Vacanze con i bambini: la guida per viverle al meglio

Viaggiare con i più piccoli è assolutamente possibile: ecco come in base all'età

Viaggiare con i bambini offre loro un’importante opportunità di crescita, stimola la loro intelligenza, curiosità e spirito di adattamento. Diventare genitori non impedisce quindi di continuare a esplorare il mondo, anzi. Basta soltanto scegliere le mete e le modalità più adatte soprattutto in base all’età del piccolo.

Bambini da 0 a 2 anni

A quest’età i bambini hanno necessità molto semplici e seguono ovviamente i genitori senza alcuna difficoltà. Anche se spesso si tende a non allontanarsi troppo da casa, non vi è alcuna controindicazione ai viaggi lunghi e i più piccoli possono salire in aereo già dalle prime settimane di vita. Il consiglio è quello di prevedere tappe intermedie e soste per valutare meglio le reazioni del bambino e consentirgli di riposarsi in tranquillità.

Per i primi viaggi può essere un’ottima scelta quella di spostarsi con la propria auto, seguendo i ritmi dei piccoli e portando con sé senza limitazioni tutto il necessario.

Bambini da 3 a 5 anni

Quando sono più grandicelli, è il momento adatto per sollecitare la curiosità dei bambini prevedendo viaggi con esperienze interattive quali, ad esempio, musei dedicati, parchi in cui poter vedere da vicino gli animali e apprendere le prime nozioni sulle loro abitudini.

Oltre alle attività educative, non può mancare la vita da spiaggia, la scoperta di nuove realtà e città, colori, sapori, insomma tutto ciò che possa entusiasmare i bambini e stimolare la loro intelligenza.

Bambini da 6 a 10 anni

Questa fascia d’età è la migliore per i viaggi in famiglia. I bambini sono ormai in grado di prendere attivamente parte al viaggio che può così diventare un’esperienza ancora più formativa.

Si possono, allora, organizzare crociere con tour personalizzati in giro per il mondo, partecipare a safari dove i bambini hanno la possibilità di meravigliarsi osservando gli animali selvatici nel loro habitat ed entrare in contatto con le culture locali.

Viaggiare con bambini tra i 6 e i 10 anni rappresenta una grande opportunità per insegnare loro a diventare “cittadini del mondo”.

Ragazzi dagli 11 a 15 anni

Ormai autonomi, i ragazzi sono curiosi, intelligenti e ancora desiderosi di trascorrere le vacanze e il tempo con la famiglia.

Possono, ormai, essere coinvolti nella scelta della destinazione e nella pianificazione delle varie attività da svolgere per tutta la durata del viaggio e sono in grado di gestire lunghi voli, interminabili ore in auto ed escursioni a piedi sia alla scoperta delle città che nel cuore della natura.

Inoltre, questo è il momento migliore per una vacanza culturale in luoghi ricchi di storia, musei e siti archeologici che vadano a rafforzare le loro passioni e la loro sempre più spiccata curiosità.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vacanze con i bambini: la guida per viverle al meglio