Amsterdam: cosa vedere, cosa fare, quanto stare

Amsterdam è tra le capitali europee più belle da vedere: ecco quando andare, cosa fare e come organizzare al meglio il viaggio.

Amsterdam è una delle città più moderne e movimentate d’Europa, una capitale cosmopolita che è riuscita a mantenere intatta la sua identità, nonostante migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo che la visitano ogni anno.

Organizzare un viaggio ad Amsterdam significa passare qualche giorno tra il fascino dei canali, l’arte dei famosi musei della città e la spensieratezza della movimentata vita notturna della capitale olandese. Ecco cosa vedere e cosa fare ad Amsterdam.

I canali di Amsterdam

I canali sono sicuramente la parte più caratteristica di Amsterdam, un intreccio di vie fluviali artificiali che regolano il flusso dell’acqua, evitando che la città venga sommersa dal mare. Dichiarati dal 2010 Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, i canali olandesi di Amsterdam sono uno spettacolo sempre suggestivo e creano un’atmosfera unica e inconfondibile, che ha reso famosa la capitale dell’Olanda nel mondo. Tra i canali più importanti ci sono Keizersgracht, Herengracht, Prinsengracht e Singel.

Queste strutture furono realizzate tra il XVI e il XVII secolo, per opera dell’aristocrazia locale, preoccupata che l’innalzamento del livello del mare potesse rovinare il florido commercio di quei tempi. Oggi il sistema è controllato grazie alle moderne tecnologie, tuttavia lungo le sponde sono presenti ancora le costruzioni signorili dell’epoca. Inoltre, ormeggiati nei canali si trovano battelli trasformati in hotel e B&B, locali alla moda e imbarcazioni private.

Se andate ad Amsterdam, non potete perdervi una crociera sui canali, durante la quale è possibile ammirare la capitale olandese da un punto di vista unico e scoprire le principali attrazioni turistiche della città. Viene fornita, inoltre, un’audioguida in italiano compresa nel prezzo. Potete trovare qui tutte le informazioni sulla crociera e prenotare i vostri biglietti.

Stedelijk Museum

Considerato uno dei tre musei più prestigiosi di Amsterdam, lo Stedelijk Museum è interamente concentrato sull’arte moderna e contemporanea, di cui espone dipinti unici di artisti come Cézanne, Chagall, Matisse, Picasso, Pollock, Andy Warhol e altri celebri artisti. Situato sulla Piazza dei Musei, dove aprì per la prima volta nel 1895, lo Stedelijk si trova non lontano dal Museo di Van Gogh e dal Rijksmuseum.

Lo Stedelijk Museum custodisce oltre 90 mila manufatti di diverse correnti artistiche come Pop Art, Bauhaus, Scuola di Amsterdam, De Stijl, CoBrA, l’Espressionismo astratto, l’arte minimalista e concettuale. Oltre alle mostre permanenti si possono trovare esposizioni temporanee ed esibizioni di artisti contemporanei, in grado di regalare sempre forti emozioni.

Potete evitare la coda in biglietteria e acquistare direttamente qui i biglietti d’ingresso allo Stedelijk Museum.

L’imperdibile Museo Van Gogh

Il Museo Van Gogh è il più importante centro culturale di Amsterdam, situato nel quartiere Museumkwartier, nelle vicinanze dello Stedelijk Museum e del Rijksmuseum. La struttura ospita la più grande collezione al mondo di Van Gogh, con più di 200 quadri e centinaia di bozze e disegni, disposti in ordine cronologico all’interno dei tre piani del museo.

Il Museo Van Gogh trasporta i visitatori in un affascinante viaggio attraverso la vita dell’artista e dei suoi contemporanei. Il museo presenta la storia completa: l’artista, il contesto, le ambizioni personali di Van Gogh, le sue emozioni, i miti che lo circondano e la sua influenza fino ai giorni nostri.

