Questo gatto non è potuto salire in aereo perché grasso. Il padrone ha escogitato un piano

Il gatto non può viaggiare in cabina? Allora lo scambio

Gli animali, per chi li possiede, sono come dei figli. Danno amore e rendono felici come pochi altri, e faremmo di tutto per il loro bene. Anche ingannare una compagnia aerea con un piano davvero “diabolico” per viaggiare il nostro amico peloso in cabina con noi, proprio come ha fatto il 34enne russo Mikhail Galin.

Le regolamentazioni aeree sono cambiate molto in questi anni, nonostante i numerosi oggetti che non si possono portare a bordo, almeno ai nostri amici a quattro zampe è concesso viaggiare in cabina ammesso che siano di piccole dimensioni. Certamente ci sono delle regole da rispettare che variano da compagnia a compagnia ed è bene informarsi prima di acquistare il biglietto.

Tutto è iniziato quando Mikhail e il suo gatto Viktor dovevano volare da Riga a Vladivostok, facendo uno scalo a Mosca. Il peso di Viktor, però, superava di 10 chili il limite consentito dalla compagnia aerea Aeroflot e quindi non poteva viaggiare in cabina.

Mikhail preoccupato per la salute di Viktor, se avesse dovuto viaggiare per 8 ore in stiva, ha deciso di ovviare il problema presentandosi in aeroporto accompagnato da un’altra persona proprietaria di un gatto più magro. Quando è arrivato ai controlli, ha presentato alla compagnia il gatto con meno chili per poi scambiarlo subito dopo con il suo Viktor che ha viaggiato addirittura in business class.

Dopo aver preso coscienza del problema, Mikhail ha acquistato un altro biglietto (in business) inserendo dati non veritieri sul peso di Viktor e utilizzando l’immagine di un gatto più snello presa dal web. Una mossa davvero furba e anche vincente che, ingenuamente, ha voluto raccontare su Facebook facendo il giro del mondo e arrivando anche alle orecchie della compagnia.

Aeroflot ha indagato su quanto accaduto, recuperando i filmati a circuito chiuso che dimostrano lo scambio di Viktor con il gatto più magro e ha punito Mikhail cancellandogli tutte le miglia che aveva accumulato in 14 anni di viaggi. Una punizione un po’ esagerata, forse. Tuttavia, la compagnia non può più fare nulla e chi ci ha guadagnato maggiormente da questa vicenda è proprio Viktor, che ha viaggiato comodamente in business class con il suo padrone.

gatto-aereo

Viktor e il padrone Mikhail – fonte: Instagram

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Questo gatto non è potuto salire in aereo perché grasso. Il padrone ...