Viaggio in Sudafrica: le mete e i consigli per una vacanza sicura

Parchi naturali, safari imperdibili e città ricche di fascino: ecco le mete da non perdere in Sudafrica.

Il Sudafrica è uno dei paesi più suggestivi e affascinanti del continente africano, in grado di offrire un’ampia scelta di destinazioni, dalle città della costa meridionale ai parchi naturali, dove vivere l’esperienza di un safari in Sudafrica. Tra le mete più apprezzate ci sono le grandi metropoli, come Città del Capo, Pretoria e Johannesburg, le località costiere tra cui Port Elizabeth, Durban e Hermanus, i meravigliosi parchi di Kruger, Pilanesberg e Mapungubwe, fino alla regione vitivinicola di Winelands.

Cosa vedere in Sudafrica: Johannesburg

Johannesburg è sicuramente uno dei luoghi principali da vedere in Sudafrica, la capitale economica del Paese, una città con oltre 3 milioni di abitanti e la seconda metropoli più estesa del continente. Da non perdere una visita al museo dell’Apartheid, aperto nel 2001, dove si trova una collezione di documenti, manufatti e fotografie relative alla storia culturale del Sudafrica. Luogo simbolo della lotta per i diritti umani è Nelson Mandela Square, una piazza con una statua del famoso presidente nero del Paese, icona mondiale conosciuta in tutto il mondo.

Nel quartiere di Sandton è possibile visitare anche il complesso di Montecasino, che si erge su una superficie di oltre 26 ettari, al cui interno di trovano parchi, statue, un casinò e vengono organizzati spettacoli particolarmente rinomati. Altrettanto interessante è un tour nel quartiere di Soweto, una zona sempre molto animata e movimentata, con un’intensa vita notturna. Centro artistico di Johannesburg è anche il quartiere di Braanfontein, localizzato nei pressi del Nelson Mandela Bridge, dove trovare gallerie d’arte e bar alla moda, oppure quello di Maboneng, sede del mercato centrale di Arts of Main.

Da visitare i numerosi parchi di Johannesburg, tra cui lo zoo, che si estende su oltre 140 acri e custodisce circa 2.000 animali, come ippopotami, scimmie e rinoceronti, oppure il Lion Park, dove si possono ammirare 80 esemplari leoni tra cui alcuni estremamente rari. Per chi invece vuole vedere da vicino coccodrilli e altri rettili c’è il Croc City Crocodile & Reptile Park, adatto per un’esperienza intensa da vivere con tutta la famiglia, mentre per conoscere le radici storiche delle antiche popolazioni della zona c’è il sito di Mapungubwe, scoperto nel 1932.

Cosa visitare in Sudafrica: Parco Nazionale Kruger

Uno dei luoghi più suggestivi da visitare, durante un viaggio in Sudafrica, è il Parco Nazionale Kruger, il più famoso e antico della regione. Il parco ha una superficie di oltre 20 mila Kmq, ed è attraversato da moltissime strade che permettono di visitarlo in jeep, per vivere un vero safari in Sudafrica. All’interno sono presenti i famosi “Big Five”, ovvero leoni, bufali, rinoceronti, elefanti e leopardi, insieme a tantissime altre specie di animali come impala, giraffe, zebre e antilopi.

Presso il Parco Nazionale di Kruger è possibile organizzare safari di gruppo, privati oppure contrattare una guida e visitare alcune aree della riserva da soli, a bordo di fuoristrada equipaggiati e dotati delle dovute misure di sicurezza. Il parco si trova a circa un giorno di viaggio da Johannesburg, mentre come punti di accesso vengono utilizzate solitamente le cittadine di Nelspruit e Skukuza. Nella zona sono presenti anche siti archeologici di grande pregio, come Masorini e Thulamela, dove ammirare antiche pitture rupestri.

Cosa fare in Sudafrica a Città del Capo (Cape Town)

La capitale ufficiale del Sudafrica, Città del Capo o Cape Town in inglese, vanta sicuramente una posizione geografica privilegiata, con il suggestivo scenario del Parco Nazionale di Table Mountain a fare da sfondo e la bellezza dell’oceano tutt’intorno. Da visitare assolutamente è il porto di Cape Town, chiamato Waterfront, con la sua architettura in stile vittoriano, la vita animata a qualsiasi ora del giorno e della notte, gli show dal vivo soprattutto in estate e il MOCAA, il museo di arte contemporanea di Cape Town.

