Riaperture delle spiagge: il calendario regione per regione

Il calendario di quando riapriranno le spiagge in ogni regione d'Italia e le regole da seguire per un'estate sicura e serena

L’estate è alle porte e la voglia di tornare a sentirsi liberi e di rilassarsi sulle straordinarie spiagge italiane è sempre di più. Tuttavia, ogni zona d’Italia segue un calendario differente per quanto riguarda le riaperture. Ecco quando inizierà la stagione balneare in ogni regione d’Italia rigorosamente illustrate in ordine alfabetico.

Abruzzo

Un vero e proprio capolavoro di regione del nostro Paese è l’Abruzzo che ha riaperto gli stabilimenti balneari il giorno 26 aprile, ma solo per le attività di elioterapia, bar e ristorazione all’aperto. La vera e propria apertura delle spiagge per la balneazione è fissata al giorno 1 giugno.
Prenota ora la tua vacanza in Abruzzo.

Basilicata

A partire dal giorno 10 maggio anche la regione Basilicata è passata in zona gialla. Una buonissima notizia che permette anche la riapertura degli stabilimenti balneari proprio a partire da questa settimana.
Prenota ora la tua vacanza in Basilicata.

Calabria

Stessa situazione per la regione Calabria e per le sue spiagge paradisiache. Questa, infatti, si trova di nuovo in zona gialla a partire dal 10 maggio. Motivo per cui in questi giorni ricominceranno i lavori di riapertura.
Prenota ora la tua vacanza in Calabria.

Emilia Romagna

Quella dell’Emilia-Romagna è forse la riviera più amati dagli italiani. E la buona notizia è che già dal 1° maggio circa la metà degli stabilimenti balneari è entrato in funzione. Inoltre, il Sindacato italiano balneari (Sib) ha fatto sapere che entro il 15 dello stesso mese tutte le spiagge potranno riaprire.
Prenota ora la tua vacanza in Emilia Romagna.

Friuli Venezia Giulia

Sarà possibile tornare ad ammirare e rilassarsi nelle splendide spiagge del Friuli-Venezia Giulia a partire dal 15 maggio. Tuttavia, molti stabilimenti della zona hanno annunciato che potrebbero posticipare la data di avvio della stagione.
Prenota ora la tua vacanza in Friuli Venezia Giulia.

Lazio

La regione Lazio ha dato il via alla sua stagione balneare il giorno 1 maggio lasciando, tuttavia, carta bianca ai comuni. In seguito alle ordinanze comunali sono già partite le spiagge di San Felice Circeo, Ponza, Sperlonga, Terracina e Santa Marinella, mentre tra l’8 e il 15 maggio toccherà anche a Sabaudia, Ostia, Fiumicino Fondi e Gaeta così come al litorale del viterbese.
Prenota ora la tua vacanza nel Lazio.

Liguria

Regione che conta il maggior numero di Bandiere Blu del 2021 è la Liguria dove la balneazione è già cominciata il 1° maggio con il 30% degli stabilimenti in funzione. Gli altri porteranno in spiaggia lettini e ombrelloni a partire dal 15 maggio.
Prenota ora la tua vacanza in Liguria.

Marche

Il bellissimo litorale marchigiano, invece, ha ripreso le attività dal 26 aprile, ma limitatamente all’elioterapia. La balneazione con servizio di salvataggio sarà possibile il primo weekend di giugno (giorni 5 e 6) e poi continuativamente a partire dal secondo weekend di giugno fino a settembre.
Prenota ora la tua vacanza nelle Marche.

Molise

Piccolo ma assolutamente meraviglioso è il Molise che darà il via alla sua stagione balneare a partire dal giorno 15 maggio.
Prenota ora la tua vacanza in Molise.

Puglia
Meta amatissima per l’estate dai turisti di tutto il mondo è la Puglia che inizierà ufficialmente la stagione balneare con l’apertura degli stabilimenti il 15 maggio.
Prenota ora la tua vacanza in Puglia.

Sardegna

Attualmente la favolosa regione Sardegna si trova in zona arancione. Teoricamente le spiagge sono aperte dal 1° maggio, ma gli scarsi flussi turistici in entrata stanno condizionando l’avvio della stagione, tranne la zona di Cagliari e poche altre località potenzialmente operative tutto l’anno con clientela locale. La data di ritorno in zona gialla dovrebbe essere il 17 maggio o il 22 dello stesso mese, date che ufficialmente faranno partire la stagione estiva.
Prenota ora la tua vacanza in Sardegna.

