Da Ragusa a Modica nel Barocco siciliano

Alla scoperta dell'altra Sicilia, tra percorsi d'arte e paesaggi di grande bellezza del capoluogo ibleo e dei comuni più famosi della Val di Noto

Capitale del barocco siciliano, Ragusa è una splendida città d’arte della Sicilia Sud-orientale. Nonostante le antiche origini, deve la sua fama agli edifici e alle chiese barocchi costruiti dopo il terremoto del 1693 che colpì tutta la Val di Noto.

La ricostruzione del XVIII secolo divise in due la città: da una parte Ragusa superiore, sull’altopiano, e dall’altra Ragusa Ibla, sorta dalle rovine dell’antica città medioevale. I capolavori architettonici costruiti dopo il terremoto le hanno valso la nomina tra i Patrimoni dell’umanità dell’Unesco. Il simbolo di Ragusa è il Duomo di San Giorgio, ma la città è ricca di chiese ed edifici barocchi. Da non perdere, Palazzo Zacco, Palazzo La Rocca, Palazzo Schininà di Sant’Elia, Palazzo Sortino-Tronom, Palazzo Bertini, Palazzo Cosentini.

La zona di Ibla è famosa per i suoi siti archeologici. Molti dei ritrovamenti sono conservati nel Museo archeologico ibleo. Tuttavia, si possono visitare Kamarina, con resti di case ellenistiche; Monte Arcibessi, con resti dell’età del bronzo e del ferro; Kaukana, con resti di una città portuale greco-romana e di un insediamento bizantino; Hybla Heraia, con resti della città stato siculo-greca rinvenuti dagli scavi effettuati a Ragusa Ibla.

A pochi chilometri da Ragusa si trova Scicli. La conformazione del territorio, con la presenza di cave e grotte carsiche, ha favorito la nascita di numerosi insediamenti rupestri. Dopo il terremoto, che colpì anche Scicli, la città rinacque in chiave barocca e, oggi, è caratterizzata da numerosi edifici settecenteschi. Celebri sono il Palazzo Beneventano, che qualcuno definì il più bel palazzo barocco di Sicilia, Palazzo Fava, Palazzo Spadaro e le chiese, come San Giovanni Evangelista, San Bartolomeo Apostolo e il convento del Carmine.

Più a Sud rispetto a Ragusa si trova Modica. Famosa per il cioccolato, Modica è anche una bellissima cittadina tardo-barocca. Molte costruzioni sono state inglobate nelle grotte che si trovano in tutta la città. Se ne contano almeno 700. Modica è arroccata su una collina. Il centro è un intrigo di viuzze e scalinate su cui si affacciano edifici e chiese. La più bella chiesa barocca è il Duomo di San Giorgio, uno dei migliori esempi di barocco siciliano. Meritano di essere visti anche il Duomo di San Pietro così pure la Chiesa di San Giovanni Evangelista e alcuni palazzi, tra cui il Castello dei Conti di Modica.

Da Ragusa a Modica nel Barocco siciliano