Pista ciclabile di Torino: percorso e informazioni

La pista ciclabile di Torino permette di conoscere meglio il capoluogo del Piemonte, capire la mentalità dei suoi abitanti e godersi gli edifici storici

La pista ciclabile di Torino è considerata essere una delle più facili in assoluto. Essa si sviluppa all’interno della maggior città del Piemonte e segue il corso del fiume Po, che divide il capoluogo in due parti. Seguendo il corso del fiume, si parte da un punto meridionale della città e quindi si prosegue lungo il Po fino a giungere a San Mauro, dove si attraversa il fiume e si torna indietro costeggiandolo. Si tratta di uno dei percorsi più suggestivi dell’Italia settentrionale, poiché permette di respirare il fascino dell’antica Torino e in contempo vedere anche come scorre il Po .

La distanza che si percorre sulla pista ciclabile di Torino è di circa 21 chilometri. Con un’andatura media ci vuole circa un’ora e mezza per completare l’itinerario. Bisogna comunque ricordarsi che il tempo di percorrenza dipende in gran parte da molteplici fattori, tra i quali la preparazione dei ciclisti e le condizioni meteo. L’itinerario è di tipo ciclopedonale. Questo significa che i ciclisti devono prestare una particolare attenzione ai pedoni presenti sul percorso. Vicino al luogo scorrono anche varie strade molto trafficate: bisogna fare attenzione a non disturbare la loro percorrenza.

La pista ciclabile di Torino è sconsigliata per i bambini, gli anziani e i pattinatori proprio per questo motivo. Il fondo stradale è misto: tratti di asfalto si alternano ad alcune parti in cemento colorato. Durante il tragitto è possibile vedere il Castello di Valentino, un sito storico di grande importanza all’interno del capoluogo del Piemonte. Ogni anno questo edificio attira migliaia di turisti che vogliono vederne l’architettura e ammirarne gli interni. Durante la percorrenza della pista ciclabile di Torino sarà possibile fermarsi al lato della strada facendo attenzione a non ostacolare altri ciclisti presenti sull’itinerario.

Sfortunatamente, sulla pista non ci sono né punti assistenza tecnica o medica. Trovandosi in una grande città come Torino , è possibile fermarsi ovunque per comprare dell’acqua utile a rinfrescarsi oppure richiedere l’assistenza tecnica presso un’officina situata nella zona. La stagione maggiormente consigliata per completare questo itinerario è l’autunno. Questo poiché durante i mesi autunnali il percorso diventa ancora più suggestivo e affascinante. In alternativa, è possibile percorrere la pista ciclabile nei mesi della primavera.

Guarda le altre piste ciclabili del Piemonte o delle altre regioni d’Italia

Pista ciclabile di Torino: percorso e informazioni