L’Italia riapre le frontiere: dal 3 giugno si può viaggiare in Europa

Nuova svolta per il turismo: tra poche settimane si potrà tornare a viaggiare verso l'Europa

Basta volare con la fantasia: è tempo, ora, di ricominciare a viaggiare davvero. L’Italia allenta le misure restrittive per attraversare i confini nazionali, cercando così di dare nuovo slancio al turismo del nostro Paese. Vediamo nel dettaglio le ultime novità, per capire quando #torneremoaviaggiare.

A partire dal 3 giugno 2020, l’Italia riapre le sue frontiere ai Paesi dell’area Schengen, inclusi la Svizzera e Monaco. Sarà dunque possibile, per i visitatori stranieri, entrare nel nostro territorio senza doversi sottoporre ai 14 giorni di quarantena attualmente previsti. L’iniziativa, volta a far ripartire il turismo, permetterà dunque ai viaggiatori di tornare a scoprire le meraviglie dell’Italia, senza tuttavia rinunciare alle principali misure di sicurezza. Come abbiamo visto, sta infatti per cambiare il nostro modo di viaggiare.

Mentre i principali aeroporti italiani tornano ad aprire i loro terminal, studiando contemporaneamente un protocollo idoneo a garantire ai passeggeri di volare senza rischi, le compagnie aeree avranno delle precise misure di sicurezza da rispettare: secondo quanto annunciato dall’UE, a bordo non sarà necessario lasciare posti vuoti tra i passeggeri, ma si dovrà utilizzare la mascherina e ogni altro dispositivo di protezione che verrà giudicato idoneo. Per quanto riguarda gli altri mezzi di trasporto pubblici, invece, si dovrà ridurre il numero di viaggiatori a bordo per garantire il distanziamento sociale.

Torniamo invece alle frontiere aperte: ciò significa che, dal 3 giugno, i turisti stranieri potranno venire in Italia e che gli italiani potranno spostarsi liberamente al di fuori dei confini del Belpaese. Ma quali sono gli Stati verso cui potremo fare rotta? In Europa, sono ancora molti i Paesi che hanno chiuso le frontiere o che chiedono il rispetto dei 14 giorni di quarantena per i viaggiatori – provvedimento che rende praticamente impossibile la ripresa del turismo.

Al momento, la Slovenia è il primo Paese ad aver riaperto i suoi confini: nessun isolamento per i turisti in arrivo, ma rimangono in vigore altre importanti misure di sicurezza come il distanziamento sociale. Anche la Svizzera permetterà ai viaggiatori italiani di varcare la frontiera, mentre gli altri Paesi sono ancora cauti sul tema della riapertura. La Germania, ad esempio, ha annunciato il via libera ai turisti provenienti dall’UE a partire dal 15 giugno, ma per il momento sono esclusi i viaggiatori che arrivano da Italia e Spagna. Anche la Grecia sta allentando le misure di sicurezza, così come la Francia e la Gran Bretagna.

Le novità sulla riapertura delle frontiere dei Paesi europei sono in continuo divenire, quindi dovremo aspettare ancora qualche giorno per fare il punto della situazione con maggiore chiarezza. Permane invece lo stop agli spostamenti verso il resto del mondo, almeno sino al 15 giugno.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’Italia riapre le frontiere: dal 3 giugno si può viaggiare in ...