Diversi i capolavori presenti di inestimabile pregio, tra cui i “Mangiatori di patate”, i “Girasoli” e il “Campo di grano coi corvi”. Oltre alla opere di Van Gogh si possono ammirare dipinti di artisti come Monet e Gauguin, mentre per i più piccoli vengono organizzati spesso laboratori didattici e la caccia al tesoro, per imparare l’arte divertendosi.

Potete acquistare direttamente qui il vostro ingresso con audioguida al Museo Van Gogh. I biglietti sono disponibili solo on-line.

Piazza Dam

Piazza Dam è un luogo simbolo della capitale olandese, il vero cuore di Amsterdam, localizzata nelle vicinanze dell’affollata stazione centrale. La zona è sempre un crocevia di turisti e abitanti, un flusso quasi incessante di persone e le immancabili biciclette, che sfrecciano da un lato all’altro della piazza. Costruita nel XIII secolo per ospitare il vecchio mercato, oggi presenta ancora alcuni dei più importanti monumenti della città.

Tra questi c’è il Palazzo Reale, la Chiesa Nuova (Nieuwe Kerk), risalente al 1380 e ambientazione di cerimonie ufficiali dell’aristocrazia olandese del tempo, il Nationaal Museum, una torre di 22 metri d’altezza e il museo delle cere di Madame Tussauds. Da Piazza Dam partono le vie dello shopping di Amsterdam, dove trovare oggetti, souvenir e diversi centri commerciali.

La casa di Anna Frank

Da visitare assolutamente ad Amsterdam è la casa di Anna Frank, localizzata nel centro della città, nei pressi della stazioni centrale. Si tratta dell’abitazione dove visse i suoi ultimi giorni, dopo una lunga permanenza nella clandestinità, nascosta insieme alla sua famiglia, prima di essere scoperta e deportata nei campi di sterminio.

La casa di Anna Frank consente di rivivere le pulsanti pagine del diario, un best seller tradotto in decine di lingue differenti e studiato nelle scuole di mezzo mondo. Una visita difficile che emoziona ogni volta, un’esperienza toccante che ricorda l’importanza dell’impegno civile e sociale. Particolarmente suggestivo il passaggio nelle stanze segrete, che stupiscono per le loro piccole dimensioni.

Per scoprire di più sulla vita di Anna Frank, vi consigliamo di prenotare un tour a piedi dell’antico quartiere ebraico di Amsterdam, condotto da una guida esperta che vi racconterà tutto sulla storia della famiglia Frank, sull’amore di Anna per la scrittura, sulle condizioni in cui visse Amsterdam tra gli anni ’30 e gli anni ’40 e sui motivi per cui il suo diario divenne tanto famoso nel Dopoguerra. Nel corso del tour, avrete l’opportunità di osservare il Museo Storico Ebraico, il Monumento ad Auschwitz e, infine, l’esterno della casa di Anna Frank. Potete trovare qui tutte le informazioni sul tour e verificare disponibilità e costi.

Heineken Experience

Ogni appassionato di birra, non può perdersi la Heineken Experience, un tour alla scoperta del primo birrificio Heineken, aperto nel 1867 da Gerard Adriaan Heineken nel cuore di Amsterdam. Qui iniziò la leggendaria storia della birra Heineken, che, nel corso degli anni, avrebbe raggiunto ogni angolo della Terra.

Il birrificio è stato in funzione fino al 1988, quando venne chiuso per l’impossibilità di soddisfare l’elevata domanda. Da quel momento, è stato adibito a luogo in cui conoscere tutto sulla storia di Heineken, il processo di produzione della birra, le innovazioni, le sponsorizzazioni e la storia che si nasconde dietro la più celebre birra olandese.

É possibile prenotare un tour che comprende la visita al birrificio Heineken più antico e la degustazione della birra. Potete trovare qui tutte le informazioni sulla Heineken Experience e acquistare i biglietti del tour.

