Le 8 mete dove andare a sciare sulle Alpi senz’auto

Per le prossime vacanze in montagna, dite addio ad autostrade intasate, caselli sempre più cari e allo stress della guida: scegliete il pullman

Per le prossime vacanze in montagna, dite addio ad autostrade intasate, caselli sempre più cari e allo stress della guida.

GoEuro ha selezionato le otto migliori mete sciistiche dell’arco alpino collegate con le principali città d’Italia grazie ai pullman (low cost). Ecco dove andare a sciare senza troppi pensieri.

1. Madonna di Campiglio, Trentino
La Perla delle Dolomiti di Brenta è un paradiso per gli amanti degli sport di montagna: grazie ai suoi 57 impianti di risalita e a ben 150 km di piste, la cittadina trentina offre una vasta gamma di piste e si presta a ospitare le più prestigiose competizioni di sci alpino, tra cui la Coppa del Mondo FIS. Madonna di Campiglio è un’ottima meta anche per le famiglie con bambini: fino agli otto anni, infatti, lo skipass è gratuito. Per raggiungere Campiglio, è meglio evitare stressanti viaggi in auto durante l’alta stagione e ad affidarsi ai pullman che partono da Bergamo, Milano e dagli aeroporti di Malpensa e Linate, tramite il servizio FlySkiShuttle.

madonna-campiglio-inverno-sci

Madonna di Campiglio

2. Courmayeur, Valle d’Aosta
Per chi ama la montagna e vuole abbinare sport, relax e divertimento, Courmayeur è una destinazione da non perdere. Situata sul versante italiano del Monte Bianco, nel cuore delle Alpi valdostane, è la più antica stazione sciistica d’Italia, ma non passa mai di moda: grazie all’inaugurazione della moderna funivia Skyway Monte Bianco che raggiunge il belvedere di Punta Helbronner (3.462 metri), è tornata a essere tra le stazioni sciistiche più popolari. Chi la sceglie come meta delle proprie vacanze invernali o semplicemente per un weekend può prendere un autobus partendo da Milano e Torino, che in un paio d’ore circa porta a due passi dall’ottava meraviglia del mondo, così come è stato definito il progetto Skyway.

3. Cortina d’Ampezzo, Veneto
Conosciuta per essere una delle località sciistiche più esclusive in assoluto, la perla delle Dolomiti è anche tra le più facilmente raggiungibili in autobus. Partendo dalle principali città della regione (Venezia o Treviso), in circa due ore si arriva in un autentico paradiso naturale: le vette che circondano Cortina sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco nel 2009. Direttamente dal centro si possono raggiungere i tre principali comprensori (Tofane, Faloria-Cristallo, Lagazuoi-Cinque Torri) dove si trovano ben 39 impianti di risalita che servono 120 km di piste. Cortina è ideale anche per gli appassionati di snowboard e di sci d’alpinismo, mentre per chi preferisce le camminate, basta un paio di ciaspole per addentrarsi in silenziosi boschi, lontano dai caroselli e dalla vivace vita notturna del paese.

Rifugio_Averau-cortina

Cortina d’Ampezzo

4. Brunico, Alto Adige
La cittadina della Val Pusteria è famosa per essere il punto di partenza privilegiato per raggiungere il favoloso comprensorio sciistico di Kronplatz-Plan de Corones, con vista a 360° sulle dolomiti. Con oltre 30 skilift, 116 km di piste, 40 rifugi per l’après-ski e più di 200 maestri a disposizione, Plan de Corones è perfetta sia per bambini e principianti sia per gli esperti, che potranno dilettarsi sulle cosiddette “Black Five”, le 5 piste nere di Herrnegg, Sylvester, Erta, Pre de Peres e Piculin, lunghe 5 km e con pendenza di 60°. Per raggiungere gli impianti, GoEuro propone di arrivare a Brunico in autobus: il viaggio da Venezia, per esempio, costa solo 10 euro contro i 48 del treno. Da qui si prende poi lo skibus che circola regolarmente tra la valle e le piste.

5. Livigno, Lombardia
In Alta Valtellina, Livigno non è ben collegata dalla ferrovia (la stazione più vicina è quella di Tirano, a 70 km). Ecco allora che l’autobus viene in aiuto: si può scegliere fra diversi punti di partenza, tra cui l’aeroporto di Milano Linate. Livigno è una località di montagna molto apprezzata sia per lo shopping tax free sia per le attività sportive, come sci, snowboard, arrampicata, quad su ghiaccio, FAT bike e parapendio. La cittadina detta anche ‘il Tibet d’Italia’ ospita anche la più grande palestra alpina a cielo aperto attrezzata con macchinari tecnologici. Infine, un must di Livigno è l’après-ski, momento di relax e divertimento dopo lo sport.

5. Sankt Moritz, Engadina, Svizzera
La leggendaria località situata nel cuore dell’Alta Engadina, nel cantone dei Grigioni, d’inverno rivela il massimo del suo fascino. Qui si trovano tre comprensori sciistici: Corviglia, Corvatsch e Diavolezza. Oltre alle piste da discesa, a Sankt Moritz si trovano anche oltre 200 km di tracciati da fondo e cinque piste da slittino ufficiali. Per raggiungere la bella cittadina affacciata sull’omonimo lago, dalla Svizzera si può usufruire del treno, mentre dall’Italia il mezzo di trasporto più economico è il pullman: dalla stazione di Milano Centrale partono autobus che, in meno di quattro ore raggiungono Sankt Moritz.

7. Innsbruck, Tirolo, Austria
Grazie all’autobus, arrivare nell’esclusiva località sciistica austriaca è comodo e veloce. Partendo dalle principali città dell’Italia Nord-orientale, come Bolzano, Venezia e Verona, in poche ore e senza lo stress di dover mettersi alla guida si arriva nel centro di Innsbruck, dove lo spettacolare impianto di risalita progettato dall’archistar Zaha Hadid porta direttamente a 2.000 metri di altezza in soli 20 minuti. La Capitale delle Alpi conta nove comprensori sciistici, tra cui quello di Nordkette, paradiso dei freerider, e ben 300 km di piste percorribili con un unico skipass. Tra acrobazie sulla neve e relax al sole la giornata passa in fretta e, per concluderla, niente di meglio di una tappa nei locali di tendenza del centro storico o in quelli più insoliti ad alta quota, come Cloud9, il più alto club delle Alpi, all’interno di un igloo.

Innsbruck - Impianto di risalita

Innsbruck

8. Chamonix, Alta Savoia, Francia
Sul versante opposto del Monte Bianco si trova un’altra mecca dello sci: Chamonix. Diversamente da Courmayeur, questa località è piuttosto tranquilla e si presta non solo alle acrobazie sulle piste ma anche a tranquille passeggiate, relax, shopping e pause gourmet, il tutto con vista sul Mer de Glace, il ghiacciaio più esteso del massiccio del Bianco. Per ammirarlo da vicino si può scegliere tra i numerosi itinerari fuoripista, che dall’Aiguille du Midi scendono in paese attraverso il ghiacciaio. I comprensori di Chamonix ospitano piste per ogni livello: le Savoy, Planards e Volmaine sono perfette per i bambini e i principianti, mentre per snowboard e freestyle è meglio il comprensorio di Lognan, con snowpark, piste multiple e fuoripista da brividi.

Le 8 mete dove andare a sciare sulle Alpi senz’auto