Barocco e Rococò in Piemonte

Itinerario alla scoperta dell'architettura e delle opere del Barocco e del Rococò in Piemonte

Torino e i suoi dintorni conservano opere artistiche di grande bellezza, dovute soprattutto all’influenza dello stile Barocco e Rococò che hanno lasciato capolavori unici. Quasi tutti i palazzi più prestigiosi sono costruiti con dettagli che riportano a questi stili, e sono aperti al pubblico per essere visitati.
I palazzi che interpretano meglio lo stile barocco sono certamente Palazzo Carignano e Palazzo Madama, al cui interno si possono ammirare il Museo delle Arti Antiche, oltre al Collegio dei Nobili, alla Palazzina di caccia di Stupinigi, la Basilica di Superga, San Lorenzo e Piazza San Carlo. All’interno di Palazzo Madama si possono anche ammirare oltre venticinquemila opere dal Medioevo al ‘700; tra queste il Ritratto d’Uomo di Antonello da Messina e Santa Caterina d’Alessandria dipinta da Giovanni Ricca, due veri capolavori italiani.

San Lorenzo è una chiesa in stile barocco con dettagli Rococò e una splendida cupola affrescata ed è considerata il capolavoro di Guarino Guarini, situata vicino a Piazza Duomo a Torino. Il Duomo della città contiene divesi capolavori barocchi e rinascimentali. All’interno del Duomo è conservata la teca che contiene la Sacra Sindone. La Basilica di Superga, raggiungibile in autobus in pochi minuti di autobus, fu costruita su commissione di Vittorio Amedeo II e rappresenta un autentico gioiello di arte barocca. Questa si erge su una collina sopra Torino ed è dedicata alla Madonna delle Grazie. Il biglietto di ingresso per vistare la Basilica ha un costo di appena 5 euro.
Palazzo reale conserva arredi in stile neobarocco che meritano di essere visitati.

Il Barocco piemontese è famoso in tutta la nostra penisola e oltre gli edifici che abbiamo elencato a Torino e nei suoi dintorni, merita una visita il complesso dei Sacri Monti, formato da diversi monumenti eretti tra il XVI e il XVII secolo e che fanno parte delle aree protette della Regione. Lo stile tardobarocco e Rococò si differenziano dal Barocco per utilizzo di ricchi decori e grande luminosità. La Palazzina di caccia di Stupinigi è un esempio di architettura barocca mista a Rococò con la sua pianta a croce di Sant’Andrea e, al suo interno, tra le varie opere si può ammirare il grande affresco nel salone centrale che rappresenta il Trionfo di Diana, dea della caccia eseguito dai fratelli Valeriani.

 

Immagini: Depositphotos

Barocco e Rococò in Piemonte