Le terme del Trentino-Alto Adige per una vacanza di relax

Tutte le informazioni utili per trascorrere una vacanza in pieno relax nella natura incontaminata di questa regione italiana

Il Trentino-Alto Adige è una regione straordinaria, capace di offrire una varietà di esperienze uniche a partire dalla straordinaria natura alpina protagonista del suo territorio. Luoghi incantevoli, antichi borghi in pietra, tradizioni lontane e al tempo stesso incredibilmente vive, la qualità e l’eccellenza dei suoi prodotti enogastronomici, la cucina squisita, il gusto per l’innovazione e per la sostenibilità ambientale che qui viene fatta già da decenni e poi il relax, gli angoli nascosti in cui trascorrere momenti indimenticabili e, infine, alcune tra le migliori proposte d’Italia nel campo dei trattamenti termali attraverso i quali non solo rilassarsi bensì rinascere completamente. Rinnovarsi interiormente grazie alla straordinarie proprietà curative e organolettiche delle sorgenti alpine.

Quest’anno, forse rispetto a qualsiasi altro anno, è stato un anno lungo, difficile e per molto di noi estremamente stancante. Per mesi i nostri di vita sono cambiati, costretti in spazi chiusi, nelle città. Le terme del Trentino-Alto Adige sono senza dubbio una delle mete maggiormente consigliate per chi sente la necessità di rigenerarsi profondamente, da raggiungere appositamente per un weekend unico oppure da inserire in una vacanza più articolata. Scopriamo insieme quali sono le migliori stazioni termali dove potersi rilassare grazie al potere curativo di acqua, minerali e natura alpina incontaminata. Tutti i centri termali propongono al tempo stesso le classiche cure a scopo terapeutico convenzionate con il Sistema Sanitario Nazionale e trattamenti benessere, spa e saune dedicate al vostro relax.

Terme di Merano: benessere all’avanguardia

Le terme di Merano rappresentano probabilmente la struttura più recente e all’avanguardia di tutto l’Alto Adige, innanzitutto grazie alla sua inconfondibile e elegante architettura moderna, opera dell’interior design Matteo Thun. Questo cubo di vetro e metallo, situato nel centro storico di Merano, ospita uno dei migliori centri termali della regione ed è stato inaugurato soltanto nel 2005. Personale altamente qualificato, numerose aree dedicate ai trattamenti termali e di benessere, una meravigliosa spa e 25 piscine interne ed esterne unite alle straordinarie proprietà delle sue acque termali oligominerali fredde e sulfuree, rendono le terme di Merano un luogo unico dove poter trarre il meglio del benessere offerto dalla natura in un contesto però sofisticato, moderno, estremamente bello e funzionale. Non perdetevi la suggestiva stanza della Neve, il bagno di vapore Passerstein, gli elisir di bellezza a base di mela della val Venosta e il bellissimo parco termale all’aperto.

Terme di Dolomia: la casa del bagno di Fassa

Nella splendida Val di Fassa le virtù e le proprietà naturali della sorgente di Alloch, chiamata qui il bagn de tof, sono note sin dal Cinquecento e alimentano il moderno e attrezzato centro Termale “Terme di Dolomia”. A 1325 m di altezza nei pressi di Pozza di Fassa, sgorga l’unica sorgente solforosa del Trentino, particolarmente indicata per le infiammazioni alle vie respiratorie e per tutti i reumatismi a danno dell’apparato muscolo-scheletrico, come artrosi e osteoporosi.

Terme di Pejo: un risveglio a 360°

Inserite all’interno del parco Nazionale dello Stelvio, le terme di Pejo sfruttano le proprietà di tre sorgenti oligominerali ferruginose (Fonte Alpina, Antica e Nuova Fonte) che nascono nel massiccio montuoso dell’Ortles-Cevedale e che permettono terapie e percorsi benessere a 360° per la rigenerazione del proprio corpo riducendo dolori articolari, infiammazioni alle vie respiratorie, curando la pelle, l’intestino e riattivando la circolazione venosa e linfatica. Ogni acqua è diversa dall’altra, ogni esperienza di relax nuova e differente. Al classico stabilimento termale, presso le terme di Pejo si affiancano oggi una moderna area Wellness con piscine e area fitness.

Terme di Rabbi: l’elisir di lunga vita

Oltre a Pejo, comprese nel parco Nazionale dello Stelvio si trovano anche le terme di Rabbi situate nell’appartata e piccola valle omonima circondata da un incantevole paesaggio alpino. L’acqua oligominerale ricca di ferro e anidride carbonica unita ai ritmi lenti della montagna permettono di ritrovare con rapidità benessere psico-fisico e una forma perfetta. L’alta concentrazione di anidride carbonica infatti rende le acque di questa sorgente particolarmente indicate per curare la cellulite, in quanto essa va a stimolare la velocità del flusso sanguigno incrementando il metabolismo dei tessuti. Cellulite a parte, le acque termali di Rabbi sono considerate un elisir naturale di lunga vita in quanto questo processo facilita l’ossigenazione di tutto il corpo e un sostanziale miglioramento delle capacità di difesa e di eliminare le scorie.

