Tecnica fotografica: le lunghe esposizioni e la notte

Ecco gli accorgimenti "base" da rispettare nella fotografia notturna

Saul Ripamonti

Saul Ripamonti Esperto in fotografia di Paesaggi

Buongiorno Saul,
potrebbe darci qualche consiglio sulle lunghe esposizioni e in particolare degli accorgimenti base ma importanti da rispettare quando si fotografa di notte ? Roberta e Giulia

Buongiorno,
la fotografia notturna necessita sempre di alcuni accorgimenti fondamentali e l’attrezzatura adeguata è fondamentale per il risultato finale che si ricerca. Non solo strumenti fotografici ma anche piccoli accorgimenti sono necessari e non vanno sottovalutati. Prima di tutto bisogna essere pronti a rimanere all’aperto per un periodo di tempo discreto e questo richiede un abbigliamento giusto in base alle condizioni meteo e alla location che stiamo fotografando._DSC6015-1-pixcube_1217Sicurezza psico-fisica e agilità per lo scatto sono piccoli accorgimenti che spesso sono sottovalutati ma fanno la differenza. Oltre a questo sono consigliati sempre un buon treppiede, indispensabile per eliminare ogni minima vibrazione e mantenere la macchina stabile anche in condizione di vento. Salvo casi in cui è necessario camminare parecchio, è sempre consigliato e preferibile uno strumento solido e sicuro. La spesa per un buon cavalletto è quasi sempre il miglior acquisto di un fotografo. Non dimentichiamo delle batterie di scorta e delle luci frontali o torce necessarie per mantenere le mani libere e poter operare con tutta sicurezza. Sono sempre utilizzati nel corso dei nostri workshop su Pixcube.it.

Tornando gli accorgimenti “base” da rispettare nella fotografia notturna eccoli qui riassunti per una vostra comodità.

1. Scattate sempre in modalità manuale, per sviluppare il proprio gusto personale e avvicinarsi con un metodo corretto al risultato desiderato. E’ importante “leggere” bene la scena iniziale e cercare di comprendere a priori il comportamento della vostra macchina fotografica in presenza di elementi e luminosità molto difformi tra loro. Quasi sempre non tutti gli elementi che hai di fronte saranno letti correttamente dalla vostra macchina ed esposti in maniera corretta. E’ quindi suggerito di procedere con alcuni primi scatti di prova e analizzare il risultato interpretando l’istogramma della vostra macchina. Facciamo attenzione alle zone estreme di alta e bassa luminosità cercando di comprendere a priori se il risultato effettivo era quello voluto.

2. Posa B. Se le condizioni di scarsa luminosità lo richiedono (oppure se il risultato che desideri lo rende necessario), è possibile superare il tempo di esposizione dei 30 secondi standard delle macchine fotografiche. In questo caso puoi impostare in manuale la posa B (allunga il tempo di esposizione oltre i 30 secondi fino a che appaia la scritta Bulb). L’otturatore rimane aperto dal momento in cui si preme il pulsante di scatto fino al suo rilascio. La Posa B viene spesso utilizzata anche di giorno, quando si desidera creare immagini creative o in contemporanea con l’utilizzo di filtri ND.
_PXC0908-1-pixcube_1217

3. Facciamo attenzione ai colori e a riprodurre la scena nella sua correttezza. Infatti scattare di notte significa lavorare con una grande variabilità e varietà di sorgenti luminose, che per loro natura tendono ad inquinare e influenzare la scena. Spesso è impossibile ottenere un corretto bilanciamento del Bianco, quindi il nostro suggerimento è quello di utilizzare un’impostazione Auto. Naturalmente scattare in RAW è il suggerimento più importante da seguire. In questo modo infatti avremmo tutte le possibilità di post produrre e bilanciare la scena originale in piccole e rapide modifiche alle caratteristiche del file.

4. Infine per quanto concerna la sensibilità ISO da utilizzare il nostro consiglio è quello di ridurre al massima il rumore stando bassi con dei valori bassi. Tuttavia le moderne macchine digitali oggi hanno drasticamente ridotto eventuali problematiche legate ai valori ISO, già a partire dai modelli entry level. Solo nel caso della fotografia alle stelle è necessario aumentare più sensibilmente tale valore, ma ne parleremo in un prossimo capitolo. Seguono due immagini scattate durante i nostri workshop Pixcube.it.

Saul Ripamonti Esperto in fotografia di Paesaggi Da oltre 15 anni sviluppa e gestisce attività legate al vasto mondo della fotografia. Con competenze disparate nei vari settori della fotografia e del digital imaging, ha ricoperto importanti incarichi in progetti legati al mondo della Fotografia. Con un team di fotografi professionisti Pixcube.it gestisce servizi, di sviluppo ed educazione fotografica (consumer e business) realizzata per brand di massima rilevanza tra cui Yahoo!Foto, Vodafone Print, Expedia Foto, Corriere Della Sera" , Nikon, "La Gazzetta dello Sport", LaStampa Foto, FastWeb Foto, MotoGP.com, ed altri ancora. http://www.pixcube.it

Tecnica fotografica: le lunghe esposizioni e la notte