Come preparare il bagaglio a mano per l’aereo

Se non sai a cosa rinunciare prima della partenza, leggi i nostri suggerimenti

La domanda d’obbligo che tutti prima di partire ci poniamo riguarda: “cosa porto in vacanza”? Ebbene sì, l’idea di lasciare a casa qualcosa di cui proprio non possiamo fare a meno, porta a riempire fino all’orlo il nostro bagaglio, con la spiacevole sorpresa di poter pagare, arrivati al check-in una mora per il peso in eccesso. Per evitare questi intoppi, la cosa importante, è prestare attenzione nel momento in cui riempiamo il nostro bagaglio. Innanzitutto dobbiamo essere sinceri e capire cosa realmente ci servirà durante il nostro viaggio, e cosa no.

Fatta una scelta dei nostri capi o oggetti preferiti, possiamo procedere in diversi modi. Per chi non vuole rinunciare all’ordine, una valida alternativa è rappresentata dall’impacchettare tutto in bustine singole. Si tratta di utilizzare le classiche bustine per surgelare gli alimenti; si procede col piegare tutto ed inserire singolarmente un capo per volta nelle bustine. Questo faciliterà l’ordine e quindi di conseguenza entrerà più roba nella nostra valigia. Inoltre all’arrivo scopriremo con piacere che i nostri abiti non hanno pieghe.

Un’altra considerazione da fare concerne l’uso che va fatto del bagaglio a mano. Se disponiamo anche di una valigia, sappiamo bene che tutto l’occorrente è contenuto in questa; quindi il bagaglio a mano risulta essere solo un di più. Questo ha delle ripercussioni positive, in quanto possiamo decidere di mettere nel nostro bagaglio a mano solo l’essenziale (spazzolino, dentifricio e un cambio biancheria) tenuti in un’apposita pochette o beauty, in modo da mantenere il nostro zaino o borsa in ordine.

Spesso nel bagaglio a mano, non portiamo biancheria o vestiti ma oggetti che rendano più piacevole il nostro viaggio. Si tratta di oggetti elettronici come cellulari o computer. In questo caso dobbiamo sapere che al check-in ci verrà chiesto di esporre i nostri oggetti per sottoporli a controlli (si tratta di normali prassi che rientrano nelle attuali norme di sicurezza). In questo caso quindi sarà bene non stipare troppo i nostri oggetti, ma tenerli il più possibile in vista così da poterli facilmente prendere.

Se invece l’ordine non è il nostro forte, possiamo optare per l’arrotolare i nostri vestiti. In questo caso, consideriamo che gli indumenti più piccoli occupano meno spazio. Via libera quindi alla biancheria e alle magliette di cotone che facilmente possono essere messe negli angoli della valigia. Evitiamo invece di portare felpe o giacche troppo ingombranti; via libera invece a foulard e scialli che lo ricordiamo, ci proteggono dall’aria condizionata sempre presente negli aerei ed evitano così di farci prendere un bel raffreddore.

Come preparare il bagaglio a mano per l’aereo