Viaggi in aereo: come saranno le cabine del futuro

L'ambizioso e funzionale progetto di un'azienda britannica per gli aerei del futuro

Mentre le ferie estive si apprestano a terminare, il mondo dell’aviazione continua a cercare soluzioni per viaggiare sempre di più e in totale sicurezza. E questa volta una proposta particolarmente interessante arriva dall’azienda britannica Priestmangoode, che ha dato vita a “pure skies“, dei modelli di cabina per aereo a prova di pandemia.

Un team di designer esperti ha messo a punto, infatti, uno straordinario progetto portando alla luce della cabine assolutamente eleganti, innovative e funzionali, le quali presentano un livello di igiene maggiore e anche dei monitor divisori utili a salvaguardare la salute dei passeggeri.

Chiaramente non è stata dimenticata la comodità. Le postazioni, difatti, saranno addirittura più confortevoli e, grazie alla loro particolare progettazione, consentiranno anche un sistema di intrattenimento differente rispetto agli aerei sui cui abbiamo volato fino a ora. E niente paura, questa nuova cabina aerea è stata pensata sia per le classi business che per quelle economiche.

L’azienda britannica descrive questo meraviglioso lavoro di design come l‘aereo del futuro e a prova di potenziali pandemie. Basti pensare che all’interno vi è stato installato un particolare sistema anti-polvere.

Ma questa innovativa cabina aerea va incontro anche alle esigenze di chi ha il timore di volare. Infatti, sono state ideate seguendo i principi della “psicologia dei colori“, disciplina che si occupa anche dello studio di variabili che possono alleviare l’ansia dei passeggeri stessi.

Inoltre, i posti a sedere usano la tecnologia “fotocromica” e “termocromica“, in poche parole delle strumentazioni super moderne in linea con i nuovi metodi di pulizia come l’UVC e la pulizia termica.

Ma la parola d’ordine, oltre a sicurezza, è anche comodità. Non a caso, molte postazioni saranno distribuite in modo da offrire più spazio e libertà di movimento ai viaggiatori.

Insomma, il progetto è davvero ambizioso e punta a essere adatto a qualsiasi eventuale esigenza del futuro. Con l’obiettivo, chiaramente, di sostenere il settore degli aerei di linea in caso di qualsiasi altra crisi sanitaria.

Tuttavia, è bene ricordare che questa di Priestmangoode non è stata l’unica idea relativa ai futuri viaggi in aereo. Non molto tempo fa, infatti, erano stati proposti dei velivoli con postazioni “a castello.”

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Viaggi in aereo: come saranno le cabine del futuro