Sicilia

I paradisi marini della Sicilia ripartiranno dal giorno 16 maggio, mentre dall’11 giugno inizierà la stagione degli abbonamenti.
Prenota ora la tua vacanza in Sicilia.

Toscana

La Toscana, considerata una delle regioni più belle d’Italia, si muove in ordine sparso. Questo vuol dire che alcuni stabilimenti hanno già riaperto, mentre altri apriranno ufficialmente il 15 maggio. Gli ultimi, infine, spalancheranno gli ombrelloni a fine mese.
Prenota ora la tua vacanza in Toscana.

Veneto

Infine il Veneto, dove qualche stabilimento ha già aperto i battenti da questo weekend (8-9 maggio) a Chioggia, Jesolo e Caorle. Ma il grosso delle aperture (compresi i campeggi) avverrà tra il 15 e il 22 maggio, mentre si prevede che tutta la costa veneta sarà aperta e in pieno regime entro sabato 22 maggio.
Prenota ora la tua vacanza in Veneto.

Le regole sa seguire nelle spiagge italiane

Si ricorda, tuttavia, che come per il 2020 anche quest’anno ci saranno delle regole da seguire. In base alle nuove linee guida regionali le norme da rispettare per quanto riguarda la frequentazione delle spiagge (sia quelle in concessione, sia quelle libere) sono le stesse dell’anno scorso.

In sostanza, per gli stabilimenti balneari è necessario mantenere un distanziamento tra gli ombrelloni che garantisca almeno 10 mq per ognuno; una distanza di almeno un metro tra le attrezzature di spiaggia (lettini, sedie a sdraio), quando non sono posizionate nel posto ombrellone; una regolare e frequente pulizia e disinfezione delle aree comuni (spogliatoi, cabine, docce, servizi igienici, eccetera) e delle attrezzature di spiaggia.

Per quanto riguarda le spiagge libere, andrà garantita una distanza di sicurezza di almeno un metro tra le persone. Gli ombrelloni dovranno essere distanziati come nel caso degli stabilimenti, e dovranno essere effettuati interventi di pulizia e disinfezione dei servizi eventualmente presenti. Si suggerisce, inoltre, la presenza di un addetto alla sorveglianza, al fine di assicurare il rispetto della distanza di sicurezza di almeno 1 metro tra le persone e gli interventi di pulizia e disinfezione dei servizi eventualmente presenti.

Sarà possibile, infine, praticare gli li sport individuali da spiaggia (come i racchettoni) o in acqua (nuoto, surf,windsurf, kitesurf) nel rispetto delle misure di distanziamento interpersonale.

Ricordiamo, inoltre, che tramite il portale Safetybeach.it che sarà attivo a partire dal 1° giugno 2021, si potranno identificare tutti gli stabilimenti balneari aderenti al progetto che applicano rigidi protocolli, attenendosi a un modello di gestione e di sanificazione condiviso.

Le “Safety Beach” si troveranno in alcune località di villeggiatura della Liguria, della Toscana, dell’Emiglia-Romagna, del Lazio, del Molise, delle Marche, della Puglia, della Calabria e della Campania. In Liguria, per esempio, ci sono le spiagge Varazze, Pietra Ligure, Ceriale, Albenga, Arma di Taggia, Bordighera, Laigueglia, Alassio, Andora, Cogoleto, Arenzano, Genova-Santa Margherita Ligure.

In Toscana, invece, quelle di Carrara, Marina di Pisa, Viareggio, Tirrenia, Cecina. Nel Lazio ci sarà la spiaggia di Gaeta. Sulla Riviera Romagnola quelle di Rimini e Riccione. Nel Molise sarà “safe” la spiaggia di Termoli. Nelle Marche lo sarà la spiaggia di San Benedetto del Tronto. In Puglia ci sarà la spiaggia di Monopoli, in Campania quella di Paestum e in Calabria la spiaggia di Palmi.

A rendere riconoscibili gli stabilimenti balneari saranno delle bandierine che indicano che quella è una spiaggia riconosciuta come “Safety Beach”, delle colonnine con dispenser di gel per le mani, di segnaletiche che indicano le regole comportamentali, dell’utilizzo di presidi medico chirurgici per la sanificazione, di gadget educativi per i bambini, ma soprattutto con un attento controllo delle regole stabilite dal governo.

Non resta che preparasi per trascorre un’estate da sogno (e in sicurezza) nelle tantissime e straordinarie spiagge italiane.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Riaperture delle spiagge: il calendario regione per regione