Terme di Levico e Vetriolo: un’acqua Forte, antica e speciale

La sorgenti dell’acqua Forte e dell’acqua Debole (non usata però a scopo terapeutico) delle terme di Levico si caratterizza per le sue acque altamente solforose, arsenicate e ferruginose, estremamente efficaci per alleviare dolori reumatoidi, artrosi, contratture muscolari, malattie della pelle come psoriasi e dermatite atopica, e affezioni alle vie respiratorie. Questa sorgente altamente mineralizzata (rame, manganese, magnesio, calcio) dal Ph molto acido e con una leggera concentrazione, efficace ma non tossica, di arsenico sgorga a 1600 m di altezza nel cuore delle montagne del Lagorai e, per il suo elevato contenuto di ferro, tende ad assumere una colorazione rossastra a causa dell’ossidazione che subisce a contatto con l’aria. Un’acqua Forte, unica e speciale estremamente curativa che richiama nella splendida e pittoresca cittadina liberty di Levico Terme ospiti in cerca di benessere e relax da tutta Europa sin dalla metà dell’Ottocento. Al moderno centro termale sito nel centro cittadino, si affianca il suggestivo stabilimento in quota di Vetriolo Terme, a 1500 m d’altezza proprio in prossimità della fonte, considerato il più alto d’Europa.

Terme di Comano: un bosco fatto d’acqua

Nell’incantevole scenario delle valli Giudicarie, le terme di Comano rappresentano un luogo unico completamente circondato da un parco di ben 14 ettari di verde, placide colline, macchie boschive di abeti, pini e aree decorate con fogliame, fiori, cortecce e essenze naturali. Tra laghetti e cascatelle formate dal fiume Sarca, a Comano l’immersione nella natura è totale e profonda e soltanto una volta giunti al cuore di essa si sente il sollievo e il benessere dato dalle acque oligominerali, famose in tutta Europa, della sua sorgente, che sgorga a una temperatura costante di 27°C, la più alta d’Italia, anche d’inverno. L’alta percentuale di bicarbonato, calcio e magnesio da essa contenuta e la sua naturale azione lenitiva, detergente, antinfiammatoria e sedativa la rendono ideale per la cura della pelle.

Terme di Garniga: tuffarsi nel fieno

Immerso nei boschi intorno a monte Bondone, le terme di Garniga sono l’unico centro termale in Trentino specializzato nella fitobalneoterapia, un antico trattamento termale che consiste nell’immergere il corpo nell’erba in fermentazione, a una temperatura che oscilla tra i 55 e i 60°C. Essa è particolarmente indicata per curare reumatismi e dolori articolari, regalando al tempo stesso sensazioni di benessere uniche. Le virtù curative del bagno nel fieno di Garniga deriva dalla straordinaria verità di erbe presenti nel fieno che viene falciato sui prati delle Viote del monte Bondone, compresi tra i 1200 e i 1500 m d’altezza. Genziana, arnica montana, iperico, timo, tarassaco alpino, carlina e pulsatilla regalano sensazioni davvero uniche e al tempo stesso eliminano scorie e tossine, stimolando e drenando l’intero organismo. Il trattamento può essere effettuato all’interno di un moderno centro Wellness e termale attrezzato e completo che propone inoltre cure termali classiche particolarmente adatte ad alleviare affezioni al sistema nervoso, muscolare e scheletrico nonché i trattamenti spa più richiesti, dal bagno turco alla sauna, dai massaggi alla massoterapia.

Terme Val Rendena: il borgo della Salute

A pochi km da Pinzolo e dall’esclusiva località sciistica di Madonna di Campiglio, nel cuore delle Dolomiti del Brenta, in val Rendena, si trova una piccola oasi di pace poco fuori il piccolo borgo di Caderzone Terme: il Borgo Salute. Il piccolo borgo è stato completamente rimesso a nuovo per far vivere ai propri ospiti un’esperienza di relax profondamente coinvolgente, dove le strutture sono sparpagliate lungo le sue viuzze e dove si possono trovare la casa della Salute per le cure termali specialistiche e riabilitative abilitate con il Sistema Sanitario Nazionale, un elegante hotel con ristorante e un suggestivo caffè delle Terme, il centro Wellness & Beauty con percorsi e trattamenti benessere, un moderno centro Congressi e infine un piccolo e curioso museo della Malga per riscoprire le tradizioni del passato. Un piccolo mondo chiuso immerso nella natura alpina che sfrutta le acque oligominerali e ferruginose della fonte Sant’Antonio di Caderzone Terme, che sgorga a circa 1000 m di altezza ed è particolarmente adatta per risolvere infiammazioni alle vie respiratorie, tutti i reumatismi a danno dell’apparato muscolo-scheletrico e per ritrovare un normale equilibrio digestivo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le terme del Trentino-Alto Adige per una vacanza di relax