Plane-spotting: che cos’è e come si comincia

Il plane spotting è un fenomeno che negli ultimi tempi sta prendendo sempre più piede in tutto il mondo. Ecco brevemente in cosa consiste e come praticarlo

Il plane spotting si sta espandendo in tutto il mondo. Si tratta della capacità di riconoscere con una semplice occhiata il costruttore e il modello di un aereo, così come raccontare qualche aneddoto e caratteristica particolare a riguardo. A tutti è capitato almeno una volta di sedersi accanto ad un campione di questa “disciplina” durante un viaggio. Negli ultimi tempi molte aerolinee ed applicazioni permettono ai fanatici dell’aviazione di tracciare i voli e condividere fotografie ed esperienze, trasformando il plane spotting in un hobby ancora più allettante. Se prima c’era il birdwatching, adesso ci si dedica ad ammirare ed a studiare questi uccelli d’acciaio. É arrivata l’ora di prendere in mano i binocoli e con qualche suggerimento possiamo prendere parte a questo passatempo.

Non tutti riescono a identificare un aereo da lontano, poichè è un’abilità che si acquisisce con il tempo e l’esperienza. Li si può riconoscere dalle linee generali, ma ci sono dei dettagli che sono caratteristici di certi produttori e di certi modelli. Per esempio, si può iniziare a distinguerli a partire dal numero di motori oppure dalla dimensioni dei velivoli per le lunghe distanze oppure dalle dimensioni ridotte per i voli privati o brevi. Altri suggerimenti si possono trovare nel muso, nella posizione della coda, nella forma delle ali, nel numero di portelloni, nel carrello di atterragio, nella posizione dello stabilizzatore orizzontale vicino alla coda e infine anche nella forma della finestra della cabina di pilotaggio. Addirittura, c’è chi riesce a distinguere un Boeing da un Airbus di notte grazie al lampeggiare dello strobo.

Questi due modelli possono essere a loro volta divisi in due categorie: a corpo stretto ed a corpo largo. I primi hanno un solo corridoio, mentre i secondi ne hanno due. Inoltre, ci sono solo tre tipi di aerei forniti di quattro motori: il Boeing 747s e gli Airbus A340s e A380s. Allo stesso modo, il 777 è l’unico con tre ruote nel carrello di atterraggio, così come cinque porte su ogni lato dell’aeromobile. Saremo sicuri di guardare un Airbus A350 poichè possiede wingtip arricciate. Un elemento inconfondibile è sicuramente il rumore dei motori, ma anche quest’abilità si acquisisce con anni di plane spotting. Passati al livello di esperti, potremo iniziare a notare velivoli prodotti da altri costruttori, proprio come se fossero uccelli rari, come lo sono i Bombardier ed gli Embraer, ma purtroppo stanno diminuendo di numero.

Plane-spotting: che cos’è e come si comincia