Compagnie aeree: i trucchi contro i viaggiatori

Altroconsumo compila la lista nera delle compagnie aeree che inventano di tutto per vessare i viaggiatori

La guerra dei viaggiatori contro le compagnie aeree continua. Stavolta, a dare una mano agli utenti, è stata Altroconsumo, l’associazione dei consumatori, che ha stilato una lunga lista con ben 92 trucchi usati dalle varie compagnie per provare a frodare chi prende l’aereo.

Le società sotto accusa sono tante, dalle nostrane Alitalia, Air Italy e Meridiana, ai colossi Air France-Klm, British Airways, e Lufthansa, per finire con le low cost Ryanair ed EasyJet. I trucchi usati sono davvero tanti e molti si trovano scritti in piccolo nei contratti di trasporto passeggeri. Le varie compagnie possono, a loro dire, cambiare l’orario del volo e partire in ritardo se lo ritengono opportuno, ed il viaggiatore non può reclamare nulla.

C’è chi procede alla cancellazione del viaggio di ritorno se il passeggero non effettua l’andata, e chi fa pagare agli utenti le addizionali al carburante. Ci sono addirittura compagnie che si rifiutano di trasportare i disabili ed altre che fanno pagare gli aumenti di tasse, oneri e spese accessorie. Air One e Lufthansa si spingono oltre, per loro gli orari dei voli sono puramente indicativi, non è previsto, dunque, nessun rimborso in caso di ritardo. Altroconsumo ha già spedito le lettere di diffida alle compagnie aeree e, se Alitalia e le altre non modificheranno le norme a favore degli utenti, si andrà di fronte al giudice.

D’ora in poi, prima di acquistare il biglietto, oltre all’orario del volo, sarà buona norma leggere anche le minuscole clausole del contratto.

Compagnie aeree: i trucchi contro i viaggiatori