Corona “Virtus”: i luoghi del mondo che stanno diventando più belli

Così durante la quarantena la natura continua a vivere e a splendere più che mai

E così, mentre la quarantena ci costringe ad allontanarci dalle strade, ecco che qualcosa di meravigliosamente incredibile accade: la natura si sta riappropriando dei suoi spazi.

gli effetti benefici dell'epidemia sul mondo

Milano – Fonte 123rf

Il cielo è tornato ad essere azzurro, ora che il traffico è inesistente e l’utilizzo delle automobili è limitato, basta affacciarci dalla finestra per vedere come lo scenario in queste settimane sia cambiato. Lo conferma anche la NASA: la concentrazione di biossido di azoto nell’atmosfera è crollata vertiginosamente restituendo al cielo il suo colore originario.

Quando il sole brilla in alto possiamo vedere con chiarezza cosa sta accadendo, come è successo a Venezia e ai suoi canali. Da quando infatti l’epidemia è scoppiata e le persone sono state messe in quarantena le acque della Laguna non sono mai state così limpide.

E il paradosso sta nel fatto che mentre noi siamo costretti a casa a guardare le strade solo dalla finestra, le città sono diventate più vivibili, più belle. Piazza del Campo a Siena è diversa in questi giorni, sembra sospesa nel tempo ma non ferma, come il verde che la contraddistingue adesso come non ha fatto mai. Qui l’erba sta crescendo più del solito perché la mano dell’uomo non sta ostacolando la natura. Non la trovate bellissima?

Piazza del Campo Siena

Piazza del Campo Siena durante l’isolamento – Fonte Alessia Bruchi Fotografia

E se fosse questo il momento di prendere coscienza che forse dovremo imparare a rispettare di più la natura? A condividere gli spazi con essa senza calpestarli e ad evitare l’effetto rimbalzo una volta che torneremo per le strade.

I social network ci mostrano immagini inedite di un mondo che avevamo sotto gli occhi e che non avevamo mai visto: pesci che nuotano nel canale di Venezia, delfini che si avvicinano al porto di Cagliari ora che il traffico marittimo è sospeso e fenicotteri che planano al tramonto nel cielo di Milano, una delle città più inquinate del nostro Paese.

Certo non si può negare che questa situazione ci abbia tolto tante cose, ma se fosse questo il momento di cambiare rotta? Di invertirla. Mentre la natura si riappropria dei suoi spazi, noi possiamo fare lo stesso. Basti pensare allo smart working come una soluzione green che combatte il tempo, lo stress e il traffico. Ma che rappresenta anche un modo per restare in famiglia ed essere più uniti.

Quello che sta accadendo in queste settimane merita un’attenta riflessione. Forse questa complicata situazione può trasformarsi davvero in una grande opportunità di ripensare le nostre abitudini e le nostre vite.

gli effetti benefici dell'epidemia sul mondo

Venezia – Fonte 123rf

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Corona “Virtus”: i luoghi del mondo che stanno diventando più bel...