Da conoscere Robben Island, l’isola nel cui carcere di massima sicurezza fu confinato Nelson Mandela per circa 20 anni, oggi Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Da scoprire è anche il quartiere di Bo-Kaap, con le sue case in stile neocoloniale e i colori sgargianti di Rose Street, mentre la notte conviene spostarsi verso Long Street, la via più movimentata della città, con bar, ristoranti e locali con musica dal vivo. Da vedere a Cape Town anche la spiaggia di Camps Bay, le cabine colorate di Muizenberg, il faro di Cape Point dal quale avvistare le balene e il giardino botanico di Kirstenbosch, attraversando la passerella di legno dalla quale godere di una vista panoramica unica.

Viaggio in Sudafrica: Cape Town e le altre città da vedere

Veduta aerea di Cape Town

Durban: in viaggio nella costa meridionale del Sudafrica

Nelle vicinanze di Città del Capo si trova Durban, una cittadina rinomata per la produzione locale di vino e di prodotti agroalimentari, una zona molto frequentata dai turisti per la presenza di attività, siti e luoghi da visitare particolarmente suggestivi e interessanti. Ad esempio per gli amanti degli sport acquatici e del mare c’è la spiaggia di Golden Mile, il cui nome deriva dalla sabbia dorata presente in tutto questo tratto di costa, altrimenti è possibile visitare il parco acquatico di uShaka Marine World, per ammirare le acrobazie dei delfini.

Sempre molto suggestivo è il giardino botanico di Durban, realizzato nel 1849, uno dei più antichi del Sudafrica, in cui si possono vedere alcuni reperti fossili di antiche specie vegetali estinte. Da scoprire anche il Distretto Indiano,il museo di Kwamuhle, percorrere il sentiero di Inanda Heritage Trail lungo il quale rifletteva il Mahatma Gandhi, oppure avvistare gli squali al largo con il KwaZulu Natal Sharks, un’escursione in barca davvero emozionante.

Viaggio in Sudafrica: Pretoria

Capitale amministrativa del Sudafrica, insieme alle città di Cape Town e Bloemfontein, Pretoria è localizzata nella zona nord-est del Paese. Si tratta di una città moderna, circondata da verdi pianure di campi coltivati, in grado di offrire relax, buona cucina, servizi ed escursioni nei vicini parchi della regione. Tra i luoghi da visitare assolutamente c’è il monumento Art déco Voortrekker, realizzato nel 1938, un edificio ricavato nella roccia sul quale salire con un ascensore, per ammirare la splendida vista dall’alto. Da vedere anche l’Art Museum di Pretoria, specializzato nell’arte sudafricana.

Particolarmente caratteristico è il centro storico della città, soprattutto la zona di Church Square, dove si trovano edifici storici e palazzi delle istituzioni come il Ransdaal, l’antica sede del Parlamento. Altrettanto vale per il Kruger House Museum, il Sammy Mark Museum e il santuario degli uccelli Austin Roberts, per gli appassionati del birdwatching. Infine sono da segnalare i bellissimi parchi di Pretoria, come il giardino botanico e il National Zoological Gardens, mentre per vivere un’esperienza unica è possibile fare un viaggio sul treno a vapore, passando tra le cittadine di Tshwane, Rayton e Cullinan.

Cosa vedere in Sudafrica: Knysna

Una delle tappe più interessanti da inserire nel tour del Sudafrica è Knysna, una cittadina costiera situata a metà strada tra Città del Capo e Port Elizabeth, sulla strada panoramica Garden Route. Si tratta di una località molto apprezzata da turisti, che possono trovare una mentalità aperta, con un’atmosfera rilassata e cortese. La città è famosa per le lavorazioni del legname, grazie alla presenza di foreste in tutta la zona circostante, con numerosi negozi e botteghe che vendono artefatti in legno di particolare bellezza.

Tra i posti da visitare a Knysna c’è il monumento Dalene Matthee, un albero con oltre 880 anni di vita, inserito in un’area protetta dove passeggiare e organizzare un picnic all’aria aperta. Per gli amanti del trekking è possibile addentrarsi nella Riserva Naturale di Goukamma, nella zona di Buffalo Bay, con vari sentieri dai 4 ai 15 Km di lunghezza. Altrimenti ci si può recare nelle suggestive spiagge situate prima di Brenton, visitare il piccolo museo di Mother’s Holly’s Tea Garden, le vecchie miniere d’oro oggi abbandonate situate nelle vicinanze, oppure godersi una cena al ristorante o una serata in uno dei tanti locali del centro di Knysna.

