Viaggio a Hurghada, paradiso tropicale del Mar Rosso

Viaggio a Hurghada, meravigliosa località del Mar Rosso, tra le incantevoli isole disabitate, spiagge sabbiose e i suggestivi paesaggi della barriera corallina

L’Egitto è un paese che affascina per la sua interminabile storia, ma tra i siti archeologici e le affascinanti escursioni nel deserto, lungo la costa si incontrano bellissime località turistiche bagnate dalle splendide acque del Mar Rosso, una di queste è Hurghada. Un piccolo paradiso tropicale molto apprezzato per le sue spiagge sabbiose e per il suo colorato e incontaminato mondo sottomarino.

Cosa vedere ad Hurghada? Circa 36 chilometri di spiagge incontaminate che si estendono lungo tutto il tratto costiero fino al confine con il Sudan. Hurghada è una delle principali località turistiche dell’intero Egitto, tra meravigliose isole disabitate e insenature, propone tra le tante attività la possibilità di praticare vari sport acquatici in particolare il windsurf, la vela, la pesca d’altura.

Hurghada però è diventata famosa sopratutto per la presenza della barriera corallina, la quale fa del Mar Rosso una meta straordinaria e prediletta per gli appassionati di snorkeling e di immersioni subacquee desiderosi di scoprire la sua meravigliosa fauna marina. La città è un ottimo punto di partenza per i differenti siti d’immersione e per perlustrare le numerose isole circostanti. Uno dei paradisi tropicali del Mar Rosso maggiormente apprezzati dai turisti è il Parco Nazionale dell’Isola di Giftun.

Un’area protetta famosa per la sua colorata foresta di coralli e la grande varietà di pesci. Raggiungibile in poco tempo con la barca, l’isola è un must per gli amanti dei fondali, qui infatti si trova quanto di meglio le profondità del mare possano offrire, tartarughe marine, razze, delfini e un sacco di coloratissimi pesci tropicali. Sull’isola si trova anche la splendida spiaggia di Mahmya, un piccolo angolo di paradiso incontaminato dove godere il massimo del relax sulla spiaggia sabbiosa e spensierate nuotate nelle acque limpide e cristalline.

Per chi non ama le profondità può praticare lo snorkeling per esplorare i fondali a pelo d’acqua o raggiungere altre isole poco distanti, come la suggestiva isola di Gota Abu Ramada, nota come “l’acquario del Mar Rosso” per la moltitudine si esemplari marini che ci abitano, oppure può salire a bordo di un sottomarino per un’escursione di poche ore a 25 metri sotto il livello del mare o approfittare di un tour a bordo di imbarcazioni con il fondo di vetro.

Per quanto riguarda le spiagge, oltre alla già citata Al-Mahmya, le più note sono quella di Sahl Hasheesh, a una decina di chilometri dalla città caratterizzata da diverse strutture di lusso, le spiagge di El Gouna, Mangroovy Beach, ideale per lo sport, e Zeytuna Beach, situata su un isolotto, quella di Makadi Bay nota per i suoi splendidi banchi corallini e la meravigliosa Sharn El Naga con le sue scogliere rosse.

Allontanandosi dal mare e dalla costa, i più avventurosi potranno addentrarsi nel cuore del deserto egiziano, tra oasi e montagne, per un avvincente escursione a dorso di un cammello, a bordo di una jeep o un quad. Qui sarà possibile provare un’esperienza unica all’interno di un villaggio beduino per scoprire le tradizioni e il modo di vivere di questa tribù, assaporando una cena tipica accompagnata da danze orientali e canzoni popolari.

È possibile, inoltre, immergersi nel passato attraverso le escursioni alla volta di famosi siti storici e archeologici di grande bellezza, quali il Tempio di Luxor, che sorge tra le rovine della vecchia Tebe nella valle del Nilo, luogo perfetto per entrare a pieno nella storia e nella cultura dell’Antico Egitto, le opere imponenti come il complesso templare di Karnak con il suo viale delle sfingi, ed infine la vicina e meravigliosa Valle dei Re, le cui antiche tombe dei faraoni, custodite e celate dal deserto, sono ricche di immagini e di geroglifici.

Dopo tanto girovagare i turisti che vogliono concedersi un giorno di riposo possono rimanere in città, soprattutto nella parte più antica nota come El Dahar, ricca di storia e tradizioni, alla ricerca di un souvenir caratteristico tra i bazar e i mercatini di artigianato locale o coccolandosi con una cena nei numerosi ristoranti nella Marina Boulevard.

Ad Hurghada non manca una vivace vita notturna, quindi dopo una cena in un buon ristorante, è meglio smaltire facendo quattro salti in discoteca, le più popolari si trovano nel quartiere moderno di Sekala, e sono senza dubbio il club “Calypso” o “Sinbad”. Per chi preferisce una serata più soft in compagnia di un ottimo drink e musica dal vivo i migliori luoghi di intrattenimento si trovano per la maggior parte negli hotel locali.

Una spiaggia di Hurghada, palme e chioschi affacciati al mare

Viaggio a Hurghada, paradiso tropicale del Mar Rosso