Viaggio lungo la Transiberiana

Fabio Chisari

L'ESPERTO RISPONDE Fabio Chisari Founder & CEO di Azonzo Travel Consigli e curiosità? Invia la tua domanda

transiberianaLa Transiberiana è certamente la linea ferroviaria più leggendaria al mondo. Novemila chilometri di rotaie che attraversano tutta la Russia, da Mosca fino alle coste dell’oceano Pacifico.
Da Mosca fino a Irkutsk la linea è una sola, poi si biforca in tre direzioni. Due vanno sui porti del Pacifico, Vladivostok e Sovetskaya Gavan, e i treni portano quasi esclusivamente carichi merci. Una linea invece, conosciuta come Transmongolica, passata Ulan Ude scende a sud entrando in Mongolia. Raggiunge la capitale Ulaanbaator, attraversa il deserto del Gobi e poi entra in Cina, finendo il tragitto a Pechino. Questa terza linea è certamente la più interessante da percorrere, e offre panorami e contenuti culturali più vari e accattivanti.
Viaggiare lungo la Transiberiana usando i treni di linea è molto complicato, oltre che poco sicuro. Per fortuna esistono anche dei treni privati che fanno la linea Transiberiana/ ransmongolica. Si può viaggiare in entrambi i sensi di marcia, da Mosca a Pechino o da Pechino a Mosca, da maggio a settembre. Ci sono diverse categorie di cabine, più o meno lussuose, con o senza il bagno privato al loro interno.
Questi viaggi sono molto ben organizzati, sicuri e confortevoli. Ogni vagone ha del personale dedicato, che assiste giorno e notte i clienti, per qualsiasi esigenza. Ci sono guide in tutte le lingue, anche in italiano su alcune partenze. E soprattutto, le visite a terra si fanno in gruppi piccoli, di al massimo una ventina di persone ciascuno, con guide culturalmente molto preparate. A bordo del treno si tengono lezioni di lingua russa e ci sono diverse attività di intrattenimento. Le tappe sono organizzate comunque in modo da fare i trasferimenti più lunghi durante la notte, e dedicare invece le giornate alle visite culturali a terra.
Questa soluzione del treno privato è davvero la scelta migliore per poter attraversare tutta la Siberia e la Mongolia, lungo la Transiberiana. Si godono panorami splendidi e molto diversi fra loro da un capo all’altro del continente asiatico, dalla taiga siberiana, al lago Baikal, il lago più grande e profondo del mondo, le cui acque costituiscono il 23% delle riserve d’acqua dolce del pianeta, al deserto del Gobi.
Si incontrano etnie molto diverse fra loro, sia nelle provincie russe di fede musulmana, sia in Mongolia. E si ha la possibilità di visitare le capitali Mosca, Pechino, Ulaanbaator e la Grande Muraglia cinese. Oltre, naturalmente, alle grandi città russe che si incontrano lungo il tragitto: Kazan, capitale della Repubblica Autonoma dei Tatari; Ekaterinburg, la città più importante lungo la catena montuosa degli Urali; Novosibirsk considerata la capitale della Siberia; Irkutsk, chiamata un tempo la “Parigi della Siberia” e Ulan Ude, capitale della Repubblica autonoma dei Buriati. Due settimane dedicate a un viaggio veramente straordinario.

Fabio_Bolivia_rid

Fabio Chisari Founder & CEO di Azonzo Travel Classe 1966, vive e lavora a Milano. E’ sposato e ha due figli gemelli. Ha una Laurea in Economia e Commercio e un Master in Comunicazione d'Impresa, che lo hanno portato a occuparsi di Comunicazione, Media Relations e Pubblicita’ per molti anni. Nel 2004 fonda Azonzo Travel, un Tour Operator di successo dedito a servire i veri viaggiatori, che fanno di un viaggio una esperienza di vita. Grande viaggiatore e fotografo, spinto da un'insaziabile voglia di conoscenza, in trent'anni anni ha organizzato viaggi e spedizioni in tutto il mondo, sempre accompagnato dalla macchina fotografica. Ha al suo attivo alcune mostre fotografiche che hanno riscosso grande interesse. E' Giornalista Pubblicista, ama i libri, il cinema e la musica Jazz, in modo particolare Keith Jarrett e Miles Davis, anche se ha un Diploma di violino. Ha un Brevetto di paracadutismo e uno di sub. Dal 2003 è membro della prestigiosa Royal Geographical Society di Londra. http://www.azonzotravel.com/

Viaggio lungo la Transiberiana