Tour della Toscana in camper: le tappe imperdibili

La Toscana è una regione stupenda da visitare in camper: dalla Maremma alla montagna passando per le città d'arte, ecco cosa vedere

Gli ampi campi verdeggianti, la natura, l’ottimo cibo e l’inconfondibile cultura del vino e del buon bere: la Toscana è un luogo da esplorare, scoprire e rivedere. Terra di cultura, divertimento e territori variegati fra mare e montagna, questa regione si presta in maniera incredibile ad essere vissuta con uno spirito “on the road”. Ecco perché oggi ti proponiamo un articolo su come vivere al meglio la Toscana in camper, dandoti suggerimenti sui migliori itinerari da compiere e consiglio su come affrontare al meglio un viaggio in camper. Non solo: nell’articolo scoprirai anche quale area camper in Toscana preferire in basa alla tua posizione, e persino come affrontare al meglio un tour in Toscana in camper in inverno! Per saperne di più, non ti resta che continuare a leggere questo articolo di SiViaggia.

Tour della Toscana in camper: tappe imperdibili

È innegabile: le vacanze in camper hanno un sapore del tutto diverso dalle canoniche vacanze in albergo o in appartamento. Sono l’equilibrio perfetto fra l’amore per l’avventura e il camping e il comfort di chi invece ama i servizi delle strutture, unendo il tutto in un contesto privato, intimo e dinamico. Insomma, è proprio vero che le vacanze in camper regalano al viaggiatore un briciolo di emozione in più rispetto ad altre tipologie di villeggiatura, e se a tutto questo ci si aggiunge una tappa meravigliosa e ricca come quella della Toscana, allora il quadro è davvero completo. Vediamo insieme quali opzioni si hanno per prendere il camper in Toscana e scoprire i vari itinerari, che vanno dal mare alla montagna, passando ovviamente per le immancabili e imperdibili città d’arte.

La Maremma dal finestrino: l’itinerario della costa

Spiagge per rilassarsi, pinete per riposare e rinfrescarsi, piccoli borghi incastonati nella pietra: il cuore della Toscana, la Maremma, regala a chi decide di fare le vacanze in camper davvero grandi soddisfazioni. Ecco perché non possiamo non citarla per un tour “Toscana in camper”. Puoi ad esempio partire da Grosseto, che oltre ad essere una deliziosa cittadina (dove non manca il buon cibo e il buon vino) propone tante soluzioni di sosta per i camperisti, con campeggi e rimessaggi appositi e spaziosi. Una volta arrivato in zona, potrai spostarti fra le meraviglie del Monte Argentario e di Orbetello, godendoti – nella prima tappa – la spiaggia de La Feniglia. Le vacanze in camper sono perfette sia per adulti che per bambini, poiché altamente personalizzabili a seconda delle proprie esigenze. Se ad esempio con te hai un bimbo, portalo a scoprire il Parco Naturale della Maremma o la Riserva Naturale della Laguna di Orbetello. Qui troverai anche tanti villaggi e aree di sosta per camperisti, con servizi aggiuntivi per un comfort ancora maggiore.

La fresca Toscana: itinerari di montagna

È possibile viversi al meglio la Toscana in camper anche preferendo zone più fresche e di montagna, come ad esempio i dintorni del Monte Amiata o Castel del Piano, che offrono occasioni per gli amanti dell’avventura di lanciarsi in escursioni di ogni tipo e difficoltà. Qui potrai respirare l’autenticità della natura, i ruscelli nelle rocce e il verde dei parchi in città come Marliana, Pescia, Abetone Cutigliano e Montale. Ad Abetone è sito un impianto sciistico molto apprezzato, che lo rende una meta perfetta per chi desidera viversi la Toscana in camper in inverno e nei mesi più freddi. In generale, tutta la regione è da definirsi “camper friendly”, grazie alla grande presenza di aree, zone di sosta e campeggi dove i camperisti possono riunirsi e approfittare dei servizi messi a loro disposizione. Un esempio? Ristoranti, piscine, aree gioco, stazioni di rifornimento e tanto altro ancora.

