Visto Turistico Cambogia: Dove richiederlo, costi e durata

Visto turistico per la Cambogia: informazioni utili riguardanti la procedura di ottenimento del visto che consente di entrare nel Paese per trascorrervi le vacanze

Foto di SiViaggia

SiViaggia

Redazione

Il magazine dedicato a chi ama viaggiare e scoprire posti nuovi, a chi cerca informazioni utili.

Il visto turistico per la Cambogia, nel caso di brevi periodi di permanenza, può essere rilasciato in frontiera; diversamente il visto deve essere richiesto in aeroporto al arrivo nel Paese. Tramite la piattaforma web e-Visa è possibile fare la richiesta del visto online. Tale procedura prevede la scansione del passaporto e delle foto tessera, oltre al pagamento con carta di credito. Il visto turistico per la Cambogia ha un costo di 30 dollari americani e una validità di tre mesi per un soggiorno non superiore a trenta giorni, estendibile a sessanta. Il prezzo può essere maggiore se si entra in Cambogia dalla Thailandia.

Se si verifica questa circostanza ricordate di portare con voi un paio di foto formato tessera recenti e a colori per la richiesta del visto. Il visto per affari ha invece un costo di 35 dollari americani. Si ricorda che per recarsi i vacanza in Cambogia è necessario un passaporto con validità residua di almeno sei mesi. Il rinnovo del visto può essere richiesto tramite un’agenzia di viaggio accreditata dal Consolato o dal Dipartimento per l’immigrazione, situato di fronte all’aeroporto di Phnom Penh. Per tutte le altre informazioni si consiglia di rivolgersi all’Ambasciata competente a Bangkok.

Il modulo per fare la domanda del visto è scaricabile online dal sito ufficiovisti.com. In Italia non esiste una rappresentanza diplomatica cambogiana pertanto è suggeribile appoggiarsi a persone competenti in materia di visti e viaggi all’estero. Per l’Italia l’ambasciata competente è quella di Parigi, mentre sul territorio cambogiano è possibile rivolgersi all’Ufficio Consolare di Phnom Penh . Il visto per affari ha una durata di trenta giorni e per richiederlo servono una lettera del datore del lavoro e un invito da parte del collaboratore cambogiano.

Non è richiesto alcun visto turistico per la Cambogia ai i cittadini, con regolare passaporto, provenienti da Laos, Vietnam, Thailandia, Indonesia, Malesia, Filippine e Singapore che si fermano in Cambogia per soggiorni non superiori ai trenta giorni. I cittadini che provengono da Pakistan, Bangladesh, Sri Lanka, Iran, Iraq, Sudan, Arabia Saudita, Siria e Libia non possono ottenere il visto per la Cambogia. Il periodo migliore per visitare la Cambogia inizia a gennaio e termina a marzo.