Le migliori distillerie della Scozia da visitare

Il whisky è la bevanda più popolare di Scozia. Ecco le migliori distillerie dove lasciarsi stregare dal dolce nettare di questa terra antica e selvaggia

La Scozia è una terra meravigliosa, di un verde intenso e quasi magico, lussureggiante e al tempo stesso aspro e duro come la roccia preistorica che emerge dal sottosuolo e crea montagne e fiordi taglienti, scogli a picco sul mare, scenari mozzafiato di incantevole bellezza, castelli che rivivono di leggende antiche, così come antico è lo spirito indomito e orgoglioso degli scozzesi. La purezza, la magia e la forza elementale della Scozia è racchiusa nella sua bevanda d’elezione famosa ormai in tutto il mondo: il whisky, che in gaelico si dice uisge beatha, cioè acqua di vita. Sei sono i centri specializzati nella produzione del whisky scozzese, corrispondenti alle cinque regioni di Scozia più le isole: Campbeltown, Highlands, Islay, Lowlands, Speyside e le sue isole (Skye, Orkney o Orcadi, Mulla e Jura).

Le distillerie ancora attive sono circa 92. Piccoli pezzi di storia, di uomini, di torba e di acqua dove è possibile compiere percorsi di degustazione unici, adatti sia a collezionisti che a semplici appassionati, tra Blended (miscela di malto e grano di provenienze diverse) e pregiati Single Malt (100% orzo maltato monorigine). Un tour organizzato o in completa autonomia delle distillerie scozzesi è di certo un’ottima alternativa per conoscere a fondo una terra meravigliosa come la Scozia. Vediamo ora quali sono le migliori distillerie della Scozia che vale la pena inserire nel proprio tour alla scoperta dell’oro di Scozia.

Oban Distillery

Fondata nel 1794 dai fratelli John e Hugh Stevenson nell’omonima cittadina di Oban sulla costa occidentale delle Highlands, questa distilleria è una delle più antiche di Scozia e l’unica a trovarsi ancora all’interno di un centro urbano. Da non perdere la visita alle strutture coinvolte nel processo di fermentazione prima di degustare il loro eccezionale Single Malt torbato, cioè tostato in particolari forni alimentato a torba che gli conferiscono il suo sapore inconfondibile, tipico della regione dell’Argyll.

Blair Athol Distillery

Anche questa molto antica, la Blair Athol è stata fondata con l’originario nome di Aldour Distillery nel 1798 da John Stewart e Robert Robertson a Pitlochry nelle Highlands. La particolarità del whisky di Blair Athol è l’invecchiamento che prevede 12 anni in botti di sherry, che gli conferiscono il tipico sapore dolciastro. All’interno dello splendido edificio dalle forme tipiche delle Highlands scozzesi quasi interamente ricoperto di edera è possibile scegliere tra diversi percorsi di visita e di degustazione, alcuni dei quali prevedono anche un pranzo con la guida.

Talisker Distillery

Il bianco edificio della distilleria Talisker si trova dal 1830 a Carbost, adagiata davanti al fiordo di Loch Harport, sulla meravigliosa e incontaminata isola di Skye. Il whisky di Talisker è famoso in tutto il mondo per il suo sapore particolarmente salato. Nel poema The scotsman’s return from abroad il celebre scrittore scozzese Robert Louis Stevenson (1850-1894) arriva a definirlo “the kings of drinks”. Anche qui è possibile scegliere diversi tipi di tour, da quelli più semplici fino a quello che dura 2 ore e da la possibilità di assaggiare ben 5 tipi di whisky diversi.

Royal Lochnagar Distillery

A circa 20 min a piedi dal suggestivo castello di Balmoral nei pressi di Crathie, regione di Aberdeenshire nelle Highlands, si trova la distilleria Royal Lochnagar. Qui viene prodotto un pregevole Single Malt e una visita guidata permette di osservare da vicino i processi di produzione dalla raccolta dell’orzo all’imbottigliamento.