Cosa fare in Sudafrica: Parco Nazionale Addo Elephant

In un viaggio in Sudafrica è da vedere sicuramente il magnifico Parco Nazionale di Addo Elephant, situato nei pressi di Città del Capo, una meta ideale per chi si trova in visita nella capitale sudafricana. All’interno è presente un’area naturale protetta, dove vivono oltre 450 elefanti allo stato brado, un luogo adatto per un safari in Africa rilassante e non eccessivamente avventuroso. Nella struttura è possibile contrattare guide molto professionali e preparate, pagando un biglietto d’ingresso di circa 20€ a persona, per passare una giornata tra pachidermi, bufali, leoni e rinoceronti.

Viaggio in Sudafrica: cosa vedere

Elefanti nel Parco Nazionale Addo Elephant

Gli imperdibili vigneti del Sudafrica

Il Sudafrica non è famoso soltanto per i safari ma anche per il vino, essendo il Paese con la maggiore produzione vinicola del continente. Per gli amanti del buon vino una tappa d’obbligo è Stellenbosch, localizzata a circa 50 Km da Città del Capo, una meravigliosa zona fertile con sterminate coltivazioni di uva e vigneti a perdita d’occhio. In realtà Stellenbosch è una città universitaria, con costruzioni in classico stile vittoriano, tuttavia l’attrazione principale sono le aziende vinicole, dove degustare vini e prodotti locali come il Merlot, il Pontat, il Rhine e il Chenin Blanc.

Cosa vedere in Sudafrica: la Culla dell’Umanità

Di particolare interesse archeologico, l’area ribattezzata Culla dell’Umanità è una zona di grande pregio storico, con una superficie di 474 Km quadrati dove si possono ammirare fossili preistorici. Il sito dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1999, che si trova nel distretto di Gauteng nei pressi di Johannesburg, ed è composto da una serie di grotte calcaree in cui sono celati resti di antiche civiltà, vissute tra 2 e 3 milioni di anni fa. All’interno è presente anche un museo, dove sono esposti alcuni reperti riparati da robuste teche in vetro.

Itinerari di viaggio in Sudafrica: Wilderness

Tra le città di George e Knysna si trova Wilderness, una località da inserire sicuramente nel proprio itinerario in Sudafrica. La cittadina è situata in una zona caratterizzata da fitte foreste naturali, con un paesaggio collinare e sterminate spiagge di sabbia bianca. Divenuta negli ultimi anni una meta molto popolare, a Wilderness si possono praticare attività sportive, escursioni e trekking, tra cui discese nei fiumi della zona in canoa, salti con il parapendio e gite a cavallo. Da non perdere le passeggiate lungo il percorso costiero Garden Route Trails.

Dove andare in Sudafrica: Kimberley

Una meta turistica altrettanto valida è Kimberley, una città situata nella regione centrale del Sudafrica, dotata di un aeroporto internazionale che permette di raggiungere il continente dall’Europa. Soprannominata la città dei diamanti, per la presenza di numerose miniere, oggi ospita una delle cave di diamanti più grandi del mondo, un cratere rimasto aperto ai piedi della cittadina profondo ben 800 metri. Da visitare a Kimberley il museo della Miniera, dove sono esposte le antiche attrezzature utilizzate per l’estrazione dei preziosi diamanti.

Viaggio in Sudafrica: consigli

La miniera di diamanti Kimberley

Viaggio in Sudafrica con i bambini

Nonostante possa sembrare una destinazione poco adatta ai più piccoli, in realtà il Sudafrica è una località dove è possibile viaggiare con i bambini senza problemi. Ovviamente bisogna evitare le zone più pericolose, pianificare un itinerario di viaggio in Sudafrica idoneo, optando per i parchi e le città più sicure, anche dal punto di vista delle vaccinazioni. Molti parchi del Sudafrica sono malaria free, oppure offrono percorsi indicati per i bambini, per avvistare animali selvatici senza esporsi ad alcun rischio.

Ad esempio sono da evitare Kruger Park e il Parco Nazionale di Mapungubwe, per la presenza di zone dove si potrebbe contrarre la malaria, mentre sono perfettamente adatti luoghi come l’Amakhala Game Reserve, localizzato nei pressi di Port Elizabeth, la riserva di Sanbona a circa 2 ore di viaggio da Città del Capo, oppure il Parco Nazionale di Table Mountain, che sovrasta Cape Town e regala scenari particolarmente suggestivi.

Viaggio di nozze in Sudafrica

Molte coppie scelgono di passare il proprio viaggio di nozze in Sudafrica, un Paese che consente di vivere un’esperienza unica, tra romantiche giornate nei resort di Cape Town, visite avventurose a Kruger Park e piacevoli degustazioni di vino nelle Winelands. Trascorre una piacevole luna di miele in Sudafrica regala sempre emozioni forti, una soluzione ideale per chi non vuole soltanto starsene in spiaggia, ma unire al relax anche il divertimento dei safari in Africa.

