Dieci mete low cost per il 2013

Da Rio de Janeiro a Göteborg, dall'Oregon alla Namibia. In Europa: Slovenia e Madrid. Ecco la classifica di Lonely Planet

Anche il prossimo anno sarà all’insegna del viaggiare low cost. La crisi economica sembra non voler abbandonare il Vecchio Continente ma la voglia di girare il mondo resta sempre uno dei modi migliore per spendere il proprio denaro. Lonely Planet ha provato ad aiutare i turisti più "poveri" stilando la classifica delle dieci mete meno care del prossimo anno.

Al primo posto si piazza Rio de Janeiro, conveniente ancora per poco, con i Mondiali di calcio del 2014 i prezzi subiranno sicuramente un brusco rialzo. Dalle spiagge di Copacabana alle temperature rigide di Göteborg. La città svedese finisce sul podio insieme alla Cambogia, finalmente inserita negli itinerari turistici dopo anni di isolamento. Dopo Rio, Sud America protagonista anche del quarto posto con la Bolivia ed i suoi paesaggi incantevoli.

Al quinto posto Madrid che si conferma sempre una delle capitali più economiche. Segue la Slovenia, agognata soprattutto nella stagione invernale, con gli impianti di sci tra i meno cari d’Europa. Il settimo posto farà senz’altro piacere agli appassionati delle escursioni, il Nepal, con le montagne più alte del mondo, si conferma sempre tra le mete low cost più gettonate. L’ottavo posto è una sorpresa, Portland, in Oregon, Stati Uniti, con il suo fantastico lungomare ed il Portland Building, costruito nel 1980, è considerata la più grande struttura postmoderna del mondo.

Chiudono la classifica la Georgia ed il suo meraviglioso Mare del Nord e il paesaggio incontaminato della Namibia. Le idee per viaggiare in economia ci sono, basta aprire l’atlante e scegliere dove andare, sempre con un occhio al portafoglio.

Dieci mete low cost per il 2013