Tomatin Distillery

Nella cittadina di Inverness si trova invece la distilleria Tomatin, fondata nel 1897 con il nome di Tomatin Spey Distillery. Ingrediente principe che dona a questo whisky un sapore inconfondibile è l’acqua di sorgente delle montagne Monadhliath, unito all’uso di vecchie botti in rovere precedentemente utilizzate per il bourbon e lo sherry per l’invecchiamento.

Edradour Distillery

Questa è la più piccola distilleria della Scozia, fondata nel 1825 sulle colline nei dintorni di Pitlochry, nelle Highlands, a breve distanza da Blair Athol. Edradouré in gaelico significa “tra due fiumi” possiede una delle due botti più vecchie del mondo ed è riconosciuta in tutto il mondo come una delle migliori distillerie di Single Malt scozzese, reso unico dalle botti di sherry ambrato utilizzato per l’invecchiamento. Da non perdere anche la versione torbata, invecchiata in vecchie botti ex sherry ed ex bourbon e imbottigliata senza essere filtrata.

Caol Ila Distillery

Questa distilleria, fondata nel 1846 a Port Akaig sull’isola di Islay è nota tra gli intenditori per il suo whisky curiosamente pallido e caratterizzato da ricche note torbate e floreali. Caol Ila deriva dal gaelico Caol Ìle, che significa “suono di Islay”.

Bowmore Distillery

La Bowmore è invece la distilleria più antica dell’isola di Islay e dal 1779 segue inalterato un particolare metodo produttivo detto malting floor. Esso consiste nello stendere l’orzo maltato appena raccolto su pavimenti in pietra della distilleria prima di farlo essiccare sul classico fuoco di torba. Questo però non è il solo tesoro custodito gelosamente alla Bowmore Distillery. Il suo magazzino di stagionamento è infatti il più antico di Scozia e si trova nei seminterrati della distilleria al di sotto del livello del mare.

Glenmorangie Distillery

Nella cittadina di Tain, regione del Ross-shire, la Glenmorangie Distillery produce uno dei whisky single malt più apprezzati di Scozia. Prodotto principe della distilleria è chiamato The Original ed è un single malt invecchiato di 10 anni prodotti dagli alambicchi più alti di tutta la Scozia, appositamente brevettati. L’acqua utilizzata nella produzione proviene dalle vicine Tarlogie Springs, mentre nei magazzini si possono ammirare ancora oggi gli antichi pavimenti in terracotta e le botti realizzate principalmente con rovere americano, sherry e sauternes.

Laphroaig Distillery

La celebre Laphroaig Distillery e i suoi iconici Single Malt conosciuti ormai in tutto il mondo si trovano nell’omonima località dell’isola di Islay dal 1815, proprio di fianco agli stabilimenti di un altro celebre whisky: la Lagavulin Distillery. Nonostante il respiro internazionale del suo whisky, il maltaggio conserva ancora la sua anima antica e tradizionale in quanto ancora oggi lavorato a mano direttamente in loco.

Lagavulin Distillery

A fianco di Laphroaig, dal 1816 esiste anche Lagavulin, il cui Single Malt invecchiato 16 anni è oggi famoso in tutto il mondo, nonostante sia meno “facile” di Laphroaig, incontra oggi altrettante folte schiere di estimatori.

Glenlivet Distillery

A Ballindalloch, nello Speyside, dal 1824 la distilleria Glenlivet produce single malt estremamente pregiati e di fama mondiale con acqua purissima di alcune fonti situate sulle colline circostanti e orzo maltato del Banffshire. La visita allo stabilimento che illustra il processo quotidiano di distillazione del whisky ben si conclude con una classica degustazione e una fetta di torta al whisky all’Old Maltings Coffe Shop.

Glenfiddich Distillery

Fondata nel 1886 da William Grant a Dufftown nelle Highlands, il suo nome in gaelico significa “valle dei cervi”. La visita guidata permette di scoprire la storia di questa distilleria a conduzione familiare e i segreti che si nascondono nello storico edificio in pietra, cuore pulsante della produzione di uno dei whisky single Malt più venduti al mondo.

glencoe

Il verde delle colline scozzesi @123rf

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le migliori distillerie della Scozia da visitare