Attrazioni più ecologiche del mondo, la nuova classifica

Viaggiare e vivere esperienze mozzafiato con un occhio di riguardo all'ambiente: il turismo punta a diventare sostenibile

Quando decidiamo di visitare un’attrazione turistica di solito pensiamo a quali vantaggi ci potrà regalare in termini di esperienza, soddisfazione, ricordi o relax. Eppure, per contrastare l’impatto del riscaldamento globale, è arrivato anche il momento di chiedersi quale impatto abbia sul nostro pianeta una scelta.

Purtroppo, gli impatti ambientali del turismo sono sostanziali e riguardano il declino delle risorse naturali e l’aumento dell’inquinamento e dei rifiuti.

Ma non per forza deve essere ancora così.

Numerose attrazioni turistiche in tutto il mondo stanno compiendo lodevoli sforzi per diventare sostenibili: riduzione delle emissioni, energie rinnovabili e schemi di riciclaggio.

In cima alla classifica delle attrazioni più virtuose e amiche dell’ambiente spicca il Magic Kingdom, il primo parco tematico costruito all’interno del celebre centro di divertimenti Walt Disney World nelle località di Bay Lake e Lake Buena Vista, in Florida.

Soprannominato “il luogo più magico della Terra”, con 48 attrazioni in stile disneyano, il parco ha compiuto un grande sforzo per diminuire l’impatto che ha sull’ambiente: infatti, quasi un terzo del suo territorio è dedicato alla fauna selvatica e alla conservazione della natura.

Disney ha installato a Walt Disney World un impianto solare di 270 acri e oltre 50 megawatt, che genera energia pulita sufficiente per gestire due parchi e riduce le emissioni annuali di gas serra di oltre 52.000 tonnellate, l’equivalente di rimuovere 9.300 auto dalla strada ogni anno.

Il più grande concorrente della Disney, gli Universal Studios di Orlando, nel tentativo di ridurre il consumo di energia e l’impronta di carbonio, si sono dotati di illuminazione a LED, risparmiando 2,6 kW all’anno.

Le splendide Cascate del Niagara, tra i più famosi salti d’acqua del mondo, sono anche un polo per l’energia pulita. Infatti, la meta turistica da sogno è una delle maggiori fonti di energia idroelettrica del mondo e gestisce due centrali elettriche che producono, in maniera del tutto sostenibile, 2,4 milioni di kilowatt di energia all’anno.

Ma non è tutto. L’iconica Torre Eiffel ha compiuto negli ultimi anni importanti sforzi per diventare sostenibile.

Il simbolo di Parigi dispone di due turbine installate al piano inferiore che hanno la potenza di generare 10.000 kWh di elettricità all’anno. All’interno della torre sono inoltre installati luci a LED e un pannello solare termico che fornisce acqua calda.

La Torre di Londra, una delle fortezze più famose al mondo, ha implementato una strategia di sostenibilità per avere un impatto positivo sull’ambiente. L’edificio storico è così riuscito a ridurre le sue emissioni di gas serra da 4.989 tonnellate nel 2018 a 4.669 nel 2019.

Ancora, il Natural History Museum di Londra ha annunciato, nel 2019, di aver ridotto con successo le emissioni totali di gas serra del 5%, portando la sua impronta di carbonio a 10.139 tonnellate.

In più, è costantemente al lavoro per trovare nuovi modi per ridurre il consumo energetico: grazie a un impianto di trigenerazione che produce la maggior parte dell’energia utilizzata dal museo, ha finora risparmiato oltre 15.000 tonnellate di anidride carbonica.

Ma non finisce qui: in tutto l’edificio e nei caffè, il Museo di Storia Nazionale ha implementato schemi di riciclaggio per ridurre i rifiuti e sta intraprendendo una serie di misure atte a ridurre il consumo dell’acqua, compresi i rubinetti controllati da sensori e le cisterne a doppio scarico installate nei servizi igienici.

cascate niagara

Cascate Niagara. Fonte: iStock

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Attrazioni più ecologiche del mondo, la nuova classifica