Le mete del weekend del 26 e 27 ottobre: ecco dove andare

Previsto clima mite e sole in tutta Italia: Matera, Umbria e Bologna le mete da visitare in base al meteo

Week end ancora bello in tutta Italia quello del 27 e 28 ottobre, con le temperature ancora piacevoli e perfette per una gita fuori porta. Il colonnello Mario Giuliacci, per questo fine settimana, ci consiglia tre mete top: la bellissima Maratea, la pittoresca Umbria e la storica Bologna.

La prima meta, Maratea, si presenta con sole e qualche nuvola solo limitata a venerdì mattina, con temperature che vanno dai 23 gradi di venerdì ai 24 di domenica. Marathia, in dialetto marateota, è un comune di 5.016 abitanti della provincia di Potenza, unico centro della Basilicata ad affacciarsi sul Mar Tirreno, attraverso il golfo di Policastro. Soprannominata “la Perla del Tirreno”, vi saprà regalare paesaggi meravigliosi e patrimoni artistici importanti: detta anche “la città delle 44 chiese”, resta uno dei percorsi sacri e storici più importanti della regione.

Prolungate la vostra passeggiata fino al Monte San Biagio, uno dei simboli di questa città: punto di riferimento anche per gli amanti di attività come hiking oppure trekking, è ricca di percorsi naturalistici attraverso i quali ammirare la flora e la fauna del luogo.

La seconda meta, l’Umbria, è una delle più belle mete italiane: in autunno, poi, i colori del foliage sapranno stupirvi in ogni angolo. Il tempo sarà sotto l’influsso dall’alta pressione e porterà giornate soleggiate con qualche nuvola solo il venerdì mattina. Clima tendenzialmente ideale per stare all’aria aperta con i 22 gradi di venerdì, in rialzo fino ai 23 di domenica.

Considerata il polmone verde d’Italia, l’Umbria racchiude la sua bellezza in una terra caratterizzata da campagne, paesaggi collinari, foreste, montagne, laghi e fiumi, ma anche ricca di tracce storiche lasciate dalle antiche civiltà romaniche, umbre ed etrusche. Per chi adora l’arte sacra, questa regione ha dato i natali anche a numerosi Santi tra cui San Francesco, Santa Chiara, Santa Rita da Cascia e San Valentino, ai quali sono dedicate meravigliose architetture religiose divenute mete di pellegrinaggio da parte di fedeli da tutta Italia. Non in ultimo, molti i festival musicali e la grande tradizione enogastronomica che vi accompagnerà in questo soleggiato fine settimana.

Ultima meta proposta, la storica Bologna: poche nuvole di venerdì e bel tempo sia sabato che domenica con una temperatura tra i 21 e i 23 gradi. La Dotta, la Rossa, la Grassa: così è definita Bologna, capoluogo dell’Emilia Romagna. La Dotta per la presenza di una delle più antiche Università d’Italia, che ancora oggi continua ad attrarre studenti italiani e stranieri e a mantenere il suo ruolo di attivissimo centro culturale. La Rossa per il colore che i tetti e le case danno alla città, mantenendo vive le tinte tipiche dell’epoca medievale (ma anche per la tendenza politica); la Grassa per la gustosa e sublime gastronomia conosciuta in tutto il mondo.

Luogo dalle meraviglie artistiche impagabili come il “Compianto” all’interno della Chiesa di Santa Maria, si snoda tra mostre, tradizione e Piazza Grande, uno dei simboli della città e concentrato di arte e architettura medievale che vi lascerà a bocca aperta.

Altri incredibili edifici da non perdere: Palazzo dei Banchi, Palazzo dei Notai, Palazzo d’Accursio e Palazzo del Podestà. Piccola curiosità: sotto il Voltone del Podestà, nelle vicinanze del Palazzo Re Enzo c’è un telefono senza fili: si tratta di un effetto acustico particolare che vi farà ascoltare quello che viene detto nell’angolo opposto.

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le mete del weekend del 26 e 27 ottobre: ecco dove andare