Riapre quest’estate il Castello di Aymavilles in Val d’Aosta

Sulle alture della Valle di Cogne c'è un bellissimo castello che sembra uscito da un libro di fiabe

Riaprirà al pubblico nell’estate 2019 il Castello di Aymavilles, sulle alture della Valle di Cogne.

Da qui, in epoca romana, passava la via delle Gallie, una strada consolare fatta costruire da Augusto per collegare la Pianura Padana con la Gallia. Il castello sorge così in una posizione strategica, e oggi può essere ammirato in tutta la sua maestosità e particolarità.

Le quattro torri cilindriche che caratterizzano l’edificio, abbellite da merli e beccatelli, furono aggiunte al corpo centrale del castello da un nobile valdostano, un certo Aimone di Challant, a metà del ‘300. Prima di allora il suo aspetto era quello di un ‘cubo’ che aveva semplicemente uno scopo difensivo. Tanto da essere completamente circondato da due altissime mura di cinta accessibili tramite un ponte levatoio. Né le mura né il ponte esistono più.

Fu solo intorno al 1730 che il barone Giuseppe Felice di Challant ricavò i loggiati tra le torri ed eliminò molti dei precedenti apparati difensivi, dando agli interni un aspetto Barocco. Aggiunse, però, l’imponente scalinata di accesso al maniero. Le quattro torri, fatte di tufo e travertino, sono collegate tra loro da un sistema di gallerie e di logge.

Dopo l’estinzione della famiglia Challant, il castello passò nelle mani di diversi proprietari. Acquisito nel 1970 dalla Regione, oggi è oggetto di un intervento di restauro e di valorizzazione volto a renderlo fruibile al pubblico con un percorso museale. L’allestimento del nuovo museo nel castello di Aymavilles prevede da un lato di raccontare la sua storia, attraverso il recupero dell’edificio e delle fasi salienti della sua trasformazione, dall’altro di ospitare l’importante raccolta d’arte e archeologia dell’Académie Saint-Anselme.

Accanto al castello sorge ancora oggi un piccolo edificio con il tetto tradizionale di pietra che, un tempo, ospitava le stalle.

Il Castello di Aymavilles si trova nell’alta Val d’Aosta, una zona ricca di castelli. Se ne contano all’incirca cento. Non lontano da qui, a Sarre, sulla strada che porta a Courmayeur, a circa 5 km da Aosta, si trova infatti, il Castello Reale di Sarre, acquistato dai Savoia nel 1869 e utilizzato durante i loro soggiorni di caccia. Di particolare interesse è la sala con i trofei delle partite di caccia, decorata con centinaia di corna di camosci e di stambecchi. Questo castello è già aperto al pubblico tutto l’anno.

castello-aymaville

Riapre quest’estate il Castello di Aymavilles in Val d&#821...