Wi-fi gratuito in aeroporto: ecco perché non dovresti usarlo

È sempre una grande tentazione, ma sarebbe meglio non usare il wi-fi gratuito degli aeroporti

Vi sarà sicuramente capitato di dover trascorrere lunghissime ore in aeroporto, in attesa della partenza del vostro volo – soprattutto quando si tratta di una coincidenza, i tempi possono diventare davvero interminabili. Cosa fare in quel frangente? Chi è ben attrezzato non avrà problemi, altrimenti uno smartphone connesso ad internet può essere la soluzione. Ma attenzione al wi-fi gratuito dell’aeroporto.

Non tutti lo sanno, ma in aeroporto si possono nascondere diverse insidie, alcune delle quali sono proprio di tipo tecnologico. Abbiamo già visto come sia importante fare attenzione alle prese USB pubbliche, che possono rivelarsi delle perfette porte d’accesso per i cyber criminali. Purtroppo, la stessa cosa vale anche per la connessione ad internet. La maggior parte degli scali internazionali offre una rete wi-fi gratuita, l’uso della quale però può diventare un vero e proprio problema di sicurezza.

I cyber criminali possono trovare negli aeroporti dei terreni di caccia ideali se sono alla ricerca di informazioni private e di dati sensibili. Sono infatti migliaia le persone che ogni giorno frequentano questi luoghi, e molte di loro utilizzano la rete wi-fi gratuita messa a disposizione del pubblico. Tutto questo nonostante gli esperti cerchino di spiegare ormai da tempo che queste connessioni non sono sicure. Diversi sondaggi condotti da importanti aziende dedicate alla sicurezza informatica hanno infatti dimostrato che il problema non è particolarmente sentito dalla maggior parte dei viaggiatori.

La comodità di poter avere internet a portata di click in maniera del tutto gratuita vince spesso sulla paura di poter incappare in qualche hacker. Dovreste dunque rinunciare alla connessione durante i vostri viaggi? In realtà, ci sono delle soluzioni semplicissime a portata di mano per navigare in sicurezza. Se avete uno smartphone, ma preferite connettervi con tablet o pc, non dovete far altro che attivare l’hotspot: in questo modo utilizzerete la vostra connessione dati senza passare dalla rete pubblica.

Un’altra soluzione comodissima è acquistare una chiavetta internet USB. Al suo interno contiene una normale sim – con abbonamento o ricaricabile, questo potete sceglierlo voi – che viene utilizzata solamente per la connessione. Infine, potete utilizzare una rete virtuale privata (VPN), un servizio che cripta i vostri dati offrendovi protezione e anonimato. Online potrete trovare moltissimi siti che offrono questo genere di connessione, nella maggior parte dei casi a pagamento. Bastano pochi euro per rendere sicura la vostra connessione, una spesa che potrebbe valere la pena di fare se viaggiate spesso.

wi-fi gratis in aeroporto

Wi-fi gratuito in aeroporto: ecco perché non dovresti usarlo – Fonte: iStock

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wi-fi gratuito in aeroporto: ecco perché non dovresti usarlo