In crociera tra i fiordi della Norvegia

Il modo migliore per scoprire i Fiordi è imbarcarsi su una nave da crociera in Scandinavia

Intorno solo il silenzio. E lo spettacolo grandioso della natura: il mare placido, le montagne altissime, il bosco fitto, le balene, i cervi, i colori. Il verde smeraldo intenso, il blu scuro, il bianco delle nuvole, il cielo azzurro come solo al Nord sa essere. Il modo migliore per scoprire i Fiordi è imbarcarsi su una nave e spalancare gli occhi. Lasciarsi cullare e trasportare da un angolo incantanto a un altro, nella convinzione di aver raggiunto la pace e il paradiso. Il periodo migliore per una crociera? La primavera e l’estate. Anche chi non ama i Paesi del Nord ci ripenserà dopo un viaggio in queste acque meravigliose.

Tanto più che non si tratta di una meta di vacanza qualunque. L’annuale sondaggio condotto dal prestigioso magazine «National Geographic Traveler» ha coinvolto 133 destinazioni analizzate da 437 esperti di turismo; la Regione dei Fiordi, nella Norvegia sud occidentale, ha registrato il risultato migliore nella combinazione tra qualità dell’ecosistema, integrità sociale e culturale, conservazione di edifici storici e siti archeologici, qualità nella gestione del sistema turistico. Questo importante riconoscimento si aggiunge alla tutela garantita dall’Unesco, che nel 2005 ha inserito il fiordo di Geiranger nella World Heritage List quale Patrimonio dell’Umanità.

Le navi della compagnia norvegese Hurtigruten, che solcano i mari dal 1893, offrono un affascinante viaggio alla scoperta della Norvegia più autentica, tra pittoreschi villaggi, città storiche e sensazionali espressioni della natura. Da aprile a settembre, tra l’altro, Seiviaggi propone tariffe scontate alla portata di tutte le tasche. Insomma, non ci sono scuse per non partire. Le 11 navi della flotta tutti i giorni dell’anno solcano le acque atlantiche della Norvegia collegando tra loro Bergen, la “Capitale dei Fiordi”, e Kirkenes, nell’estremo nord, a ridosso del confine russo. Ma toccano anche altri 32 scali: importanti città come Trondheim e Tromsø; insediamenti dalla storia millenaria; piccoli villaggi di pescatori; le pittoresche isole Lofoten, con le montagne a strapiombo sul mare; il massiccio di Capo Nord, punto più settentrionale del continente europeo e tappa mitica per i viaggiatori di ogni epoca. E soprattutto la linea del Circolo Polare Artico, superata la quale si entra nell’area caratterizzata dagli straordinari fenomeni del sole di mezzanotte in estate e dell’aurora boreale nella stagione invernale. Durante la navigazione lungo la costa norvegese, l’Hurtigruten attracca in 34 porti: in alcuni di questi il tempo di sosta è limitato, in altri è più lungo, con tempo a disposizione per una visita individuale o per partecipare alle escursioni a terra organizzate dal commissario di bordo. Armatevi di macchina fotografica, vestitevi multistrato e partite alla scoperta delle meraviglie dell’Europa più settentrionale. Anche al Nord l’accoglienza sa essere calorosa.

In crociera tra i fiordi della Norvegia