Il “Forbes” elogia la Puglia e il suo vino

I suoi rinomati vini e l'avanguardia nella loro produzione hanno reso la Puglia un esempio da celebrare

L’Italia è patria di splendidi paesaggi naturali e tradizioni enogastronomiche tali da aver dato notorietà al nostro Paese anche oltreoceano. E la Puglia, in particolar modo, ha conquistato Forbes con i suoi splendidi vigneti e una produzione viticola all’avanguardia.

“In nessun luogo sulla terra la bellezza naturale, il cibo e il vino sono così intimamente intrecciati come in Italia” – si legge sulla rivista statunitense, che trova nella Puglia il pieno fiorire di queste tre entità in una florida tradizione che ogni anno attira migliaia di turisti. Dolci colline ricoperte di vigneti, antiche masserie e l’incredibile azzurro del mare in lontananza fanno di questa regione un capolavoro paesaggistico tutto da scoprire.

Ed è proprio nella produzione di vino che il tacco d’Italia ha trovato il suo massimo splendore, dando vita ad un commercio che ha superato ben presto i confini nazionali e ha raggiunto successo a livello mondiale. Con ben 32 etichette DOC e 4 etichette DOCG, la regione riesce a mantenere inalterate le sue tradizioni pur arrivando ad avere un processo produttivo all’avanguardia – probabilmente il suo vero punto di forza.

La Puglia è il secondo produttore italiano di vini biologici (dopo la Sicilia), facendo uso minimo di prodotti chimici. Inoltre nella vinificazione ha ridotto gli scarti in maniera efficiente e ha reso ottimale l’utilizzo dei metodi di produzione, rendendo la sua tecnologia sempre più moderna. I numeri confermano il grande successo pugliese: il 90% dell’imbottigliamento viene venduto all’estero. Il merito è anche dell’attenzione ai prezzi, che permettono ad una vasta utenza di acquistare i vini più pregiati della regione.

Ma l’economia pugliese può vantare un altro primato: il turismo enogastronomico trova qui il suo massimo successo, con migliaia di viaggiatori che approdano tra le sue meraviglie per gustare i prodotti locali e i sapori tipici. L’entroterra di Foggia con le vette dei Monti della Daunia, dove uliveti e vigneti fanno splendida mostra di sé, la vasta area delle Murge, con i caratteristici trulli e le ampie distese di piante da frutto, le bellissime masserie della Valle d’Itria, dove godere della calorosa accoglienza e dei buonissimi piatti tipici. E naturalmente il Salento, terra di spiagge incantevoli e di città d’arte di grande pregio.

In tutta la regione si possono assaporare alcuni dei vini più buoni e pregiati d’Italia: il Primitivo, il Negramano, il Nero di Troia tra i rossi e il Bianco d’Alessano, il Martina Franca e il Malvasia Bianca Lunga tra i bianchi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il “Forbes” elogia la Puglia e il suo vino