Stromboli e Filicudi, le isole afrodisiache secondo la CNN

Due delle splendide isole Eolie avrebbero un potere straordinario, legato al loro lato afrodisiaco

L’arcipelago delle Eolie è un paradiso di rara bellezza: clima splendido, panorami mozzafiato e una natura incontaminata, per non parlare naturalmente delle incantevoli spiagge lambite da acque cristalline. Tuttavia, pare che due isole in particolare possiedano una caratteristica molto… “caliente“.

Secondo la CNN, infatti, Stromboli e Filicudi sarebbero due vere oasi afrodisiache, in grado di scatenare sensualità e desiderio in coloro che si trovano a visitare le loro meraviglie. Le due isole avrebbero per questo guadagnato il nome di “atolli della fertilità”, e gli abitanti locali sarebbero convinti dell’esistenza di un vero e proprio pellegrinaggio sessuale da parte di coppie alla ricerca di intimità, di giovani sposi che desiderano un figlio o di single ancora in attesa dell’anima gemella.

Ma come può un’isola conquistare una tale fama? Le caratteristiche principali ad aver reso Stromboli e Filicudi dei paradisi per gli amanti sarebbero la loro natura sensuale, le calde acque termali che sgorgano dalle loro rocce e un’atmosfera unica, fatta di odori e di sapori inimitabili. Tuttavia, ciascuna delle due isole possiede particolari segni distintivi che avrebbero contribuito a farle diventare afrodisiache.

Lo Stromboli è uno dei vulcani più attivi al mondo, con eruzioni molto frequenti che si manifestano con sbuffi di fumo, boati profondi e palpitazioni della terra. Un insieme di stimoli che, a quanto pare, avrebbe un effetto “piccante” sui turisti, pronti a lasciarsi andare alle emozioni più forti. Il paesaggio, d’altronde, offre visioni magiche: i fianchi del vulcano sono costellati di colate laviche che assomigliano a cicatrici sulla crosta terrestre, mentre qua e là i colori della natura riprendono il sopravvento.

E quando la notte scende, il buio può infrangersi a causa di un’eruzione improvvisa: il cielo diventa rosso, la terra trema e l’atmosfera si scalda. Un vero fuoco sembra esplodere dalle viscere della terra, e non solo. Tuttavia, durante le ore più scure non è solo il vulcano a regalare emozioni intense. Si dice infatti che una particolare pianta, il Cestrum nocturnum, possieda proprietà afrodisiache, che la fragranza dei suoi fiori, pronti ad aprirsi solo al calar del sole, accenda la passione e aumenti la fertilità.

Anche l’isola di Filicudi possiede una sensualità bizzarra, data dai suoi faraglioni che emergono dalle acque, stagliandosi imponenti verso il cielo, e dalle tante grotte che si insinuano tra le profondità della terra. Due simboli ancestrali, che richiamano altrettanti elementi pregni di sessualità. Addirittura, alcuni pescatori organizzano un tour in barca sino ad un faraglione chiamato La Canna, per la sua forma particolare. Si dice che le giovani donne che accarezzino la sua roccia siano più propense a trovare l’amore.

Mentre la Grotta degli innamorati, a quanto pare, possiede uno charme afrodisiaco tale da far soccombere alle sue lusinghe ogni coppia che si addentri nelle sue viscere. Secondo la leggenda, gli sposini vi si recherebbero per lasciarsi andare alla passione, e ne uscirebbero immancabilmente in tre, con un bebè in grembo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Stromboli e Filicudi, le isole afrodisiache secondo la CNN