Ash Dome, una cupola vegetale nei boschi del Galles

L'opera d'arte di David Nash, portata alla luce dopo quasi quarant'anni, rappresenta una cupola nel bosco

Nel febbraio del 1977 sono stati piantati 22 alberelli di frassino, in modo tale che assumano una forma circolare. Si tratta dell’opera d’arte di David Nash, gli alberi sono stati seguiti nella crescita perché si sviluppassero con una forma particolare e fossero una cupola nella foresta: Ash Dome.

Non è l’unico esempio di arte che utilizza la natura per creare sculture “viventi”, basta pensare a due esempi su tutti: primo, Notre Dame Verde di Marinus Boezem che si trova nel Sud della provincia di Flevoland, nei Paesi Bassi. Secondo, la Cattedrale vegetale ideata dall’artista lombardo, Giuliano Mauri e realizzata nei pressi di Malga Costa in Val di Sella, Borgo Valsugana (TN).

Lo scultore David Nash ha piantato i suoi alberelli in cerchio, e ora costituiscono una specie di vortice. Sono passati quasi quarant’anni e nel corso del tempo l’artista ha plasmato i tronchi e li ha potati in maniera ordinata così che l’opera prendesse la forma.

L’opera si trova nella regione della Snowdonia, nel Nord-Ovest del Galles. E’ stato custodito come un segreto per lungo tempo, lontano dalle telecamere e dai riflettori. La BBC soltanto di recente ha visitato l’opera insieme a sei grandi artisti inglesi. La scultura vegetale, secondo l’artista, doveva essere un impegno preso a lungo termine per portare la vita nel ventunesino secolo.

Ash Dome, una cupola vegetale nei boschi del Galles