5 cose da fare a Firenze, tra cultura e gastronomia

I musei, le chiese, le passeggiate, una bistecca alla fiorentina innaffiata da un buon bicchiere di vino rosso: ecco cosa fare durante un weekend a Firenze

Capoluogo della Toscana, culla d’arte e di cultura, Firenze è senza dubbio tra le città più belle d’Italia. Famosa per il suo Duomo – con la cupola del Brunelleschi e il campanile di Giotto -, per la Galleria dell’Accademia e per gli Uffizi, per il David di Michelangelo e La nascita di Venere del Botticelli, una giornata non basta certo per vedere tutte le sue attrazioni.

Ma quali sono le tappe davvero imperdibili che la città toscana offre? Scopriamolo insieme.

Visitare il Duomo

La Cattedrale di Santa Maria del Fiore, meglio nota come il Duomo di Firenze, è la terza chiesa più grande d’Europa. Ed è davvero splendida. Ecco dunque che una visita alla città non può che cominciare da qui, da quel complesso monumentale che – simbolo di Firenze nel mondo – è un grande museo all’aperto sito nella piazza omonima.

Cosa visitare? Oltre alla Cattedrale, l’ottagonale Cupola del Brunelleschi dal diametro di 45.5 metri, che ha resistito a terremoti, fulmini e al passare del tempo. E poi il Battistero di San Giovanni che è tra le più antiche chiese della città, il Campanile di Giotto (alto 84.70 metri e largo 15, considerato il più bello d’Italia), la Cripta di Santa Reparata e il Museo dell’Opera di Santa Maria del Fiore. Il costo del biglietto unico è di 18 euro, e online è possibile acquistarlo come anche prenotare le visite per evitare le file.

Perdersi nel museo degli Uffizi

Tra i musei più famosi del mondo, nonché il più popolare in assoluto su Instagram, la Galleria degli Uffizi comprende la Galleria delle Statue e delle Pitture, il Corridoio Vasariano e le collezioni di Palazzo Pitti. La sua è una raccolta straordinaria, la più cospicua collezione d’opere di Raffaello e di Botticelli, ma accoglie anche dipinti e sculture di artisti del calibro di Giotto, Tiziano, Pontormo, Bronzino, Andrea del Sarto, Caravaggio, Dürer e Rubens.

Diverse sono le opzioni di biglietto che si possono acquistare: 20 euro per l’accesso agli Uffizi, 16 euro per Palazzo Pitti, 10 euro per il Giardino di Boboli. Oppure, si può acquistare il PassePartout valido tre giorni in tutte le sue strutture, al costo di 38 euro.

Passeggiare sul Ponte Vecchio

Tra i ponti più celebri del mondo, Ponte Vecchio attraversa il fiume Arno ed è il luogo imperdibile per una passeggiata a Firenze. Fiancheggiato da botteghe artigiane, e da splendidi negozi d’oreficeria, presenta due terrazze panoramiche perfette per una romantica foto ricordo.

Il consiglio? Veniteci al tramonto: la vista è straordinaria.

Mangiare la fiorentina

Non esiste weekend a Firenze che non si possa concludere con una buona bistecca alla fiorentina, accompagnata da un bicchiere di vino rosso.

Spessa non meno di 3 o 4 centimetri, da cuocersi alla griglia o alla brace e da consumarsi al sangue, è il piatto della città per eccellenza. E perdersela sarebbe un vero peccato.

Acquistare le ceramiche

Se vuoi portarti a casa un souvenir di Firenze, la scelta giusta è una ceramica. Esportate in tutto il mondo nel corso dei secoli, le ceramiche fiorentine si distinguono per i loro colori e per il loro design.

Dove acquistarle? Oggi vengono prevalentemente prodotte nei dintorni della città, a Montelupo Fiorentino, all’Impruneta, a Sesto Fiorentino. Il consiglio? Acquistare gli oggetti decorati coi frutti: vassoi, piattini, oliere. Sono straordinari!

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

5 cose da fare a Firenze, tra cultura e gastronomia