Il bellissimo Cammino del Tigullio, tra mare, monti e borghi

Vengono da tutto il mondo per ammirare il Golfo del Tigullio e per questo è nato un bellissimo itinerario a piedi

Vengono da tutto il mondo per ammirare il Golfo del Tigullio e per questo è nato un bellissimo itinerario a piedi che consente di ammirare gli scorci da cartolina di questo angolo di Liguria.

Si percorrono, sulla dorsale, le cime più alte di quello che è un anfiteatro naturale, raggiungendo anche gli 800 metri di altitudine. Si scende lungo le antiche ‘crêuze‘ a visitare sconosciuti borghi rurali, chiese millenarie, abbazie, antichi oratori, lazzaretti, castelli, santuari, cappelle nascoste dall’aspetto ancestrale e persino alcuni ristoranti speciali, incontrando man mano le persone del posto con i loro segreti e aneddoti da raccontare.

Il Cammino del Tigullio è stato inaugurato nel luglio 2020 e consiste in un percorso ad anello lungo all’incirca 75 chilometri. Si può fare con tutta calma ed è per ciò che gli ideatori del progetto, BioTigullio5Terre, lo hanno idealmente suddivisio in cinque tappe.

san-pietro-di-rovereto

Vista su San Pietro di Rovereto @Biotigullio5terre

Il cammino parte da Chiavari e arriva al Santuario di Nostra Signora di Montallegro, a 612 metri sul livello del mare, nell’omonima frazione del Comune di Rapallo.

Dallo splendido santuario cinquecentesco, considerato tra i principali della Liguria, si prosegue per giungere nel bellissimo e ancora poco valorizzato borgo rurale di Chignero, a pochi chilometri da Rapallo, un piccolissimo paese che conta meno di cento abitanti e che si erge a 380 metri sul mare, detto anche la “Svizzera Tigullina”.

chignero-liguria

Il borgo di Chignero @Biotigullio5terre

Da Chignero si parte e si arriva poi a Sal Lorenzo della Costa, una frazione di Santa Margherita Ligure, nel cuore del Parco Regionale del Monte di Portofino. Ci si muove da San Lorenzo e si arriva prima a San Fruttuoso di Camogli, poi ci si muove con il battello, il “primero”, per raggiungere Portofino e da lì sulla litoranea fino ad arrivare a Santa Margherita Ligure.

L’utima tappa di questo pittoresco cammino costeggia il mare, tra Santa Margherita e Rapallo e, poi, il piccolo borgo marinaro di Zoagli, San Michele di Pagana, San Pietro e Sant’Andrea di Rovereto, per fare infine felice ritorno in quel di Chiavari.

abbazia-fieschi-san-fruttuoso-camogli

L’Abbazia di San Fruttuoso @Biotigullio5terre

Anche chi non è un grande camminatore dovrebbe percorrere, almeno in parte, questo itinerario unico, che offre la possibilità di osservare dall’alto quello specchio marino d’un azzurro penetrante che per tutto il tempo non vi abbandona mai.

Chi invece desidera percorrerlo interamente, l’organizzazione consiglia di prendersela calma e dedicare un giorno per ognuna delle cinque tappe, pernottare fuori presso le strutture convenzionate. In cinque giorni e quattro notti si possono così vedere tante bellezze paesaggistiche lontani dalla folla.

caletta-le-grazie-chiavari

Vista della Caletta Le grazie di Chiavari @Biotigullio5terre

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il bellissimo Cammino del Tigullio, tra mare, monti e borghi