in una spiaggia ininterrotta fino a raggiungere la vicina Montesilvano. E se durante il giorno non mancano le possibilità di rilassarsi presso gli attrezzati stabilimenti balneari – che spesso offrono anche animazione e piscina – alla sera, i ristoranti affacciati sulla spiaggia si trasformano e vi permetteranno non solo di mangiare in assoluto relax con ottime proposte per tutti i gusti, ma anche di sorseggiare un buon cocktail e ascoltare musica dal vivo.

I romantici trabocchi
Un po’ simili a palafitte e un po’ a curiosi animali con le zampe a mollo nell’acqua, i trabocchi sono delle macchine da pesca da cui partono dei lunghi bracci che servono a sostenere le reti che permettevano di catturare i branchi di pesci che si spostavano lungo la costa. Se i trabocchi più suggestivi sono quelli dell’omonima costa sul litorale della provincia di Chieti, anche a Pescara potrete trovarne degli esemplari nella zona del porto canale. E se alcune strutture sono private, altre sono state trasformate in bar e piccoli ristoranti alla moda in cui gustare cucina marinara.

Piazza Salotto, lo shopping e il profumo dei fiori
Il suo nome vero sarebbe piazza della Rinascita, ma gli abitanti di Pescara l’hanno ribattezzata piazza Salotto perché qui si viene per fare quattro chiacchiere grazie agli ampi spazi e alla zona completamente pedonale. Tra le cose da vedere qui ci sono bar, ristoranti, tanti negozi… e persino un elefante.

Niente paura, si tratta di una scultura di Vicentino Michetti che piacerà tantissimo ai bambini e che si trova nella zona sud della piazza vicino ai portici. Le vie attorno a piazza Salotto sono perfette per lo shopping e se visitate Pescara attorno al mese di aprile vi consigliamo di spingervi fino a via Milano dove potrete assistere alla fioritura di un incredibile glicine piantato nel 1930.

La pineta d’Avalos
Conosciuta anche con il nome di pineta dannunziana, questa riserva naturale di interesse provinciale si trova nella zona sud di Pescara. Al suo interno, la flora è quella tipica della macchia mediterranea con un piccolo lago al centro e il teatro monumentale Gabriele d’Annunzio, un’arena all’aperto utilizzata durante i mesi estivi per eventi e manifestazioni di tutti i tipi. Fu costruita nel 1963 in occasione dell’anniversario della nascita del poeta.

Passeggiate liberamente tra i sentieri alla ricerca di pace e tranquillità oppure partecipate alle visite guidate e ai laboratori didattici dedicati agli alberi e agli animali della zona… le cose da vedere per tutta la famiglia in questo angolo incontaminato di Pescara non mancano!

Ex Aurum
L’Aurum è un liquore a base di infuso di arance e brandy che rientra tra le specialità di Pescara e il cui nome venne scelto – si dice – su suggerimento di D’Annunzio. All’interno della pineta d’Avalos troverete l’imponente struttura a ferro di cavallo conosciuta come ex Aurum, la distilleria dove un tempo si produceva il liquore e dove oggi si tengono eventi e manifestazioni.

Disegnato nel 1910 dall’architetto Giovanni Michelucci, nell’edificio ci sono l’info point della pineta dannunziana, una sala di lettura e un giardino di forma irregolare dove passeggiare ammirando l’elegante portico e gli splendidi colori della struttura.

Cosa a vedere a Pescara, 8 meraviglie tra mare e d’Annunzio