La Johan Cruijff Arena

La Johan Cruijff Arena, più famosa col vecchio nome di Amsterdam Arena, è il principale stadio di calcio di Amsterdam, ed è teatro delle partite casalinghe dell’Ajax e della nazionale di calcio olandese. È lo stadio più grande d’Olanda con una capienza di oltre 54 mila spettatori ed è dotato dei più moderni comfort.

In occasione degli Europei del 2000, l’Italia giocò alla Johan Cruijff Arena la semifinale del torneo, vincendo ai rigori contro l’Olanda dopo una partita leggendaria, passata alla storia per i rigori parati dal portiere azzurro Francesco Toldo e per il “cucchiaio” di Totti.

Potete visitare la Johan Cruijff Arena prenotando un tour guidato che vi porterà alla scoperta delle panchine e del campo da gioco, con un accesso speciale alle aree normalmente riservate solo ai giocatori e agli addetti ai lavori. La guida ti condurrà anche all’interno degli spogliatoi ufficiali dell’Ajax, quando non sono in uso durante le partite ufficiali o le sessioni di allenamento. Puoi comprare direttamente qui i biglietti per visitare la Johan Cruijff Arena.

Rijksmuseum

Uno dei musei più importanti di Amsterdam è il Rijksmuseum, vera e propria icona culturale della città olandese e della corrente fiamminga, situato in Stadhouderskade. Al suo interno si trovano oltre 400 opere d’arte, realizzate da artisti del calibro di Vermeer, Frans Hals e ovviamente Rembrandt: il suo dipinto “La ronda di notte” prende il posto principale in una sala ben illuminata, che permette ai visitatori di godere di ogni piccolo dettaglio.

Qui potrete ammirare molto di più dei dipinti dei maestri olandesi del Secolo d’Oro. La vasta e suggestiva collezione del Rijksmuseum include infatti anche ceramiche di Delft, sculture, reperti archeologici, capi di abbigliamento, arte asiatica, stampe, oggetti della storia marittima olandese e molti altri oggetti significativi dal punto di vista culturale, combinati insieme per raccontare vividamente tutta la storia olandese in un contesto globale.

Voldelpark

Stabilire cosa vedere ad Amsterdam non è mai facile, poiché pur essendo una piccola città racchiude al suo interno decine di luoghi di grande fascino. Tra i posti da non perdere c’è Voldelpark, il polmone verde di Amsterdam, costruito nel cuore della città dall’architetto Zocher nel 1864, sempre molto frequentato da turisti e persone del luogo, per andare a correre e fare sport all’aria aperta, sia in inverno che in estate.

Durante la stagione estiva vengono organizzati eventi musicali, spettacoli teatrali, esibizioni di danza e concerti di musica jazz di rilevanza internazionale. All’interno di Voldelpark si trova anche il Film Museum, il museo del cinema, dove si svolgono proiezioni importanti e festival di film d’autore. Altrimenti è possibile semplicemente sdraiarsi e godersi l’atmosfera rilassante del luogo, oppure prendersi un caffè in uno dei tre locali del parco.

Viaggio ad Amsterdam

Il mercato dei fiori di Amsterdam

Da vedere ad Amsterdam è il mercato dei fiori, il Bloemenmarkt, localizzato sul canale Singel, il più antico della città. Il mercato è stato costruito al di sopra di una serie di chiatte galleggianti, una soluzione ingegnosa per risolvere i perenni problemi di spazio. Realizzato nel 1862 è il centro di un’intensa attività commerciale, che ha reso Amsterdam famosa in tutto il mondo per il suo prodotto simbolo, i fiori e i bulbi di tulipani.

Il quartiere Joordan

Sviluppato grazie alla forza dei lavoratori immigrati negli scorsi secoli, il quartiere di Joordan è sicuramente una zona da visitare durante il proprio viaggio ad Amsterdam. Si tratta di un’area popolare, dove erano soliti incontrarsi artisti come Van Gogh e Rembrandt, ma anche intellettuali del calibro di Descartes e Thijssen, oggi quasi completamente restaurata e rinnovata, grazie alle attività commerciali e ai numerosi turisti.

