Viaggio nelle Asturie: cosa vedere a Gijon e dintorni

Situata nell'affascinante regione delle Asturie, Gijon è una città spagnola tutta da scoprire: ecco cosa vedere

La Spagna del Nord sicuramente non è l’area più turistica di questo Paese, ma offre moltissime esperienze uniche e panorami mozzafiato. Molte persone visitano infatti le grandi città spagnole, conosciute in tutto il mondo per musei, monumenti e tradizioni. Anche le Asturie e i Paesi Baschi offrono però numerosi luoghi da esplorare, ricchi di cultura e di storia. Questi territori sono conosciuti in tutto il mondo per il famoso Cammino di Santiago che attraversa molti paesi e cittadine di queste regioni.

Cosa vedere nella Spagna del Nord? Moltissime sono le città e le attrazioni offerte da questi territori. Tra le regioni più visitate c’è la Galizia, nella quale sono situate Santiago de Compostela, la Coruña e Vigo. Un’altra tappa molto gettonata è la Cantabria, con il Pico de Europa e Lièbana. Anche i Paesi Baschi offrono moltissimi panorami mozzafiato e città ricche di storia, come Bilbao, San Sebastian e San Juan de Gaztelugatxe.

Cosa vedere nelle Asturie

Prima di partire è importante avere un’idea chiara di cosa vedere nelle Asturie. Questa regione è situata in una delle aree più ricche di vegetazione della penisola iberica, a causa delle lunghe piogge. Quest’area della Spagna presenta vette montuose alte fino a 2500 metri, i famosi “Pico de Europa”. Tra i posti assolutamente da vedere c’è Oviedo, una città più interna che presenta moltissimi elementi culturali importanti per la regione.

Tra i luoghi da visitare c’è La Catedral, l’Iglesia de Santa Maria del Naranco, la Plaza de Fontan e il palazzo del Conte di Toreno. Molto famose in tutto il mondo sono anche le spiagge delle Asturie, come la Costa Verde con il Golfo di Biscaglia. Tra le più famose c’è anche la Playa del Silencio, sconosciuta per le alte scogliere e la sabbia argentata.

I posti da non perdere a Gijon

Gijon è una delle città più famose del Nord della Spagna, si affaccia sul Golfo di Biscaglia e offre panorami mozzafiato tra terra e mare. Culla della cultura delle Asturie e di tradizioni secolari, questa meta negli anni è stata scelta da sempre più turisti. Ecco cosa vedere a Gijon.

  • La Spiaggia di San Lorenzo è una delle aree di costa più rinomate nel Nord della Spagna. Questa spiaggia è situata al centro della città e nei mesi estivi è ricca di persone che si tuffano nel golfo e si godono il mare senza dover guidare. La spiaggia prende il nome dalla chiesa di San Lorenzo, visibile da ogni parte del litorale e dal Muro di San Lorenzo, la vecchia muraglia romana.
  • L’Acquario di Gijon è grande circa 4000 metri quadrati e ospita oltre 5000 esemplari di specie differenti. I viaggiatori in questa struttura hanno la possibilità di osservare oltre 400 specie. Tra gli animali più apprezzati ci sono storioni, pinguini di Magellano, squali e molti altri. All’interno della struttura è presente anche una ricostruzione del fiume tipico della Cantabria.
  • Il Museo delle Terme Romane è una tappa imperdibile delle cose da vedere a Gijón. Il sito archeologico è considerato uno dei più importanti del Nord della Spagna. Gli scavi effettuati nel 1903 hanno infatti reso possibile la scoperta di queste antiche terme romane, rese visitabili solo nel 1965. In questo sito archeologico è possibile ammirare i bagni pubblici risalenti all’epoca romana, più precisamente tra i I e il IV secolo. Grazie alle guide è possibile poi immergersi nella cultura del tempo, nella vita quotidiana, nelle abitudine e nelle tecniche di costruzione.
  • La Universidad Laboral de Gijón è un edificio imponente, composto da una torre, una chiesa e un teatro. L’intero complesso viene costruito tra il 1946 e il 1956 ed è vasto circa 270000 metri quadri. La struttura è ispirata al Partenone e la torre alla Giralda. Le dimensioni e l’architettura di questo edificio lo rendono una tappa obbligatoria tra le cose da vedere nelle Asturie.
  • Visitare Gijón e non passeggiare tra le vie del quartiere storico di Cimadevilla è un vero spreco. In questa zona centrale della città si può respirare la tradizione che già nel 1500 veniva vissuta in questo villaggio di pescatori. La vicinanza con l’oceano e il labirinto di vie intricate rende questa zona imperdibile.
  • Simbolo della città non può mancare l’Elogio del Horizonte. Questo monumento realizzato nel 1990 da Eduardo Chillida è situato all’interno del Cerro di Santa Catalina. Questo promontorio si affaccia sul mare attraverso una scogliera verticale, sulla quale è situata l’opera dell’artista basco.

Viaggio nelle Asturie: cosa vedere a Gijon e dintorni