Al via la quarta edizione del Food & Wine Tourism Forum

Tutti gli eventi del Food & Wine Tourism Forum, incentrato principalmente sullo sviluppo digitale e la sostenibilità

Il giorno 1 giugno, presso la sede di Identità Golose Milano, è stata presentata la quarta edizione del Food & Wine Tourism il cui tema fondamentale di quest’anno è “Il futuro del turismo enogastronomico”. A intervenire sono stati Maria Elena Rossi, direttore marketing e promozione Enit, Luca Romozzi, Commercial Director Tourism, Italy, Mediterranean & East Europe per Sojern, Andrea Alemanno, Principal IPSOS Strategy3 e Paolo Marchi, ideatore e curatore di Identità Golose.

Mauro Carbone, direttore Ente Turismo Langhe Monferrato Roero e Roberta Milano, direttore scientifico Food & Wine Tourism Forum hanno invece moderato l’incontro.

Un Forum importantissimo e che rappresenta, soprattutto, l’occasione per creare un momento di riflessione, stimolo e formazione sulle sfide che il turismo enogastronomico deve (e dovrà) costantemente affrontare. Prove che cambiano e che diventano sempre più complesse, soprattutto a causa del momento storico che stiamo vivendo e che sta trasformando le persone, i valori, le dinamiche economiche e le prospettive di sviluppo.

Proprio per questo motivo il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) ha identificato, anche nel settore del turismo, due elementi fondamentali: lo sviluppo digitale e la sostenibilità.

E a tal proposito saranno molti gli eventi da non perdere. Il forum, infatti, si svilupperà nell’arco di un mese. Esattamente avrà luogo dal 1° giugno al 1° luglio con ben cinque appuntamenti di conference dedicate alla visione e declinate in base ai topic, e con un ciclo di webinar formativi focalizzati sul potenziamento della comunicazione digitale nel turismo, nelle experience e nella ristorazione. Eventi che sono aperti a tutti, mentre i webinar sono riservati agli operatori della favolosa zona di Langhe, Monferrato e Roero.

Il calendario delle conference

Il calendario degli appuntamenti del Forum è il seguente: Giovedì 10 giugno, dalle 17.00 alle 18.30, avrà luogo un evento online sulla tematica della sostenibilità dal titolo “Sostenibilità e turismo enogastronomico: un legame inscindibile”, con gli interventi di Antonio Pezzano, esperto in tourism destination management e di Andrea Casadei, Business Developer & Strategies H-FARM SPA.

Giovedì 17 giugno, invece, dalle 17.00 alle 18.30, tramite un evento online dal titolo “Verso il forum mondiale del turismo del vino”, si approfondirà il tema dell’internazionalizzazione e con l’intervento di Alessandra Priante, direttrice Europa dell’UNWTO – Organizzazione Mondiale del Turismo

Giovedì 24 giugno, dalle 11.30 alle 13.00, si potrà assistere a un ulteriore evento online sulle tematiche dell’innovazione e dell’internazionalizzazione dal titolo “Sguardo verso est”, con gli interventi di: Sofia Canali, Senior Business Development Manager – Destination Marketing at Trip.com Group, Paola Casagrande, direttore Coordinamento Politiche Fondi Europei Regione Piemonte, Enrico Plateo, Business Development Director in Europa per Tencent International Business Group e Andrea Canapa, esperto turismo cinese e consulente progetto Smart China della Regione Toscana

Giovedì 1° luglio, dalle 17.00 alle 18.30, sarà il turno di un evento in presenza e online sulle tematiche dell’innovazione e della sostenibilità dal titolo “Comprendere per innovare”, con gli interventi di: Roberta Garibaldi, key note speaker, consultant, professor: food tourism, Paolo Iabichino, scrittore, pubblicitario, direttore creativo, fondatore Osservatorio Civic Brands con Ipsos Italia, maestro Scuola Holden e Francesco Tapinassi, direttore scientifico BTO e direttore Toscana Promozione.

