Il Natale a Orvieto è un gioco di luci, arte e colori sui palazzi del borgo

Orvieto celebra la magia del Natale con scenografiche installazioni luminose che raccontano le innumerevoli meraviglie del borgo, da "scartare" tutto l'anno

Arte, luci, bellezza. A Orvieto la magica atmosfera natalizia rivive in scenografiche installazioni luminose, che riaccendono la speranza e la fiducia nel cuore di chi le ammira.

“A Natale regalati Orvieto”: questo il titolo dell’evento che per tutta la durata delle feste illumina vie, piazze e palazzi storici del centro storico del piccolo borgo dell’Umbria che nasconde una città sotterranea. Fulcro dello splendido allestimento colorato, il Museo dell’Opera del Duomo, il Palazzo del Capitano del Popolo e la sede del Municipio con la torre e la chiesa di Sant’Andrea.

In piazza Duomo lo spettacolo continua con una stella cometa gigante lunga 17 metri, mentre il grande e suggestivo albero di luce quest’anno è stato posizionato in piazza del Popolo, vista l’impossibilità di realizzarlo nel famoso pozzo di San Patrizio, chiuso a causa delle limitazioni legate all’emergenza sanitaria.

I temi scelti per le installazioni sono un rimando a forme e simboli che raccontano parte della storia artistica di uno dei borghi più belli dell’Umbria. A cominciare dalla facciata dell’Opera del Duomo, dove sono proiettati personaggi ripresi dai preziosi affreschi di Luca Signorelli che impreziosiscono la Cappella di San Brizio.

Sul Palazzo del Capitano del Popolo e sulla chiesa di Sant’Andrea si possono, invece, ammirare le decorazioni e i fregi che si ispirano ai decori delle rinomate ceramiche di Orvieto, che vantano una storia millenaria, con rielaborazioni dei classici elementi decorativi medievali delle tradizionali maioliche orvietane, declinati in chiave Art Déco.

Soffermandosi sull’installazione della chiesa di Sant’Andrea si può scorgere in tutta la sua bellezza anche l’Adorazione dei Magi, ripresa da uno degli splendidi bassorilievi che adornano la facciata del Duomo. Infine, sul palazzo comunale illuminato a festa vediamo stagliarsi i quattro simboli dello stemma del Comune, ovvero la Croce, l’Aquila, il Leone e l’Oca.

L’emozione continua lungo via Malabranca, dal belvedere davanti a Palazzo Petrangeli, da dove si può ammirare un singolare presepe di arazzi realizzato sui tetti del quartiere medievale, con l’intento di mantenere viva la vocazione della parte più antica della città a “quartiere dei presepi”. Gli arazzi rappresentano aspetti di vita quotidiana nel Medioevo, mestieri antichi e scene rurali.

Raccontando attraverso questo gioco di colori e luci le sue innumerevoli meraviglie, la città di Orvieto vuole dare un messaggio di speranza e fiducia in un periodo così difficile e al tempo stesso presentarsi come un regalo da “scartare” non solo a Natale, bensì tutto l’anno.

Il Natale a Orvieto è un gioco di luci e colori sui palazzi della città

Natale a Orvieto, arte e luci sui palazzi storici

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il Natale a Orvieto è un gioco di luci, arte e colori sui palazzi del...