USA: riapre l’hotel dello scandalo Watergate, e lancia una sfida ai turisti

Il Watergate Hotel di Washington riapre i battenti e propone un'interessante sfida a tutti coloro che vi alloggeranno

A Washington ha sede un hotel molto famoso, divenuto noto a causa di uno scandalo che ha sconvolto la politica americana. Stiamo parlando del Watergate Hotel, che ha dato il nome al suddetto scandalo.

Nel 1972, al sesto piano dell’imponente struttura che ospita anche il lussuoso hotel, aveva la sede il Comitato nazionale del Partito Democratico. In un giorno di giugno, grazie a un’inchiesta condotta dai due reporter Bob Woodward e Carl Bernstein del The Washington Post, emersero alcune intercettazioni che permisero di portare a galla una vicenda incresciosa, che da quel momento venne chiamata lo scandalo Watergate.

Questo avvenimento portò alle dimissioni del Presidente degli Stati Uniti Richard Nixon ed ebbe vasta eco mediatica a livello internazionale. Ancora oggi, viene considerato uno degli eventi politici che più fece scalpore.

Ebbene, tutti coloro che hanno studiato approfonditamente il Watergate e che ne sono rimasti colpiti potranno approfittare della sorpresa che l’hotel di Washington ha intenzione di riservare ai suoi ospiti.

La struttura è infatti rimasta chiusa per 10 anni, un lungo lasso di tempo dedicato alla ristrutturazione e al restyling. Ora che ha riaperto i battenti, il Watergate Hotel ha deciso di proporre un’appassionante sfida a coloro che alloggeranno presso il suo edificio. Una sfida a tema, ovviamente.

In occasione del 47esimo anniversario dello scandalo, ecco predisposto un simpatico e appassionante gioco: cercare di violare la cassaforte che si trova all’interno del The next whiskey bar, uno dei locali situati all’interno della struttura. Che cosa racchiude la cassaforte?

The Watergate Hotel

La Rose Suite | Fonte: Facebook (The Watergate Hotel)

Il premio è davvero prestigioso, dal momento che si tratta di una bottiglia di whiskey. E non certo una qualunque, bensì un pregiatissimo The Last Drop 1960, di cui sono state prodotte unicamente 1347 bottiglie. Se pensate che oltre la metà di quelle bottiglie, una volta aperta, è risultata imbevibile, ecco che il mistero si fa ancora più fitto e coinvolgente.

Ovviamente, ogni dettaglio è accuratamente pensato che per regalare un’esperienza unica. Qui e là saranno sparsi indizi per permettere agli “investigatori” di scoprire la chiave d’accesso per aprire la cassaforte. E per quel tocco in più, sarà disponibile anche la famigerata Scandal Room 214, allestita dalla costumista di Hollywood Lyn Paolo in pieno spirito anni ’70.

watergate hotel

La Presidential Suite | Fonte: Facebook (The Watergate Hotel)

USA: riapre l’hotel dello scandalo Watergate, e lancia una sfida...