Il calendario dei webinar dedicati alla comunicazione

Come detto in precedenza ci saranno anche diversi appuntamenti dedicati alla comunicazione. Eventi che avverranno sempre di Lunedì.

Nel dettaglio:  il 7 giugno, dalle 17.00 alle 18.30, avrà luogo un evento online dal titolo “Food, wine e turismo: Instagram, lo strumento di marketing fondamentale” con la docente Chiara Ercini, social media manager, docente I.E.D. e travel blogger.

Lunedì 14 giugno, dalle 17.00 alle 18.30, evento online dal titolo “To tell a story” con la docente Mafe de Baggis, digital strategist.

Lunedì 21 giugno, invece, dalle 17.00 alle 18.30, ci sarà un evento online dal titolo “Facciamola bella, divertente e facile” con la docente Bargara Sgarzi, giornalista, docente, consulente per social media e comunicazione digitale.

Lunedì 28 giugno, dalle ore 17.00 alle ore 18.30, l’ultimo evento online dal titolo “La SEO di oggi” con il docente Elia Zanon, head of SEO, MOCA Interactive.

A tal proposito Luigi Barbero, Presidente dell’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero ha dichiarato che “sull’onda del grande successo delle precedenti edizioni, l’Ente Turismo con il suo staff e i partner, presentano un evento di grande impatto in un momento cruciale per il settore turistico“. Del resto questo Forum mette in vetrina le innovazioni digitali e le prospettive utili a tutti gli operatori della filiera attraverso proposte e idee per sviluppare progetti per una ripartenza ottimale.

Senza dimenticare, chiaramente, le due chiavi di sviluppo indispensabili per il turismo enogastronomico: innovazione e sostenibilità, come ha dichiarato Roberta Milano, direttore scientifico del Food & Wine Tourism Forum.

Insomma, un evento interessante e importante che toccherà 4 temi fondamentali per il settore turistico: il digitale, la sostenibilità, l’innovazione e l’internazionalizzazione.

Del resto, per quanto riguarda il digitale, l’Italia, secondo il Digital Economy and Society Index DESI, sconta un grave ritardo poiché ci troviamo al 25esimo posto in Europa nell’indice generale su tale aspetto. E addirittura ci piazziamo all’ultimo posto (28°) per le competenze in tale ambito. La sfida della trasformazione digitale, quindi, è centrale per il turismo e per il turismo enogastronomico.

In tema di sostenibilità, invece, quello che si può affermare è che è un percorso da intraprendere necessariamente. L’Italia, infatti, deve difendere la sua biodiversità (di cui è ricchissima) la mobilità elettrica, il turismo rurale e perseguire i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS/SDGs, Sustainable Development Goals).

L’innovazione, dal canto suo, non deve essere solo tecnologica, ma anche di processo. Questo perché stanno cambiando i comportamenti a tal punto che diventa ancor più complesso intercettare le nuove esigenze dei viaggiatore. Occorre, perciò, modificare radicalmente e velocemente l’approccio al mercato, l’organizzazione aziendale e i modelli consolidati.

Infine il tema dell’internazionalizzazione. Del resto l’attenzione, obbligata, rivolta al turismo di prossimità in questi mesi non deve più compromettere le strategie a medio e lungo termine verso i mercati esteri che costituivano, prima della pandemia, oltre la metà dei flussi con un peso ancor più rilevante per la bilancia dei pagamenti. Secondo Banca d’Italia, le entrate per viaggi internazionali nel 2019 rappresentavano 44,3 miliardi, pari al 41 per cento delle esportazioni di servizi e a circa l’8 per cento di quelle complessive. Un obiettivo da perseguire tenacemente e velocemente facendo leva su un asset forte per l’Italia come il turismo enogastronomico.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Al via la quarta edizione del Food & Wine Tourism Forum