Oltre alla Casa di Anna Frank, nel quartiere di Joordan si trovano il Theo Thijssen Museum e il Pianola Museum, dove si possono ammirare alcuni strumenti musicali molto antichi. Punto di osservazione panoramico la torre di Westertoren, alta ben 85 metri e risalente al 1620, dalla quale si gode una vista meravigliosa su questa parte delle città, affiancata dalla chiesa di Westerkerk.

Il quartiere a luci rosse

La zona è nota come De Wallen e si trova nei pressi del centro in Oude Kerk, mentre la via principale dove si alternano le vetrine è Oudezijds Achterburgwal, vicino il canale di Singel. Al di fuori degli itinerari culturali di Amsterdam, il distretto a luci rosse ha da sempre rappresentato un luogo simbolo della modernità della città olandese, in grado di attrarre ogni anni migliaia di curiosi e, proprio perché l’amministrazione locale non vuole che le prostitute siano considerate delle attrazioni turistiche, dall’anno prossimo saranno vietati i tour nel quartiere a luci rosse.

I coffee shop

Altro simbolo del liberismo olandese sono i coffee shop, dei bar dove è possibile fumare marijuana legalmente. Alcuni locali sono piuttosto tranquilli ed eleganti, come il Green House Centrum, il Dampkring e il Barney’s, che si distinguono per applicare prezzi elevati e selezionare la clientela in entrata, altri invece sono più popolari e frequentati da turisti europei in cerca di esperienze differenti.

Attività da fare ad Amsterdam

Le attività da fare ad Amsterdam sono veramente innumerevoli, infatti la capitale olandese è una delle città più movimentate e animate d’Europa. Un’esperienza imperdibile è una crociera sui canali, per scoprire luoghi nascosti e guardare Amsterdam da un’altra prospettiva. Allo stesso modo bisogna necessariamente noleggiare una bicicletta, per vivere qualche giorno come un vero olandese, prestando però molta attenzione. I ciclisti qui sono piuttosto indisciplinati, sono abituati ad avere sempre la precedenza, anche sui pedoni.

Altrettanto importante per gli appassionati è assistere ad un concerto di musica jazz, poiché ad Amsterdam si esibiscono spesso interpreti di fama internazionale e allievi del conservatorio, provenienti da tutta Europa.

La cucina olandese non è delle migliori, specialmente per gli italiani, però alcuni formaggi tipici offrono una buona qualità e sono sicuramente da provare. Infine per i più animati bisogna vivere le folli notti di Amsterdam, passando la serata in qualche locale del centro, considerando che la maggior parte dei bar chiude prima della mezzanotte, quindi bisogna uscire di casa presto ed evitare luoghi troppo isolati, o di dubbia frequentazione.

La Amsterdam City Card

Per scoprire il meglio di Amsterdam in totale comodità e al miglior prezzo, vi consigliamo di acquistare la Amsterdam City Card, che vi permette di visitare, senza ulteriori spese, i principali musei e le attrazioni della città, e che vi da accesso illimitato a tutti i mezzi pubblici. Compresa nell’offerta, c’è anche una crociera gratuita di un’ora sui canali.

Tra i musei sono inclusi: il Museo Van Gogh, il Rijksmuseum, l’Hermitage di Amsterdam e la Casa-Museo di Rembrandt. Inoltre, con la card puoi anche usufruire dell’ingresso scontato ad altre attrazioni turistiche, come l’Heineken Experience, il Madame Tussauds e l’Amsterdam Dungeon. La Card è disponibile con una validità di 24, 48, 72, 96 o 120 ore dal momento del primo utilizzo. Potete trovare qui tutte le informazioni sull’Amsterdam City Card e verificare le attività comprese nell’offerta.

