Vacanze 2016, inchiesta Adoc: quanto costa una giornata al mare in Sicilia?

I costi delle spiagge della Sicilia hanno subito notevoli cambiamenti in seguito alle richieste dei clienti

I costi del mare in Sicilia sono aumentati del circa 2% rispetto all’estate 2015. A rivelarlo è un’inchiesta svolta dall’Adoc, che mette in evidenza come ci sia una netta differenza tra la crescita del costo di una spiaggia nel Centro-Nord e nel Sud.

Le spiagge della Sicilia si rivelano essere un’eccezione. Difatti, sono ancora una volta le più economiche del Meridione italiano. Tra le spiagge più care spiccano quelle della Basilicata, Sardegna , Campania e Puglia, mentre le più economiche sono quelle delle Marche, del Molise, della Liguria e della Toscana.

Anche i prezzi del Lazio si tengono a un livello equilibrato in relazione all’aumento medio italiano. Mediamente, passare una giornata al mare in Italia costa all’incirca 59 euro. La spiaggia più cara si rivela di nuovo essere quella della Sardegna, con una spesa di circa 80 euro per una famiglia composta da 4 persone. La regione più economica da questo punto di vista della spiaggia si rivela essere il Molise con una previsione di spesa per due bambini e due adulti di 48 euro. La Sicilia si mantiene tra le spiagge più economiche, con una spesa prevista che ruota intorno ai 55 euro per una famiglia di 4 persone.

In media, il costo dell’ombrellone sulla penisola italiana è salito di circa il 2,4% rispetto ai prezzi registrati l’anno precedente. Il motivo principale lo si deve al miglioramento delle condizioni climatiche in Italia, oltre che alle sempre più esigenti richieste dei turisti. Come rivela l’indagine, i giovani vacanzieri sono più critici verso il personale degli stabilimenti balneari e le infrastrutture stesse. Vengono richiesti più servizi e le strutture balneari sono chiamate a migliorare la qualità delle proprie offerte. Nascono così abbonamenti divisi in relazione a fasce orarie e altri servizi catalogati in base ad alcune categorie.

Non solo. Con il passare del tempo gli stabilimenti balneari italiani sono chiamati a evolvere le proprie strutture e costruirne di nuove. Nascono così edifici nuovi, da quelli della ristorazione fino a quelli offerti dalle discoteche. Non ultimo vengono costruite diverse piscine.

L’aumento dei costi delle vacanze al mare in Sicilia non sembra aver disorientato i vacanzieri, che di nuovo sceglieranno la costa italiana come meta preferita per le proprie vacanze. Le spiagge preferite saranno proprio quelle della Sicilia, mentre il mese in cui si andrà in vacanza sarà agosto.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vacanze 2016, inchiesta Adoc: quanto costa una giornata al mare in&nbs...