Bonus Terme, come iscriversi e in quali strutture si può andare

Manca poco all'entrata in vigore del voucher da 200 euro che ogni cittadino può richiedere

Il Decreto ‘Bonus Terme’ che è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il 5 agosto scorso, sta per entrare in vigore. Da oggi, infatti, è possibile inserire il proprio nominativo in una lista d’attesa per ricevere il bonus che potrà essere utilizzato a partire dal mese di ottobre. Ecco cosa bisogna sapere.

l voucher (o Bonus Terme), del valore di 200 euro per ciascun cittadino italiano maggiorenne, senza limite di reddito (al contrario di quanto avviene per il Bonus Vacanze), verrà erogato attraverso la piattaforma di Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, di proprietà del ministero dell’Economia, che sarà attiva entro ottobre.

Come funziona il Bonus Terme

Il voucher prevederà uno sconto del 100% sul prezzo d’acquisto dei servizi termali scelti, fino a un massimo di 200 euro. Per iscriversi nella waiting list ed essere informati sui tempi e i modi d’accesso al voucher è necessario compilare un breve modulo al seguente link.

Compilando il modulo, il cittadino interessato a usufruire dello sconto di 200 euro per andare alle terme riceverà da Federterme, l’Associazione che raggruppa le strutture termali italiane, informazioni sia sull’utilizzo del voucher sia sulle terme dove poterne usufruire.

Non appena il servizio per l’utilizzo del Bonus Terme sarà attivo, gli iscritti riceveranno una comunicazione via e-mail o SMS. È stato calcolato che, in base al budget stanziato per questa iniziativa, che i Bonus Terme erogati saranno circa 250.000. Calcolando che ogni anno in Italia, secondo Federterme, sono circa tre milioni le persone che vanno alle terme, bisogna affrettarsi a iscriversi per non restare senza.

La prenotazione della struttura ha un termine di 60 giorni dalla sua emissione. Trascorsa questa finestra temporale, il voucher non sarà può utilizzabile e le risorse torneranno a disposizione nel plafond generale per nuove richieste.

Dal momento in cui il bonus sarà operativo, il cittadino potrò rivolgersi direttamente all’istituto termale prescelto, che seguirà tutto il procedimento di attivazione del voucher.

Sul sito di  Federterme, a partire dal 30 settembre, sarà disponibile anche un servizio di chat per avere risposte immediate a qualunque dubbio o domanda.

Dove andare con il Bonus Terme

Sono 320 le strutture termali in tutta Italia che fanno parte del circuito di Federterme. Praticamente tutte. Ci sono terme in tutte le Regioni, dall’Abruzzo al Veneto. Sul sito di Federterme ci si può già fare un’idea di quale struttura scegliere in modo da essere pronti a prenotare nel momento in cui arriva il bonus.

Ci sono strutture termali storiche, come quelle di Abano e Montegrotto Terme, di Tabiano e Salsomaggiore, ma anche spa ultramoderne. La maggior parte delle strutture si trova in Toscana, in Emilia-Romagna e nel Veneto, lì c’è davvero molta scelta, anche se se ne trovano parecchie anche in Umbria,

Nell’attesa di poter andare in una delle strutture termali con il Bonus Terme, si può approfittare della bella stagione per sfruttare le terme libere e gratuite che ci sono in Italia.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus Terme, come iscriversi e in quali strutture si può andare