In alternativa, è possibile acquistare una card che vi consente di viaggiare illimitatamente su tutti i mezzi pubblici di Amsterdam. Sono compresi tutti i tram, gli autobus, i traghetti e le metro (giorno e notte) per il numero di giorni che meglio si adatta ai vostri programmi. Potete acquistare direttamente qui un biglietto valido per un giorno o un biglietto multigiornaliero.

Cosa visitare nei dintorni di Amsterdam

Un viaggio ad Amsterdam permette di visitare anche i dintorni della capitale olandese, per scoprire i tipici paesaggi della zona, con i mulini a vento e le caratteristiche costruzioni con i tetti spioventi. Tra i luoghi più suggestivi ci sono i mulini di Zaanse, distanti appena 30 minuti e raggiungibili sia in treno che in bicicletta. Da non perdere è anche una visita ad Haarlem, localizzata a poco più di 10 Km dalla capitale, con la sua chiesa barocca e il suo inconfondibile tramonto. Tappa d’obbligo fuori Amsterdam è il castello medievale di Muiderslot, il più antico del Paese, eretto alla fine del 1200 a protezione della città. Con i mezzi pubblici si può raggiungere anche la cittadina di Marken, per respirare la quiete delle campagne olandesi, oppure andare in barca fino a Volendam.

Il miglior modo per esplorare la meravigliosa campagna olandese è quello di prenotare un suggestivo tour di mezza giornata, con partenza da Amsterdam, alla scoperta dei mulini di Zaanse Schans, del villaggio di Volendam e l’ex isola di Marken, a cui si arriva con un giro in barca. Puoi trovare qui tutte le informazioni sul tour e verificare disponibilità e costi.

Le piccole città nei dintorni di Amsterdam sono veramente affascinanti, molte delle quali possono apparire simili ad un turista in vacanza per la prima volta, ma ognuna ha la sua storia e la sua identità. Tra queste c’è anche Edam, rinomata per i suoi formaggi artigianali e i canali navigabili, Gieethorn la Venezia olandese e Hoorn, da dove partivano le navi alla scoperta di nuove terre da esplorare, per tornare colme di ricchezze e tesori dai luoghi più sperduti del Pianeta.

Amsterdam: cosa fare

I tipici mulini di Zaanse Schans

Quando andare ad Amsterdam: i periodi migliori per viaggiare

Per organizzare un viaggio ad Amsterdam è necessario considerare il clima particolare della zona, caratterizzato da estati calde ma fresche, con inverni rigidi e forti venti provenienti da nord. Il meteo di Amsterdam è spesso poco generoso, specialmente a gennaio e febbraio, quando le temperature possono scendere al di sotto dello zero, regalando un paesaggio unico con i canali completamente ghiacciati.

Nei mesi estivi le temperature non salgono quasi mai al di sopra di 25°C, perciò sono sicuramente il periodo migliore per visitare Amsterdam. In autunno e inverno le condizioni sono piuttosto rigide, quindi è importante vestirsi con indumenti termici e a strati. All’interno degli edifici i riscaldamenti sono molto elevati, perciò è fondamentale togliersi rapidamente i cappotti pesanti, altrimenti si rischia di prendere un’influenza.

In generale i mesi più indicati per andare ad Amsterdam sono da aprile a settembre, mentre in inverno bisogna proteggersi dal vento, con maglioni a collo alto e giacche a vento. La primavera offre un’occasione imperdibile per vedere la città in fiore, un’esplosione di colori che permette di scattare splendide fotografie. Tuttavia ogni stagione permette di scoprire Amsterdam sotto una prospettiva diversa, quindi potendo è consigliabile tornare in vari momento dell’anno. Se avete pochi giorni, vale la pena prenotare una visita guidata con esperti del luogo che vi porteranno negli angoli più nascosti della città.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Amsterdam: cosa vedere, cosa fare, quanto stare