Alla scoperta della città d’arte

Facciamo un focus sulle città più belle della Toscana, conosciute anche come città d’arte. E quando si parla d’arte, persino quando si parla di vacanze in camper, non si può non citare Siena. La famosa città del Palio custodisce in sé meraviglie architettoniche da vedere almeno una volta nella vita: Piazza del Duomo, la Cattedrale di Santa Maria Assunta, Piazza del Campo, la Torre del Mangia e tanto altro ancora. Ciò che tuttavia potrebbe bloccare l’animo avventuroso del camperista è proprio l’accessibilità alle aree attrezzate e ai camping. Nessun problema in realtà: presso il Palasport si trova un’area comunale con 30 posti, in più vi è anche l’area attrezzata de Il Fagiolone presso Porta di Fonte Branda. Per finire, puoi anche optare per il Camping Siena Colleverde, che si trova in Via Strada Scacciapensieri.

San Gimignano

Annoverata nel patrimonio UNESCO, la città di San Gimignano è davvero una coccola per il cuore e per gli occhi grazie alle bellezze della sua architettura risalente al medioevo. Circondata da campagna verdeggiante, San Gimignano è perfetta per chi desidera una sosta durante il proprio viaggio in camper. Attenzione solo alle soste, che sono vietate durante l’orario notturno.

Volterra

Il borgo di Volterra è incredibilmente caratteristico, grazie alla sua storia e ai suoi paesaggi bucolici. Qui è possibile visitare le bellezze di Palazzo Viti e poi lasciarsi il lusso di perdersi nei vicoli caratteristici di questo borghetto medievale. C’è un’area di sosta attrezzata con colonne per la corrente elettrica, il Parcheggio 3, proprio di fronte alla città.

La Toscana per i piccoli: il parco di Pinocchio e il Cavallino Matto

La Toscana in camper può essere vissuta in serenità anche con i piccoli, e quale miglior meta se non il Parco di Pinocchio nella città di Collodi, a Pescia? Il Parco di Pinocchio (o Parco di Collodi) è un parco tematico basato proprio sulla storia del celebre personaggio della fiaba. All’interno vi è anche la casa delle farfalle (Butterfly House), un’emozionante serra che ospita centinaia di specie diverse di farfalle da tutto il mondo. Collodi offre una comoda area sosta camper, proprio al di fuori del parco. Sempre in favore di attività per i più piccoli, ti proponiamo anche il parco divertimenti Cavallino Matto – dove poter trascorrere momenti piacevoli fra un bagno, un’escursione e una visita alle città d’arte sopra presentate.

Come prepararsi al meglio per un viaggio in camper

Abbiamo visto tante tappe diverse per una vacanza toscana in camper, ma come fare per prepararsi al meglio in questa avventura? Prima di tutto, bisogna sapere quanti giorni si prevedono per il proprio break turistico. A seconda della lunghezza (una o due settimane minimo sono consigliate), sarebbe bene fare scorta di beni alimentari non deperibili che si rivelano molto comodi in qualsiasi situazione. Ovviamente, sarebbe bene pensare anche a stipulare un’assicurazione specifica per camperisti, che dà diritti a vantaggi esclusivi dedicati appositamente a chi vive le proprie vacanze in camper.

Prima di partire, il camperista deve procedere con un check-up completo del veicolo. Controllo degli pneumatici, controllo dei freni e dei livelli, e una panoramica sulla documentazione del mezzo – che deve essere sempre in regola. Il bagaglio perfetto del camperista è un bagaglio “fantasioso” e alternativo, che veda al suo interno sia capi perfetti per il mare che per la montagna, non dimenticando mai un impermeabile o un golf per la sera. I camping e le aree di sosta per i camperisti, infatti, si trovano solitamente in aree aperte o in aperta campagna.

Toscana in camper

@Shutterstock

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tour della Toscana in camper: le tappe imperdibili