Tour tra i quartieri a luci rosse d’Europa

Dal Red Light District di Amsterdam al quartiere parigino Pigalle, dalla londinese Soho a Sankt Pauli ad Amburgo, un tour per le zone più trasgressive d'Europa

In molti Paesi europei la prostituzione è legalizzata. Che siate d’accordo o meno, non c’è dubbio che questa attività eserciti uno strano fascino su molte persone. I quartieri in cui le prostitute lavorano e dove sono anche presenti locali erotici o sexy shop sono infatti considerati come importantissime attrazioni turistiche e come fonti di reddito. Vi proponiamo un elenco delle zone più caratteristiche, almeno sotto questo punto di vista, vale la pena visitarle almeno una volta nella vita.

Quando si parla di trasgressione non c’è dubbio che Amsterdam sia la città per eccellenza, con il suo Red Light District, dove le donne si mettono in vetrina per attirare clienti.

A Parigi tutti conoscono Pigalle, qui ci sono numerosi sexy shop e diversi locali erotici, oltre al famosissimo Mulin Rouge. Non tutti però sanno dell’esistenza di un altro quartiere altrettanto trasgressivo, si tratta di Boulevard di Saint Denis, storica via peccaminosa nel centro della capitale francese.

In Germania Amburgo di notte si spoglia di ogni formalismo e apre le porte del divertimento nel suo pittoresco quartiere a luci rosse di Sankt Pauli.

Impossibile non citare Soho, il noto quartiere londinese dove i locali erotici la fanno da padrone.

Ad Istanbul, presso il quartiere di Karakoy c’è una strada, Zürafa Sokak, dove tra antiche sinagoghe e moschee sorgono alcune case in cui le prostitute regolari della città svolgono la loro attività.

Da segnalare sicuramente anche Budapest. La capitale ungherese per molti anni è stata unicamente meta del turismo sessuale. Con il tempo le cose sono per fortuna cambiate. Oggi comunque la città è ricca di locali notturni dove è possibile assistere a spettacoli erotici di ogni genere.

 

Tour tra i quartieri a luci rosse d’Europa