Mick Jagger turista a Palermo (e improvvisa un concerto live)

Sono mesi che Mick Jagger bazzica la Sicilia e sembra non avere alcuna intenzione di andarsene

Sono mesi che Mick Jagger bazzica la Sicilia e sembra non avere alcuna intenzione di andarsene. Del resto, come dargli torto. Clima mite, sole, luoghi incantevoli, cibo buonissimo.

A novembre la rock star era stata infatti avvistata a Marzamemi, uno dei paesi più fotografati dell’isola per i suoi colori, per le ceramiche e per quanto è pittoresco. Nei giorni scorsi, il frontman dei Rolling Stones ha deciso di visitare Palermo e i suoi dintorni, lasciando i siciliani a bocca aperta. Ora vi spieghiamo anche perché.

Il Capoluogo siciliano non poteva non incantare anche una star come lui che nella vita ne ha sicuramente viste di belle, ma mai quanto Palazzo dei Normanni con la sua Cappella Palatina, una delle chiese più belle del mondo. Un gioiello arabo-normanno ricoperto di mosaici d’oro. La cappella fu fatta costruire nel 1130 per volere di re Ruggero II di Sicilia e venne consacrata il 28 aprile 1140 come chiesa privata della famiglia reale. Fa parte del Patrimonio dell’umanità dell’Unesco nell’ambito dell’Itinerario Arabo-Normanno di Palermo, Cefalù e Monreale.

Ed è proprio nel borgo di Monreale, sulle alture di Palermo, che Mick Jagger è voluto andare subito dopo un breve tour del centro storico cittadino. Qui è rimasto incantato dalla bellezza della cattedrale di Santa Maria Nuova, una delle più importanti chiese medievali del mondo, e dai suoi meravigliosi 130 mosaici bizantini che raffigurano episodi tratti dall’Antico Testamento, dal Nuovo Testamento e dalle vite dei Santi, oltre al grande mosaico del Cristo Pantocratore che, illuminato dalla luce esterna, crea un effetto visivo unico.

Ma il cantante e musicista britannico, data la sua lunga esperienza musicale, è stato soprattutto attirato dall’organo a canne che si trova nel Duomo di Monreale, unico in Europa: è l’unico organo a sei tastiere, di 61 note ciascuna, in tutto il Vecchio Continente, che comprende 10mila canne, di legno e metallo, suddivise in tre corpi sonori. La consolle è la più grande al mondo fra quelle spostabili ben 400 comandi.

Mick Jagger ha chiesto di vederlo e di sentirlo suonare. Permesso accordato, ma solo dall’organista. Dopo aver lasciato un autografo sul libro della diocesi di Monreale è scappato prima che si spargesse la voce e dell’arrivo di fotografi e giornalisti.

cattedrale-Santa-Maria-Nuova-monreale

La cattedrale di Santa Maria Nuova a Monreale

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mick Jagger turista a Palermo (e improvvisa un concerto live)