Uno degli itinerari più apprezzati prevede un viaggio con soste a Cape Town, per scoprire le bellezze delle Table Mountain, le spiagge di Camps Bay e ammirare i pinguini a Boulders Beach, proseguendo nel Parco Nazionale del Kruger, dove avvistare i Big Five, terminando la vacanza a Stellenbosch, per degustazioni di vino sudafricano e picnic tra i vigneti della zona. Un abbinamento piuttosto gradito è unire al viaggio di nozze in Sudafrica un viaggio alle Seychelles, per vivere l’avventura dei safari africani con l’atmosfera rilassante dei paradisi tropicali di isole come Cerf, Fregate, La Digue e Mahé.

Viaggio in Sudafrica: dove andare

Vigneti vicino a Wellington

Viaggio in Sudafrica: cosa sapere prima di partire

Pianificare una vacanza in Sudafrica richiede una certa organizzazione, infatti bisogna proteggersi contro le malattie, attrezzarsi con indumenti adatti e studiare l’itinerario, in base alle proprie esigenze e all’eventuale presenza di bambini. Le vaccinazioni per il Sudafrica consigliate dal Ministero della Salute sono principalmente due, quella contro la febbre gialla e la profilassi per la malaria, soprattutto per chi ha intenzione di visitare i parchi naturali e le zone del centro-nord del Paese.

Sebbene non siano obbligatorie, è preferibile avere anche le vaccinazioni contro l’epatite A e B, il tetano, la febbre tifoide e la difterite. Per ridurre al minimo i rischi è opportuno consultare il portale del Ministero della Salute e controllare le indicazioni della Farnesina, che pubblicano periodicamente bollettini aggiornati sulle zone di contagio e le epidemie in corso. Tuttavia è utile proteggersi dalle punture delle zanzare con spray e creme, utilizzare indumenti che coprono braccia e gambe anche in estate, bere soltanto acqua in bottiglia e dormire in strutture munite di tende e zanzariere.

Prezzi medi dei viaggi in Sudafrica

Sicuramente effettuare un tour del Sudafrica non è un’esperienza economica, tuttavia dipende dall’itinerario scelto, dalla durata della vacanza e dalle destinazioni. In media il prezzo per un viaggio in Sudafrica può andare dai 1.500 ai 3.000 euro a persona, considerando almeno 10 giorni e includendo anche un safari in uno dei parchi della regione. Allo stesso tempo è possibile trovare pacchetti last minute, per risparmiare sul costo del viaggio e organizzare una vacanza low cost in Sudafrica.

Per questo motivo è importante mantenersi informati, iscriversi alle newsletter delle agenzie di viaggio, richiedere vari preventivi di spesa ai tour operator specializzati, cercando di prenotare nei periodi di bassa stagione. In media i costi sono di circa 1.000 euro per il volo andata e ritorno, tra i 50 e gli 80 euro per il pernottamento, dai 7 ai 30 euro per i pasti e circa 250 euro per un safari in Sudafrica, compresa la guida e il biglietto d’ingresso al parco.

Quando andare in Sudafrica: periodi migliori

Il Sudafrica presenta un clima variegato, perciò è necessario considerare la zona precisa nella quale recarsi, poiché il meteo può cambiare sensibilmente da una regione all’altra del Paese. Innanzitutto le stagioni sono opposte rispetto a quelle presenti in Europa, quindi quando in Italia è estate in Sudafrica è inverno e viceversa. Le temperature rimangono piuttosto stabili durante tutto l’anno, infatti non risultano né troppo elevate né particolarmente basse. Le precipitazioni si concentrano nel periodo da maggio ad agosto nella zona di Cape Town, da novembre a marzo in quella di Johannesburg, da ottobre a marzo nella regione di Durban.

A Città del Capo il clima è abbastanza simile a quello mediterraneo, quindi i periodi migliori per viaggiare sono da novembre ad aprile, mentre per un safari nei parchi naturali di Johannesburg è consigliabile optare per i mesi da maggio a settembre. Lo stesso è valido per organizzare una vacanza nella zona intorno a Durban, sulla costa meridionale del Sudafrica, dove conviene scegliere i mesi di giugno, luglio, agosto e settembre. Durante tali periodi le temperature possono oscillare dai 23 ai 28°C, con piogge scarse e giornate sempre piuttosto soleggiate e poco ventose, ideali per un viaggio in Sudafrica.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Viaggio in Sudafrica: le mete e i consigli per una vacanza sicura